Cronaca — 06 giugno 2010

Mi dispiace dirlo, specialmente da campano, ma la gara di Telese ha deluso tutte le nostre aspettative. Dopo l’esperienza dello scorso anno e considerato che era campionato nazionale ci si aspettava veramente qualche cosa in più. E invece abbiamo trovato la cosa peggiore: nulla. Non è stato fatto nulla per migliorare la partenza. Non ci sono scusanti per l’organizzazione.

Share

About Author

Peluso

  • elio totaro asd erco sport

    concordo pienamente caro elio.purtroppo gl’inviti dei giorni scorsi a rivedere qualcosa non sono serviti a nulla.solo tanta presunzione.le classifiche risulteranno falsate in alcuni punti.in un campionato italiano master cosa ci facevano gli assoluti? per loro vitto ,alloggio,ingaggio…….per noi 10 euro(o 6 euro) benzina +autostrada…….
    bello il percorso e il calore dei cittadini ma noi volevamo solo correre in condizioni umane…….

  • salvatore albrizio napoli nord marathon

    carissimo amico elio concordo pienamente le tue parole,una delusione totale per un campionato italiano master,partire intrappolati con atleti ed atlete d’avanti che viaggiano a sei a km.ha’ indotto molti atleti forti a sfiangarsi e distregarsi facendo lo zic zac,dove c’era la’ paura di’ farsi e fare del male alle persone da’ superare,poi c’erano due possibilita’ entrare nella gabbia e stare fermo piu’ di’ quaranta minuti senza fare riscaldamento,oppure farlo ma’ partire da’ dietro,concludo con un giudizio molto negativo.mi’ complimento con voi dell’isaura valle dell’irno ancora una volta campioni d’italia.bravissimi anche i miei due amici di’ team cat. m 50 primo e secondo andrea maresca e salvatore petrazzuolo,spero che’ roberto funicello prenda atto da’ questa situazione per organizzare diversamente e dando la’ possibilita’ con giusta ragione agli atleti piu’ blasonati di’ competere per la’ mezza maratona che’ ci’ sara’ ad ottobre per il titolo individuale ed di’ societa’ del campionato master italiano.

  • raffaele colantuono

    mi associo pienamente e aggiungo igiudici quando stilano le classifiche devono sapere i regolamenti per il momento non voglio aggiungere altro……………gli organizzatori in questa gara dovevano essere aiutati da dirigenti e giudici competenti…….

  • Michele Ragozzino Atletica Capua

    Pensavo che partecipando all’evento sportivo di Telese, pubblicizzato in modo martellante da circa un anno, avrei avuto la possibilità di imparare o quanto meno ammirare una procedura di gestione della partenza di molti atleti pressocchè impeccabile. Invece si è verificata la confusione che avviene quasi ad ogni gara con la differenza di qualche migliaio di atleti in più mettendo così a rischio l’incolumità dei partecipanti! Nulla da dire per lo scenario che faceva da sfondo alla manifestazione: bellissimo!

  • fiorenzo de santis – podistica marcianise

    Condivido pienamente con il sig. elio per quanto detto sopra. Mai visto una gara del genere anzi “una partenza” del genere. La cosa che non riesco a capire pero’ e’ che nei giorni precedenti si era discusso sul problema partenza prorpio su questo sito e se non erro qualcuno dell’organizzazione aveva spiegato che c’era l’intenzione di mettere le gabbie ma suddivise per “tempi cronometrici” ,ma tutto cio’ e’ stato fatto solo in parte infatti le gabbie c’erano ma non suddivise. Quindi xche’ non e’ stata fatta + questa suddivisione?mi dispiace ma come campano abbia fatto una brutta figura soprattutto nei confronti di amici podisti che hanno fatto molti km per disputare questa gara. Cmq spero che le critiche siano costruttive e che l’anno prossimo le cose possono andare meglio

  • BERTONE ERCOSPORT

    IO SONO M 60 MI SONO INGABBIATO 35MINUTI PRIMA ED HO FATTO UNA BUONA GARA .MA SE AL 6 KM MI VEDO SORPASSARE DA ATLETI CHE VANNO A 3..30 LA MIA GIOIA E IN DUBBIO CHE RISOLVO SUBITO IO POSSO FAR RISCALDAMENTO X STRADA MA QUESTI[RAGAZZI] NO .FIDAL DOVE SEI. SCUSATE LA MIA GIOA E LA MIA AMAREZZA I GIOVANI VANNO INCORAGGIATI.O NO

  • corrado cirillo asd il parco

    come non essere d’accordo ….partenza ( e non solo ) da incubo per tutti , ho visto tanti atleti rinunciare nei primi tre km dopo aver consultato il cronometro…l’anno prossimo tocca scaldarsi sulla linea di partenza saltellando per quaranta minuti!!!!!

