Cronaca — 19 aprile 2009

Un gran freddo a Torino per la 23° edizione della Turin Marathon Gran Premio La Stampa. La tanta pioggia non ha però smorzato l’emozione per una gara che ha portato al nuovo record della corsa femminile.


Obiettivo raggiunto! 2h26’22” è il nuovo record della Turin Marathon. L’autrice Agnes Kiprop. Con una gara piena di personalità ha corso su ritmi elevati fin dall’inizio e soltanto nei chilometri finali ha dovuto ridurre il passo a causa del freddo.


Per l’atleta keniana un ritorno nella città subalpina. Nel 1997, infatti, fu nona da junior ai Campionati Mondiali di Cross e oggi campionessa nella maratona, dopo alcuni anni di problemi familiari e la nascita di due figli. Questo risultato dimostra il suo potenziale per entrare nel top dell’atletica femminile mondiale. Fin dai primi chilometri ha imposto il suo ritmo di gara, staccando le avversarie e dominando la competizione dall’inizio alla fine.


Più combattuta la lotta per gli altri due gradini del podio con l’etiope Tirfi Beyene (2h29’04”), che negli ultimi dieci chilometri ha avuto la meglio sull’azzurra Bruna Genovese, limitata nella sua performance da grossi problemi muscolari provocati dalla pioggia battente e dal freddo. Bruna per giungere al traguardo ha dimostrato di avere un carattere molto forte e ha dichiarato ‘al trentesimo chilometro mi è venuta voglia di ritirarmi, perché le condizioni erano davvero difficili, ma il mio orgoglio mi ha fatta continuare, anche perché non mi sono mai ritirata ad una maratona e non volevo farlo neanche a Torino’. Per lei il crono si è fermato a 2h30’51”.


 


In campo maschile Benson Barus ha dimostrato di essere in buona forma, realizzando il tempo di 2h09’07”, che gli è valso il primo gradino del podio. Dopo un attacco intorno al km 24, forse un po’ troppo prematuro, e un altro intorno al km 38, che l’avrebbe portato a correre in 2h08’10”, sul finale la pioggia e il freddo hanno influenzato negativamente la sua prova.  Ottima prestazione anche per Ruggero Pertile, che ha ottenuto a Torino il suo nuovo personale: 2h09’53”. La maratona azzurra torna di nuovo a brillare con un bel risultato. Il periodo di allenamento in Kenia nei mesi di gennaio e febbraio gli è fruttato questo bel crono. Per il futuro ancora qualche dubbio, forse i Mondiali di Berlino.Al terzo posto il keniano Paul Samoei, che ha chiuso in 2h11’37”.


 


Nonostante il tempo atmosferico non favorevole, al via si sono presentati 2200 partecipanti, tra cui Marinella Satta, azzurra dell’ultramaratona, che ha completato la 42 km, palleggiando con il suo pallone da basket. L’impresa di entrare nel guinness dei primati per lei è stata compiuta.


 


Colore e molta gente, 8000 i partenti alla Stratorino, la 8 km che ha visto al via intere famiglie e gruppi di amici, compresi quelli a quattro zampe. Per tutti numerosi premi a sorteggio e un unico obiettivo, contribuire con la propria partecipazione alla raccolta di fondi per i terremotati dell’Abruzzo attraverso la Fondazione La Stampa Specchio dei Tempi.


14.000 i bambini e le loro famiglie, che hanno partecipato alla Junior Marathon. Un fiume colorato esploso in una festa per i più piccoli, che hanno potuto apprezzare la gioia di correre in libertà su un percorso davvero suggestivo e ricco di storia.


 


Ancora una volta a Torino una magnifica giornata, sia dal punto di vista agonistico sia da quello dello spettacolo. Si conclude così una settimana di sport e divertimento e l’appuntamento è per il 18 aprile 2010.


 


 


Classifica maschile – Maratona


 


Benson Barus – KEN – 2h09’07”


Ruggero Pertile – ITA – 2h09’53”


Paul Samoei – KEN – 2h11’37”


 


Classifica femminile – Maratona


 


Agnes Kiprop – KEN – 2h26’22” (Nuovo record della corsa)


Tirfi Beyene – ETH – 2h29’04”


Bruna Genovese – ITA – 2h30’51”


 


Classifica disabili – Maratona


 


Paolo Cecchetto – ITA – 1h39’01”


Vittorio Podestà – ITA – 1h39’02”


Pantaleo Sette – ITA – 1h39’07”


 


Classifica maschile – Stratorino


 


Abdessamia Mountasser


Addhadi Laauntna


Mario Prandi


 


Classifica femminile – Stratorino


 


Ana Capustin


Federica Arnone


Giuseppina Mattone

Autore: Turin Marathon – Alessandra Ramella Pairin

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>