Anteprima slide — 08 agosto 2018

Che la Val di Fiemme (TN) sia una vallata particolarmente sportiva è assodato. Terra di grandi eventi come Marcialonga, Coppe del Mondo e Campionati del Mondo di sci nordico, ma ci sono anche una miriade di eventi popolari delle discipline più disparate.

Il GS Castello annuncia per l’11 agosto la settima edizione dell’originale Ginkgo Stafetten e ritorna al programma del passato, ovvero di sabato pomeriggio, sempre a Castello di Fiemme. Non è la solita staffetta podistica, la Ginkgo Stafetten si corre dal 2012 ed è una competizione per squadre composte da cinque runners che percorrono altrettante frazioni di diverse lunghezze, da 1,9 km a 10,250 km, ma per i più arditi c’è anche la terza edizione della Ultra Ginkgo, dedicata a veri e propri ironmen e ironwomen che affrontano in successione tutte e cinque le frazioni. L’organizzazione è quella collaudata del GS Castello del presidente Alberto Nones, che in inverno propone anche il celebre Skiri Trophy XCountry, erede dell’ex Trofeo Topolino di sci di fondo.

La Val di Fiemme è terra di fondisti e l’idea della  Ginkgo Stafetten è nata proprio dallo spunto offerto dagli scandinavi che da anni propongono la corsa svedese VasaStafetten, evento estivo della grande macchina organizzativa della mitica Vasaloppet, “madre” di tutte le granfondo invernali. L’idea della Ginkgo Stafetten è scoccata ancora nel 2010, quando un gruppo di appassionati fiemmesi dello sci di fondo e aficionados della Vasaloppet decise di partecipare alla VasaStafetten. Il gruppo era guidato da Carmine Tomio e ne faceva parte anche Mario Broll, allora presidente del GS Castello, oltre a diversi sportivi tutti legati al GS Castello di Fiemme. È stata una trasferta fruttuosa, con la formazione dei dieci trentini addirittura classificata undicesima su 221 teams. Nel 2011 la presenza del GS Castello al via dell’evento scandinavo si è fatta ancor più concreta con ben tre staffette tutte fiemmesi, con un bel settimo posto su 231 teams ovvero, fatti i debiti conti, 2310 runners, visto che le squadre ammesse alla ‘Vasa’ sono composte da 10 elementi.

Da lì alla proposta in terra fiemmese il passo è stato breve. Quella di Castello è però un appuntamento sportivo un po’ diverso, aperto a tutti, tesserati e non tesserati e senza limiti d’età, con una percorso a stella, ovvero cinque diversi tracciati che ogni volta fanno ritorno allo stesso punto di partenza, con lunghezze affrontabili sia da chi è poco allenato sia dagli “sfegatati” del running. In sequenza i tracciati sono rispettivamente di 5.500 metri e 136 m. di dislivello, il secondo di 1900 m. e 34 m/dsl, il terzo di 8.900 m. e 216 m/dsl, il quarto di 3.700 m. e 50 m/dsl ed infine il quinto, più impegnativo, di 10.250 m. e 310 m/dsl, per gran parte in off road.

Il nome dell’evento abbina un tributo alla grande corsa svedese e alla storia del GS Castello che, nell’anno del 35° anniversario dalla sua fondazione, in accordo col sindaco piantò un albero di Ginkgo Biloba nella piazza del paese, proprio dove ora parte la gara e dove sono allestiti i “cambi”. Il Ginkgo Biloba è una pianta antichissima le cui origini risalgono a 250 milioni di anni fa, considerata quindi un fossile vivente e passata indenne, attraverso milioni di anni, ai vari sconvolgimenti che hanno influenzato la vita della Terra.

La proposta del GS Castello è un autentico inno allo sport, le squadre possono essere di ogni genere e composte da sportivi di discipline diverse, ma partecipano anche formazioni di intere famiglie o società sportive.

Molto apprezzata anche la Ultra Ginkgo che lo scorso anno ha esaltato le doti di Alessandro Vuerich, incontrastato dominatore dal primo all’ultimo dei 30 chilometri, così come Francesca Crippa al femminile.

Nell’edizione 2017 la Ginkgo Stafetten è ritornata nelle mani di una formazione maschile dopo due anni di indiscussa supremazia della staffetta mix dei Masadini, col dominio del team Nones Sport con Giacomo Gabrielli, Simone Turrini, Tommaso Dellagiacoma, Davide Comai e col finisher Paolo Ventura.

Ogni anno ci sono “squadre” speciali. Nel 2016 al via c’era una staffetta composta da cinque sindaci della Val di Fiemme, lo scorso anno quella di cinque presidenti di società sportive, ed anche il team Marcialonga con dirigenti e segretarie.

L’edizione di quest’anno è gemellata con la Fassa Up&Down del 23 settembre, una proposta in più per rendere la Ginkgo Stafetten ancor più interessante.

Le iscrizioni si possono effettuare dal 25 giugno utilizzando il modulo sul sito www.gscastello.it e rimarranno aperte fino al 6 agosto, salvo raggiungimento del numero massimo di 150 squadre, limite tutt’altro che irraggiungibile vista la spettacolarità della gara.

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>