  • silvio scotto pagliara

    Ciao Elio , da silvio
    allora alla tua prima richiesta ,faccio presente che il rappresentante della fidal nazionale era presente ,nella persona di Giovanni Caruso , presidente della atletica benevento .I, rapprseente della fidal campania ,Roberto Torisco della Atletica Capua , e poi per il tracciato , il misurato nazionale , Nicola Bianco .
    Come vedi , qualcosa da cambiare ( è si era subito evidenziato , queste difficolta )
    Ripeto , fare delle gabbie con l’accorpamenti di categorie : esempio : dai 35 a 45 -dai 50 ed oltre
    ed unica gabbia per i big sia maschile e femminile .
    Naturalmente i big partiravanpo avanti per la classifica della gara (trofeo e soldi ) poi per il campionato ,partivano gli uomini e e poi le donne , il tutto intervallato da 5 ,minuti !
    Gli organizzatori ? se questi hanno c hiesto lumi a questi signori della fidal nazionale e regionale e i ns amici ggg , dovevano anche loro , dare (obbligo) i loro suggerimento inbase alla loro esperienza !!!!
    Poi , di questi simgori ( una massa di fetenti ) che sanno solo criticare , ed ero presente e testimone , scavalcavano le transenne , senza rispettare i propri compgni di gara !!!
    Si poteva , fare di più . ma come sempre , gli organizzatori , a volte non hanno il coraggio di decidere e restano a guardare .,
    Sembra strano , ma puo’ sembrare ancora strano ,gli organizzatori , hanno fatto un solo sbaglio !!! quale ? quello di fidarsi della Fidal e il suoi dirigenti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ciao amico Elio e speriamo che questo sia di lezione per gli amici di telese .

    Ps : ma non era meglio far correre soli i master e rinunciare alla gara del Trofeo ?
    La festa era per i master ! glia ssoluti ,lascio a Voi concludere : sul podio a piu riprese i Big , venivano chimati …..ma……..si andava avanti con foto senza alcuni di loro !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    meditate amici di Telese !!!!!!!!!!!!!!!!!!
    alla prossima e buona lettera a tutti di DOC!!!!!

  • kamel Hallag Idea Atletica Battipaglia

    Anche io ho riscontrato una grande carenza nell’organizzazione di questo Campionato… secondo me solo interessi e poca serietà/efficienza organizzativa.

  • Massimo Ragusa Libertas Atletica Lamezia

    ho visto una ottima organizzazione, parcheggi, pacco gara location varie.. ma la partenza da dimenticare!!! condivido in pieno lo sfogo di Elio, non si può perdere un casino di tempo a spingere ed essere spinti per i primi due km, senza prendere il proprio passo.. e dire che le gabbie c’erano. bastava mettere qualche volontario ogni entrata come fanno nelle grandi gare. complimenti alla gente di telese invece, per il calore mostrato, durante tutto il percorso anche a S.Salvatore.. e ritorno!!! bella gara, bel percorso.. ma ripeto da dimenticare la partenza… mica si poteva obbligare a rinunciare al riscaldamento e piazzarsi in griglia dalle 17.30, come hanno fatto dei folli!!!! spero che nel prossimo campionato che si gioca in campania, ad Agropoli, di mezza master, siano presi i giusti provvedimenti perchè saremo più o meno gli stessi…
    p.s.: capitolo assoluti.. sono vergognosi… tutto qua, specie caimmi e signora, visto che invece di presentarsi erano in giro a far chissà cosa.. invece di godersi l’applauso delle persone, i master, che li portano ad esempio… beh bell’esempio che hanno dato!

