Maratone e altro slide — 28 maggio 2013

nome e cognome: VIRGINIA OLIVERI
luogo e data di nascita: BARADERO (BS AS) ARGENTINA 20/09/1975
residenza: CALICE LIGURE (SV)
figli: CAMILLA 20 MESI
professione: RECEPTIONISTA, PROFESSORESSA DI YOGA

PB
6 ore   59.124                       2010
12 ore            111.078         2013
24 ore            209.612         2013

olivieri Ho conosciuto Virginia Oliveri a Bergamo durante una 24 ore, quando ancora aveva la cittadinanza argentina, ed infatti in quella occasione realizzò il record nazionale, prima di optare per la maglia azzurra.
Ricordo una giornata freddissima, e la notte ancora di più: la deliziosa Virginia ascoltò coscienziosamente i consigli di coprirsi, ed infatti ottenne il suo miglior risultato fino a quel momento.
Poi optò per la maglia azzurra, e fu un acquisto fortunato, molto fortunato.

Ma ora ascoltiamo lei:
Dal 2007 corro in nazionale di 24 ore, da quel tempo sento dire, la 24 ore è una gara di testa ma io non riuscivo a capire cosa volevano dire…
Gente come noi arriva più che allenata a eventi come questi, a volte fin troppo, e allora, mi chiedevo? cosa è che devo fare?
Questa volta pero’ era diverso, io sono TORNATA diversa…
Dopo la nascita della bimba ho voluto rimettermi a correre subito, ma è la natura che comanda, tu puoi fare di tutto, ma il tempo fisiologico è quello che è, quindi l’ anno scorso ho fatto molto fatica, mi sentivo pesante, non riuscivo ad esprimermi! Ma dopo un anno, piano piano, ho iniziato a tornare e oggi mi sento bene…
Non ero ancora mai riuscita ad oltrepassare il muro dei 200km, e quindi questa volta mi sono detta: è adesso o mai più, se non arrivo ai 200km, non faccio più 24 ore… tanta fatica, lasciare tanto da parte, tanti sacrifici…che non aveva più senso…

E così Virginia arriva a Steenbergen in Olanda, con in più la responsabilità di raccogliere il testimone fino ad allora portato avanti da Monica Casìraghi ed Anne-Marie Gross

A Steenbergen:

Il meteo non prometeva  niente di buono, ma io ero tranquilla, abituata a partire con lo zaino verso la montagna, da sola senza sapere cosa ci aspetta, qua mi sentivo tranquilla qualsiasi cosa succedesse i vestiti asciuti erano dietro l’ angolo, non c’èra niente di che preoccuparsi…

Ed infati molti dei ventiquattristi migliori sono dei trailers…

Avevo il mio assistente, Andrea Caspani (lui è perfetto), c’èra Pablo sul percorso e anche le ragazze con chi poter fare qualche parola di conforto, perche le crisi arrivano a tutti prima o poi, ma bisogna combatterle!!! e ognuno lo fa alla sua maniera!
Ho girato le prime ore con Monica Molling, mi ha aiutato tanto. Le prime ore sono quelle peggiori per me: me ne voglio proprio andare, la testa non ne vuole sapere e cerca di trovare delle scuse! Mi mancava la mia bimba, ma i discorsi con la Monica mi hano aiutato a dimenticare, eravamo fuori dal mondo, non in gara, parlavamo di tutto, è stato bello! dopo 4 ore circa ci siamo lasciate, ma ero pronta a continuare da sola, avevo trovato la concentrazione giusta! E il clima in squadra era quello giusto, di aiutarci e darci forza… Anche tutti al gazebo facevano la sua parte, i tecnici ci davano i consigli di cosa fare e cosa non fare. Eravamo una squadra!

image004Grazie alla mia sperienza in montagna (con il trail running) mi sono coperta prima che arrivasse la pioggia, verso sera, ho notato che quel venticello poteva farci del danno se ci dava sulla maglietta bagnata, quindi una volta arrivata la grandine e pioggia, io ero già coperta!!! Verso le 11.00 AM ho passato i 200km, ho festeggiato ma avevo 50minuti circa per continuare a girare! Non si capisce più niente, stai per finire, e c’è l’hai fatta finalmente!!! c’è l’ hai fatta!!!!

L’ ultimo  giro ho trovato Tiziano, insieme abbiamo girato con in mano la NOSTRA  bandiera, un onore e una emozione che basta pensarci e mi viene la pelle d’occa, UNO SPARO ED ERA FINITA. Abbiamo trovato anche Ilaria, un forte abbraccio tra i tre, loro piangevano… io NO,  non riuscivo a crederci: cosa ero riuscita a fare!!!!

La verità è andata cosi, sono andata su impostazione (della mia testa) e questa volta ho trovato il tasto giusto, ma ci vuole anche un po’ di fortuna!!!!

Ci vuole soprattutto una testa come la tua!

Grazie Virginia, la nostra piccola Italia ha tanto bisogno di persone come te!

piazzamenti notevoli:

CROMAGNON

1° 2006
2° 2008
1° 2010
3° 2012 (LA BIMBA AVEVA SOLO 9 MESI)

PORTE DI PIETRA

1° 2006
1° 2007
1° 2008

ULTRA TRAIL MONTE BIANCO
5° 2007

GRAN TRAIL VALDIGNE
1° 2008

 TRAIL MONTE CASTO
1° 2010

24 ORE BUENOS AIRES
1° 2010

100 KM DI TORINO
1° 10.04 ORE 2013

 MIGLIOR TEMPO IN MARATONA
ORE 3.02 ALESSANDRIA 2006

 

Autore Franco Anichini

 

 

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>