Cronaca — 01 dicembre 2008

E pensare che ieri sera a Torino nevicava moltissimo e tutti si domandavano, come avrebbero potuto correre Tutta Dritta?

Ebbene, questa mattina, domenica 30 novembre 2008, al via di piazza Solferino e sul percorso di dieci chilometri a sfidarsi e a sfidare il freddo c’erano migliaia e migliaia di persone. A correre in quel gelo emozioni e stimoli diversi, che rivelano come Tutta Dritta sia entrata nel cuore dei podisti piemontesi e non solo, visto che hanno partecipato anche alcuni stranieri.

Il clima festoso di una corsa di fine anno ha subito riscaldato l’atmosfera. Il via è stato dato alle ore 10.00 in piazza Solferino da Ambeta Toromani, la famosa ballerina lanciata dalla trasmissione Amici e per l’occasione testimonial della manifestazione.
Ad attendere il lungo serpentone colorato alla Palazzina di Caccia di Stupinigi un pubblico plaudente e numerosi gruppi storici e folcloristici della Città di Nichelino.

Dal punto di vista agonistico in campo maschile, la vittoria è andata al keniano Eligy Ngeny, che ha chiuso la sua prova in 29’39”. Non un risultato d’eccellenza, ma comunque un buon crono viste le condizioni di grande freddo, che hanno dovuto affrontare gli atleti. Al secondo posto il marocchino Hicham El Barouki (29’51”), che è sempre riuscito a stare nel gruppo di testa fino a quando intorno al settimo chilometro Ngeny è riuscito a creare il distacco, che gli ha permesso di agguantare il successo. Al terzo posto un altro keniano, Abraham Talam, che ha chiuso in 30’17”. Quarto l’italiano Daniele Caimmi di un soffio sotto i 31′ (30’59”), che ha accusato le difficoltà imposte dalla temperatura atmosferica e non è mai riuscito ad entrare in gara e a fare girare le gambe in modo giusto per ‘limare’ alcuni secondi al tempo finale.

In campo femminile il gradino più alto del podio è andato alla sudanese Durka Mana Kalemeya, che è giunta al traguardo di Stupinigi in 35’25”. Sola fin dal primo metro, ha però trovato due giovani protagoniste che, sul finire della corsa, l’hanno impensierita e non poco. Si tratta di Ombretta Bongiovanni e Elisa Stefani, entrambe del Runner Team Volpiano. Negli ultimi chilometri hanno recuperato terreno e hanno chiuso rispettivamente in 35’32” e in 35’40”.

Tra i partecipanti l’ex calciatore Ciro Ferrara, e il Sindaco della Città di Nichelino, Giuseppe Catizone.

Novità di quest’anno per Tutta Dritta è stata la trasmissione della gara in diretta su internet. Amatori e appassionati sono stati ripresi e la loro gara è stata mandata in onda sul sito ufficiale della manifestazione. Da oggi pomeriggio sarà disponibile lo stesso video, con il semplice tocco di un tasto del computer.

Nella speciale classifica delle palestre, che hanno partecipato al Campionato Italiano delle Palestre, la prima classificata è stata l’Athletic, staccata di poco dalla Clan Fitness. Al terzo posto la Sportcity. Una bella occasione per integrare due sport, il fitness e la corsa, che permettono di stare bene.

Anche i giovani under 20 sono stati premiati con un rimborso spese, che vale quale stimolo per il proseguio della carriera sportiva e li incentiva a migliorarsi e a dedicare il loro tempo agli allenamenti.

Dopo la corsa, Tutta Dritta 2008, come ormai da tradizione si è conclusa con la consegna delle medaglie ricordo, con le premiazioni e con una festa danzante, che ha coinvolto anche gli accompagnatori e il pubblico presente a Stupinigi.

Ancora una volta un grande successo per Tutta Dritta, che sarà replicato solo tra un anno il 6 dicembre 2009.

Autore: Ufficio Stampa – Alessandra Ramella Pairin

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>