  • Luigi Merola Atl. Capua

    Come non condividere il pensiero del sig. Elio.
    Un vero disastro la partenza..stipati in una griglia con partecipanti da 6′ al km., piazzatisi dalle 17,00 nelle prime posizioni. Siffatto comportamento ha causato la rinuncia di molti atleti che volevano esprimere il loro potenziale. Infatti, dopo il 3 km. visto che era impossibile oramai fare un tempo decente.. ho tirato i remi in barca e mi son fatto la passeggiata panoramica per Telese e dintorni. Sono finiti come me tanti altri atleti che hanno avuto la sfortuna di entrare nella griglia alle ore 18,20. Questo è il tanto decantato Campionato Italiano?

  • marco la daga

    Grande Elio mi hai anticipato sull’articolo, non ero iscritto ma ero venuto x fare qualche foto x podistidoc, visto che ho avuto il consenso dal direttore Nicola Peluso, e per seguire due atleti, come tecnico Fidal, visto che la macchina fotografica mi ha fatto brutti scherzi ho deciso di fare allenamento sono partito da ultimo e mi sono fermato all’ottavo km. Arrivato a Telese e vedendo quella partenza mi ero gia immagginato cosa poteva succedere,di tutto me ne sono reso conto all’arrivo quando ho sentito le lamentele da parte di atleti venuti da fuori regione, che bella figura abbiamo fatto in campania spero che Roberto Funiciello si rifaccia e ne sono certo. Ragazzi volete sapere xchè non mi ero iscritto? sono contrario a pagare 10euro x una 10km (non mi venite a dire senza pacco gara 6 euro), infatti non ho fatto neanche Castellammare . Un ‘altra cosa che volevo dire non me ne vogliano i campioni ma pagare 10 euro x far fare il campionato italiano solo ai primi partiti? Chiudo facendo un’appello alla Fidal visto che ci guadagna tanto a nostre spese prima di affidare un campionato italiano andato a controllare tutti i minimi particolari perchè non è bello fare una figura di 4 soldi come ieri.

  • gaetano saviano runners grumese

    Telese terme gara dell’ anno?Che delusione!!!A voi la parola.

  • silvio scotto pagliara

    i fetenti è rivolto a quelle persone che hanno scalvato
    le trasenne ,segno di non rispetto degli altri Io , che ero presente , a piu , riprese ,venivano avvisati che dovevano passare al di fuori e pisizionarsi , giu al viale , come gli altri .
    Appena giravi le spalle , i furbetti , scavalcavano le transenne .
    E a volte , di questi esempi , fanno saltare tutto il sistema di sorveglianza e predisposizione della partenza e gara .
    Io , penso e ripeto che lo sbaglio è stato fatto ed è quello di aver lasciato la gara per del trofeo .
    faccio gli auguri agli amici di telese , di andare avanti .
    Ci vediamo alla 5 edizione del 2011 ,,,,,,e forza Antonio e Andrea della Running Telese e i suoi collaboratori .
    ad maior

  • iaccarino antonino atletica sorrento

    Sono infortunato, ma non è questo il motivo per cui non sono venuto a Telese, avevo già capito perfettamente come sarebbe stata la partenza. Concordo perfettamente con quello che dice Elio, ma rivolgo una provocazione alle società ed anche agli atleti, almeno a quelli come me che non avevano speranza di vincere nessun titolo, dopo l’esperienza di Paestum, dove anche lì si sapeva come sarebbe andata a finire, perchè sapendo anche qui come sarebbe andata avete partecipato tutti in massa e non avete disertato per protesta?
    Perchè partecipiamo ad alcune gare, sapendo a cosa si va incontro e poi ci lamentiamo? Intanto gli organizzatori hanno incassato soldi e bella figura nel loro paese e arrivederci e grazie! LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO!!

  • fernando zarlenga venafro sport team

    Che campionato italiano è se può partecipare solo un numero ristretto di atleti? Non si possono chiudere le iscriziono dieci giorni prima altrimenti il campionato deve cambiare denominazione e cioè “dei più svelti all’iscrizione” E’ una vergogna.

  • kamel Hallag Idea Atletica Battipaglia

    Anche io ho riscontrato una grande carenza nell’organizzazione di questo Campionato… secondo me solo interessi e poca serietà/efficienza organizzativa.

