Cronaca — 27 settembre 2009

SAN BENEDETTO – Parla piceno la quarta edizione della gara podistica Ascoli-San Benedetto. I due forti atleti di Centobuchi Denis Curzi (Carabinieri Bologna) e Marcella Mancini (Runner Team Volpiano), infatti, hanno primeggiato in questa competizione che quest’anno ha visto quasi seicento iscritti e che li ha visti vincitori entrambi per la seconda volta. ‘Sto bene e si vede – ha detto Curzi – e per oltre 23 km ho corso forte. Era un test questo in vista dei Mondiali di Mezza Maratona di Birmingham tra due settimane, mentre invece la prossima maratona che correrò sarà quella di Firenze a fine novembre. Nel 2010 farò gli Europei ad agosto a Barcellona. Il tracciato è ottimo e l’organizzazione della Porto 85 impeccabile’. Gli fa eco la Mancini. ‘Non ho tirato al massimo – ha detto l’atleta marchigiana – in quanto volevo solo testare la forma in vista della Maratona di Carpi. Quindi non ho puntato al record della Console, anche perchè in questa gara non ho avuto rivali. Ottima temperatura per correre e percorso ideale per un buon allenamento, con una cornice di pubblico che ci ha incitati’. Curzi, che ha corso in 1h48’27’ ha superato nell’ordine Laalami Cherkaoui (1h48”31′), Vito Sardella, maresciallo della Guardia Costiera di Bari e tesserato per la società Violetta Club di Lamezia Terme (1h51’28’), Vincenzo Trentadue della Brigata Pinerolo (1h52’52’) e l’olimpionico della maratona Walter Endrizzi che nelle Paralimpiadi di Pechino ha conquistato la medaglia di bronzo, giunto qui quinto in 2h00’21’. Nelle donne dietro alla Mancini (2h05’12’) è arrivata la sambenedettese Rita Mascitti (Avis San Benedetto del Tronto) in 2h25’14’, seguita da Irene Marzoli (Grottino Team Recanati) in 2h27’12’ e da Simona Ruggeri (Asa Ascoli Piceno) in 2h27’28’. Prima del via è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria dei due runners baresi Sabino Falco e Antonio Paccione investiti da un’auto e uccisi qualche giorno fa proprio mentre stavano ultimano la preparazione per questa gara. Sul palco delle premiazioni alla Rotonda di San Benedetto il loro compagno di tante maratone Vito Sardella li ha ricordati scatenando un lungo e commosso applauso da parte del folto pubblico presente. A loro si è unito l’ex maratoneta Gianni Poli, vincitore nel 1986 della Maratona di New York e organizzatore della bellissima Cortina-Dobbiaco, presente in riviera per la gara, che anche quest’anno aveva il Gruppo Santarelli costruzioni come main sponsor. Non c’è stato invece il previsto arrivo in bici dei sindaci di San Benedetto e Ascoli Giovanni Gaspari e Guido Castelli, in quanto quest’ultimo ha presenziato, dopo essere stato alla partenza di Piazza Arringo, alla messa celebrata dal Vescovo piceno di fronte ai cancelli della Manuli. ‘Sono comunque vicino al bellissimo spirito di questa manifestazione sportiva – ha detto Castelli – che spero continui nel tempo a unire le due città‘. Il suo omologo sambenedettese Gaspari ha invece percorso in bici e in maglia rossoblu l’intero tracciato sulla Salaria (interamente chiusa al traffico) e ha visto ‘un bellissimo pubblico e un’atmosfera di festa per una gara che merita sempre maggiore importanza’. In rappresentanza dell’Amministrazione Provinciale di Ascoli, in assenza del presidente Piero Celani che negli anni scorsi inforcava anch’egli la bici, l’assessore allo sport Filippo Olivieri. ‘Un grande segnale di aggregazione sociale – ha detto – per una bella manifestazione che ho ereditato volentieri dal mio predecessore Capriotti. Spero che in futuro la provincia venga coinvolta maggiormente nell’organizzazione, in modo da poter essere ancora più efficaci anche come Protezione Civile’. La gara podistica Ascoli-San Benedetto è organizzata dal Porto 85 Polisportiva, con la collaborazione delle maggiori società di atletica e podismo di Ascoli e della vallata del Tronto, della Protezione Civile e dei comuni attraversati dall’evento, nonché con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale e dei comuni di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto. In contemporanea si è corsa anche una gara non competetiva di 8 km ‘Da Rotonda a Rotonda’ che è stata vinta da Giuseppe Mignini dell’Avis Pagliare-Spinetoli tra gli uomini e da Maria Rita Falgiani (Porto 85) tra le donne.

Autore: Sandro Benigni

Share

About Author

Peluso

  • franco anichini

    complimenti a Denis Curzi. Però Denis attento al minimo per gli Europei. Leggo infatti che correrai a Firenze, ma non vorrei che tu facessi conto su quella bellissima prova per fare il minimo, in quanto Firenze non è valida per questo, insieme ad altre maratone, come Treviso, che hanno qualche irregolarità (in questo caso una live pendenza favorevole).
    Questo sempre che tu debba ancora farlo, cosa che non so.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>