Cronaca — 24 maggio 2010

L’attenzione e il successo che accompagna le originali e curiose gare in salita all’interno dei grattacieli più famosi del mondo ha avuto un importante appuntamento ieri a Berlino con al via 300 atleti di 10 nazioni.
Poche ore dopo Inter Bayern 2 a 0, i tedeschi hanno avuto la possibilità di sconfiggere gli atleti azzurri nello splendido Park Inn Hotel, l’albergo più alto di Germania, nella prestigiosa Alexanderplatz, dove si è svolta la 5° tappa stagionale del ‘Vertical World Circuit’ 2010.
Sul percorso di 39 piani, 770 gradini e 140 metri di dislivello il campione di casa Thomas Dold ha confermato i pronostici; ha preso parte a 3 gare del circuito vincendole tutte con autorità. Dopo il Vertical Sprint di Milano e l’Empire State Building di New York si è imposto anche a Berlino tornando meritatamente in testa al ranking mondiale a punteggio pieno: con 300 punti precede lo spagnolo Ignacio Cardona (ieri ottimo 3°), l’italiano Fabio Ruga (ieri assente) e il ceco Pavel Holec (ieri 5°). Gli azzurri hanno ben figurato con 4 atleti nei primi 20 classificati: Dario Fracassi (12°), Alex Romagnolo (13°), Erik Panatti (15°) e Stefano Silvani (19°).
La prova femminile ha invece segnalato una nuova bravissima atleta: la ventenne Anna Hahner è specialista tedesca delle corse campestri ma al suo esordio in una prova di Vertical Running ha battuto in modo netto le connazionali Sylvia Jacobs, Marie-Fee Breyer e l’italiana Daniela Vassalli.
L’atleta azzurra, Campionessa del Mondo in carica e vincitrice a Berlino un anno fa, ieri non è stata in grado di ripetersi. L’eccellente 4° posto le ha comunque permesso di consolidare la sua posizione di leader nella classifica 2010 dove spiccano le vittorie di Milano e Londra.  Sempre protagonista  Cristina Bonacina, ieri 6° e saldamente 2° assoluta nella classifica annuale. Regolamento e ogni informazione sul sito ufficiale www.verticalrunning.org
Una segnalazione particolare per Marie-Fee Breyer. Questa longilinea atleta è nata nel 1997 ed ha soltanto 13 anni!  ‘Ho accompagnato mio padre ad una gara Vertical e mi sono molto appassionata’.  Quest’anno ha vinto la gara di Basilea e ieri ha terminato al 3° posto proprio davanti alla fuoriclasse Vassalli.
L’attenzione si sposta ora a Taipei dove domenica è in programma la 6° prova del  ‘Vertical World Circuit’.  La ‘Taipei 101 Tower’ era fino a pochi mesi fa l’edificio più alto del mondo con 101 piani.  La gara si svolge con arrivo al 91° piano dopo 2.046 gradini e 391 metri di dislivello: il traguardo più ‘in quota’ dell’intero Campionato.
Al via Thomas Dold ma anche i migliori azzurri Fabio Ruga e Marco De Gasperi che qui a Taipei ha trionfato nel 2007.
Il ‘Vertical World Circuit’ è promosso dalla ISF (International Skyrunning Federation) in collaborazione con Vista Comunicazione di Milano.  Per l’assegnazione del titolo mondiale 2010 mancano le prove di Sydney (22 agosto), Barcellona (5 ottobre) e Singapore (16 novembre).
La moda delle corse nei grattacieli sta trovando consensi ed entusiasmi in molti paesi e importanti città.  A San Paolo del Brasile e negli Emirati Arabi desiderano celebrare importanti e spettacolari grattacieli inserendo il proprio evento nei futuri calendari mondiali ISF mentre il Vertical Running è sempre più oggetto di ricerche scientifiche, mediche e biomeccaniche che testimoniano come salire le scale a piedi, per atleti e per normali cittadini, può essere abitudine opportuna per la propria forma fisica e il proprio benessere.

Autore: Vista Comunicazione

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>