  • Alessandro Di Priamo Atl-Villa Aurelia

    Vado controcorrente: gara bellissima , unica, percorso bello e chiuso al traffico.Cascone a ragione. Corro da trenta anni dalla pista alla maratona e credetemi poche volte ho visto una tale organizzazione ed entusiasmo. Questo bel sogno però è durato sino alla partenza. Partenza: INCUBO, IRREGOLARE, PESSIMA, STRAZIANTE.E gli aggettivi potrebbero continuare a più non posso.GRAVE ERRORE: far partire in linea 2500 atleti per un campionato italiano su una sede stradale di 5 metri di larghezza!!Risultato: mi sono dovuto schierare 25 minuti prima e stare AMMASSATO COME UNA BESTIA FERMO ed avere ancora davanti una moltitudine di atleti con un ritmo indefinibile.AL VIA:chiaramente una signora di 65 anni almeno mi è crollata a terra proprio davanti e per schivarla quasi mi infortunio.Poi 500mt a zig-zag per superare i “furbi” da 4’30” al km!FINALE: secondo M40 al traguardo con il primo davanti a 14 secondi.DOPO:vengo a sapere che il buon Antonello Barretta cioè il primo (testimoni lo confermano) si è schierato gli ultimi minuti di straforo dopo aver effettuato un bel riscaldamento.Il suo ritmo “a razzo” dei primi km è la conferma.I giudici hanno preso il suo numero , come di altri, per squalificarlo.NULLA è accaduto.ORA:i tempi per un reclamo ufficiale sono terminati e comunque a me non piace vincere a tavolino.Vado OLTRE come dice il titolo del libro che ho scritto.SOLUZIONE: caro Cascone questa bella torta ben preparata poteva venire con le ciliegine soprattutto per voi se la PARTENZA fosse stata effettuata come al solito da anni: almeno accoppiando PIU’ CATEGORIE INSIEME!TUTTO QUA! Se a questo punto la torta risulta AMARISSIMA QUASI PER TUTTI fate autocritica servirà a migliorare.P.S:per essere ancora più chiaro: personalmente ritengo che questo Campionato Italiano è FALSATO E POCO REGOLARE.

  • angelo della rocca, cava

    Un campionato italiano è sempre una gara da ricordare. La partecipazione di tanti podisti arrivati da tutte le parti d’Italia ha un qualcosa di diverso e per questo esserci è stato molto bello esserci. Certo è che quando ci sono titoli in palio solo questo non può bastare. Se qualcuno si accontenta di vivere questa emozione altri, che hanno svolto una preparazione di tanti mesi, certamente non vogliono che svanisca perché non si riesce a correre per km e magari l’avversario di turno, sempre battuto, riesce a vincere il titolo solo perché è stato intelligente a mettersi davanti a tutti e profittare di un bonus di tempo sempre crescente rispetto a chi stà più dietro. Quantomeno questi valori sono stati alterati ed il mancato confronto sullo stesso piano può far arrabbiare. Un esempio del genere è capitato al mio compagno di squadra Ferdinando, ma sono sicuro che sia capitato a molti altri cose di questo genere. Penso che tanti si siano accorti che ai 20 secondi persi rispetto al real time si possa aggiungere tranquillamente almeno un minuto per la mancata ‘corsa’ dei primi due km. Secondo me si sarebbe dovuto predisporre delle griglie di partenze per categorie, evidenziandoli con pettorali di colori diversi e avendo l’accortezza di evitare che i soliti furbi potessero approfittare della situazione, squalificandoli se non sono nella griglia loro assegnata (le riprese o le foto sono molto utili) e sono certo che tutta quell’ansia di perdere già prima di partire non ci sarebbe stata.

  • Alessandro Di Maio Napoli Nord Marathon

    In effetti fare tre gare in una (trofeo Telese, corsa top atleti assoluti e campionato italiano master) senza organizzare nulla è stato a dir poco superficiale da parte dell’organizzazione.
    Con l’uso dei chip si potevano davvero facilmente scaglionare le partenze e permettere agli atleti di confrontarsi con i pari età provenienti da tutta Italia (mettiamoci nei panni di chi è venuto da fuori regione e non è riuscito a correre).
    Io personalmente mi sono implotonato circa 20 minuti prima della partenza e ho calcolato circa 600, dico 600 sorpassi.
    L’idea poi di mettere tutte le donne davanti è stata dannosa per loro (spintonate e alcune scaraventate a terra) e per noi maschietti (sorpassi impossibili fino al 2° km).
    Forse ho anche capito perché hanno tolto il doppio giro: il gruppo di testa, quello degli assoluti ingaggiati per capirci, avrebbe sofferto troppo i doppiaggi e questo non era tollerabile, questo no!

  • iasparro camaldolese

    ciao elio io me la sono guardata secondo me quando si superno i 1000 atleti bisgna partire inuna strada almeno20 metri l’arga e no 3 a presto.

  • BERTONE ERCOSPORT

    STAVOLTA CHE C/E DI OFFENSIVO.SALUTI .

  • d’addio alessandro maddaloni

    percorso perfetto organizzazione buona si poteva e si doveva fare di piu’ ma la colpa non e’ tutta degli organizzatori che hanno fatto un gran lavoro PERCHE’ NON PARLIAMO dei podisti…..che senso ha che un podista che corre a 6 al km te lo ritrovi davanti , per scnsarlo vai contro all’altro che pesera’ un quintale che procede tutto ansimante. per non parlare delle cose viste alla consegna dei chip sembrava di stare in zona di guerra all’arrivo del cibo ma noi viviamo una realta’ ben diversa .ECCO SU CHE DOBBIAMO MEDITARE NOI PODISTI CI SIAMO FATTI RICONOSCERE ANCHE A TELESE.

  • Cosimo Di Cerbo A.S.D. Running Telese Terme

    Caro Elio io mi lamenterei più con i podisti che pur essendo più lenti si ostinano a non rispettare chi è più veloce mettendosi davanti, mi lamenterei se mi facessero correre nel traffico rischiando di essere investito da qualche auto, mi lamenterei se non avessi trovato ristori lungo il percorso o se all’arrivo non avessi trovato fluidità nel passaggio per poter raggiungere al più presto la zona cambio ecc. ecc. .
    Devo lamentarmi, invece, di quei podisti che pur non essendosi classificati fra i premiati (cosa verificata poi con le classifiche) hanno preteso per forza il premio, andandosene solo dopo essere stati accontentati.
    Perchè non ci lamentiamo quando in gare blasonate siamo costretti ad entrare nelle gabbie diverso tempo prima ed aspettare, con il freddo o sotto la pioggia, la partenza.
    Se arrivi già incazzato alle gare come puoi poi eprimere le bellissime emozioni che una gara ti fa vivere.
    Io che corro da vent’anni ho un ricordo bellissimo di tutte le gare che ho partecipato anche in quelle che l’organizzazione era zero, perchè tutte mi hanno lasciato un’emozione in quanto le vivo da vero amatore. Gareggia con più filosofia poetica e ti sentirai meno stressato

  • CERVO ALBERTO PODISTICA CASORIA

    CONDIVIDO IN PIENO CON I MIEI COLLEGHI CHE LA PARTENZA NON E’ STATA DI QUELLE ESEMPLARI, BISOGNA MIGLIORARE LA PARTENZA SENZA DUBBI PERCHE’ E’ BRUTTO PER UN ATLETA ALLENARSI PER SETTIMANE PER FARE UN BUON TEMPO E VEDERE GIA’ ALLA PARTENZA CHE GLI ALLENAMENTI FATTI SERVIRANNO A BEN POCO .INFINE VOLEVO COMUNQUE DIRE CHE A TELESE HO PASSATO UNA BELLA GIORNATA DI SPORT CON LA MIA FAMIGLIA E’ I MIEI AMICI E’ QUESTA ‘E STATA LA VITTORIA PIU’ BELLA , UN ABBRACCIO A TUTTI GLI SPORTIVI

  • Alessandro Di Maio Napoli Nord Marathon

    In effetti fare tre gare in una (trofeo Telese, corsa top atleti assoluti e campionato italiano master) senza organizzare nulla è stato a dir poco superficiale da parte dell’organizzazione.
    Con l’uso dei chip si potevano davvero facilmente scaglionare le partenze e permettere agli atleti di confrontarsi con i pari età provenienti da tutta Italia (mettiamoci nei panni di chi è venuto da fuori regione e non è riuscito a correre).
    Io personalmente mi sono implotonato circa 20 minuti prima della partenza e ho calcolato circa 600, dico 600 sorpassi.
    L’idea poi di mettere tutte le donne davanti è stata dannosa per loro (spintonate e alcune scaraventate a terra) e per noi maschietti (sorpassi impossibili fino al 2° km).
    Forse ho anche capito perché hanno tolto il doppio giro: il gruppo di testa, quello degli assoluti ingaggiati per capirci, avrebbe sofferto troppo i doppiaggi e questo non era tollerabile, questo no!

  • raffaele colantuono

    per la prossima volta bisogna fare dellegabbie in base ai tempi,non in base delle categorie,ci sono atleti anziani che corrono a 3,30 mentre ci sono m 35 che corrono a 5..,poi quasi tutti ci conosciamo,un po di rispetto verso chi si inpegna ad andare più forte,se ognuno parte per il suo ritmo tutto scorre per il meglio.

  • luigi di cristo asd il parco

    signiori e donne questa e la vita an chio come un salame fermo 40 minuti la in mezzo io non sono nessuno come tanti amici che corrono cosa vogliamo fare non correre piu (a partecipare gare ovviamente)non vale la pena avanti cosi

  • Gino Caruso

    Ciao a tutti, ho partecipato quest’anno come lo scorso anno,come cronista per conto dell’emittente televisiva Beneventana TV7,la quale in settimana trasmetterà in toto tutta lo svolgimento della gara.Sinceramente e opportunamente ho spettato di leggere qualche Vostro commento,per poi dire quello che io ho visto sulla partenza.Sinceramernte e per onestà devo dire che tutti questi”Sfaceli” descritti non sono stati: Ne visti e ne evidenziati da me e dalla “Troupe” televisiva di cui ho fatto parte.
    Sicuramente, alcune cose non sono andate per il verso giusto,come la partenza,annunnciata come frazionata per le varie categorie, ma non eseguita,il che ha creato grandi problemi agli atleti in gara.Sinceramente,dalle interviste del dopo gara,ad atleti di altre Regioni dell’Italia, si evidenzia chiaramente che la gara di Telese Terme,è stata una gara meravigliosa con un percorso bellissimo,con un pubblico caloroso e ben organizzata, a “prescindere” dall’episodio della”Partenza”.Caro Silvio Scotto,sono d’accordo con te sui”Fetenti”,ma prendersela con la Fidal e i dirigenti mi sembra esagerato,perchè noi sappiamo benissimo che le società A.S.D. curano tutta l’organizzazione e la Federazione è tenuta a curare l’aspetto legale dello regolamento e lo svolgimento della gara.Comunque,erano presenti il gruppo Giudici Nazionale,Regionale e Provinciali,con la presenza di alcuni dirigenti Nazionali e un Nicola Bianco che ha subito evidenziato il non rispetto (Non si sa perchè)della partenza frazionata.Fondamentalmente non è andata male,diciamo che il grande sforzo degli organizzatori è stato premiato,vuol dire che la prossima volta si studierà meglio la partenza,come suggeriscono i tanti “Mastri organizzatori”,che si sono espressi con i loro giudizi critici, su di un’organizzazione gestionale di alcune migliaia……..di atleti.Personalmente mi complimento con gli organizzatori per il tanto coraggio e il grande impegno che hanno profuso per questo grande evento podistico Campano.Gino Caruso

  • Viscusi Diego A.S.D. Atletica Running Telese Terme

    Dopo aver letto il suo intervento mi sono incuriosito e sono andato a dare un’occhiata ai dati in mio possesso (che sono poi alla portata di tutti).Lei ha impiegato un tempo di 36:08 con un real time di 36:08.Quindi presumibilmente è partito a ridosso dei top, come del resto gli altri 19 atleti appartenenti alla sua categoria che l’hanno preceduta sul traguardo.Quindi quando lei dice “e non parlo per me solo” non corrisponde alla verità, in quanto lei era nelle stesse condizioni dei suoi avversari di categoria, arrivando però ventesimo.Questo livore nei nostri confronti non dipenderà mica da una sua delusione personale?Inoltre visto che lei si erge a paladino dell’Atletica Leggera Italiana, come mi spiega che un dirigente della sua Società mi chiede un rimborso per portare a Telese i suoi atleti migliori ( presumo anche per lei) visto che dovevate confrontarvi per un campionato italiano. Questa è l’Atletica che le piace?

  • Massimo Gionta ASD Atletica Venafro

    Purtroppo non si può fare affidamento alla lealtà degli atleti, e gli organizzatori dovevano prevederlo (erano meglio le transenne basse almeno ci si poteva infilare)…….la mia gara, io vado a 3’40, non è un dramma, è stata rovinata da gente che va molto più piano di me ma che non mi ha fatto passare alla partenza, facendomi perdere 32” solo per passare sotto lo striscione, e di conseguenza mi sono innervosito tantissimo (corro per divertirmi non per innervosirmi) per poi dover superare gente fino all’ultimo centimetro di gara.
    Per il resto un solo appunto: il corridoio creato per il ristoro finiva sul percorso di gara all’8° km e c’era gente che ancora correva!
    Arrivederci al prossimo anno sperando che sia una splendida gara come lo è stata lo scorso anno!

  • elio frescani

    x il sig. Diego Viscuso. per quanto riguarda la mia gara io non mi lamento affatto, perchè non l’ho mai fatto e corro per divertirmi. ero nelle prime file perchè sono entrato nella gabbia alle 18.10 perchè prevedevo la confusione e forte dell’esperienza negativa dello scorso anno, ma è una cosa che non farò mai più per ovvii motivi.
    quando dico “e non parlo per me solo” intendo che le lamentele della partenza erano di tutti quelli che avevo intorno a me, non si riferiscono ad altro come lei intende. non ho nessun livore contro nessuno. per quanto riguarda quello che lei dice del mio dirigente non ne sono assolutamente a conoscenza e non le permetto di “presumere” che io abbia chiesto un rimborso: tale pratica non rientra nel mio modo di fare, mai! L’atletica che mi piace è quella del rispetto per tutti, da avere e dare.

  • da silvio scotto pagliara x il big Di Priamo

    Non ti sembra di offendere nel dichiarare a modo di “razzismo” la prestazione di un atleta di 4’30 al km ?
    Signor atleta da 3’40 o 4 km , ma Vuoi capire che sei un master ?
    Una definizione moderna della vecchia etichetta “amatore” !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Poi , quella definizione : i furbi da 4’30 al km !
    Alla maratona di New York , ci portano alla partenza 3 ore prima della partenza .
    Roma un po’ meno , ma idem , firenze , e tutte le gare con una massa di partecipazione .
    Disprezzare un tuo “compagno” di hobby , che esso sia di 4 ,5.6al km , non è nello stile , come credo che sei ( forse è la stanchezza e la delusione , che fa scrivere …….)
    una brava persona e che corri discretamente , ed ancora , quel tuo “avversario ” che poteva essere alla tua portava , lascia un po di rabbia , per questa partenza , non perfetta .
    Ti auguro migliore sorte ed auguri a migliori prestazioni e se un giorno ,la tua media sarà a 4’30 al km , (augurio che possa essere il piu tardi possibile ) ricordati di quella “frase o definizione” ed allora , ti farai una bella risata .
    Cmq , un4.30 a km tra il mondo amatoriale e pur sempre una bella marcia , o no ???
    buona estate
    da silvio

  • buonocore vincenzo isaura valle dell’irno

    IO L’AVEVO GIA’ PENSATO L’ANNO SCORSO:MAI PIU’ A TELESE CIAO!!!!!!!!!!

  • SATORNO PAOLO, NAPOLIRUN

    VI LAMENTATE CONTINUAMENTE DA ANNI DELLA FIDAL, DELLE QUOTE DI ADESIONE ALLE GARE, DEI GIUDICI DI GARE, DELL’AFFILIAZIONE, DEI 40 EURO DI TRASFERIMENTO, 10 DI TESSERAMENTO, DEI 45 EURO DEL TECNICO E DEL MEDICO DA TESSERARE PER OGNI SOCIETA’: IN POCHE PAROLE VI LAMENTATE DELLA VOSTRA FEDERAZIONE MA CONTINUATE A PORGERE SOLDI OGNI ANNO! LA LORO PRESENZA ALLE NOSTRE GARE NEGLI ULTIMI TEMPI E’ SOLO PERCHE’ HANNO ANNUSATO TANTI SOLDI ANCHE PER LORO! ALCUNE SOCIETA’ HANNO DECISO DI NON TESSERARSI ALLA FIDAL MA AD ENTI DI PROMOZIONE PROPRIO PER I SOLITI MOTIVI ED HANNO FATTO BENE. QUEST’ANNO LO ABBIAMO FATTO ANCHE NOI ERAVAMO SCETTICI MA ALLA FINE HA AVUTO RAGIONE IL NOSTRO PRESIDENTE PASQUALE CASTALDO. RIFLETTETE!

  • FRANCESCO BENEFICO HOBBY MARATHON CATANZARO

    FACCIO PARTE DI UNA SQUADRA CHE GLI AMICI CAMPANI CONOSCONO BENE MA CHE GRAZIE ALLA NOSTRA COSTANTE PRESENZA AI CAMPIONATI ITALIANI E’ CONOSCIUTA ANCHE A RIVA DEL GARDA, PAVIA, VIGARANO ECC. CONSIDERANDO CHE CORRIAMO ANCHE DA ROMA IN SU, COME POCHE SOCIETA’ FANNO ,(FINO A QUALCHE ANNO FA LA ERCO SPORT DELL’AMICO COLANTUONO). INSOMMA ABBIAMO GIRATO UN PO’ E NE ABBIAMO VISTE TANTE NON TRASCURANDO IL PARTICOLARE DI ESSERE 5 VOLTE CAMPIONI D’ITALIA. DIREI LA MIA CHE E’POI LA NOSTRA. GARA ESTETICAMENTE, PASSATEMI IL TERMINE, VERAMENTE SPETTACOLARE, PUBBLICO PRESENTE E CALOROSO. NOTE DOLENTI LA PARTENZA IN MASSA ED UN CAMPIONATO MASTER MISTO AI TOP RUNNERS. LA MIA SQUADRA ERA GIA’ NEL GABBIONE DALLE 18,00 AVENDO VELLEITA’ DA PODIO NON POTEVAMO PERMETTERCI IL LUSSO DI SCHIERARCI IN FONDO AL PLOTONE. PER QUESTO MOTIVO AVEVO CHIESTO AI COLLABORATORI DELL’ORGANIZZAZIONE VISTO IL CALDO ECCEZIONALE E LA LUNGA ATTESA DI FAR ARRIVARE BOTTIGLIETTE D’ACQUA O ANCHE UNA POMPA PER RINFRESCARE UN PO’ L’AMBIENTE RISULTATO NIENTE. CONCORDO CON IL RISTORO CHE INCANALAVA SUL PERCORSO SENZA ALCUN RISPETTO PER I PIU’ “LENTI”. CHE DIRE DELLA FIDAL NON ERA PRESENTE ALLA FINE DELLE PREMIAZIONE PERTANTO ERRORI DI CLASSIFICA FEMMINILE L’ABBIAMO DISCUSSA E RISOLTA TRA DI NOI CON L’AMICO COLANTUONO CHE FARA’ RICORSO CON IL NOSTRO AVALLO IN QUANTO LA NOSTRA SQUADRA FEMMINILE E’ STATA POSIZIONATA IN CLASSIFICA PRIMA DELLA ERCO SPORT PER UN ERRORE DI INTERPRETAZIONE DI REGOLAMENTO. PECCA FINALE SALIAMO SUL PODIO LE PRIME SQUADRE DELA CAMPIONATO ITALIANO E GRANDE SORPRESA ANDIAMO VIA SENZA NEMMENO UNA MISERA COPPA. DIMENTICANZA DEGLI ORGANIZZATORI? POTEVATE RISPARMIARE SU QUALCHE INGAGGIO O MONTEPREMI E COMPRARE QUALCHE TROFEO IN PIU’ VISTO CHE NOI SOCIETA’ SPENDIAMO UN BEL PO’ DI SOLDI PER ONORARE I CAMPIONATI ITALIANI .

  • BENIAMINO FAMOSO ATLETICA AMATORI IRPINI

    Non si può non condividere in pieno quanto detto da Elio, e senza dilungarmi mi soffermo solo sul calvario della partenza, bastava semplicemte fare delle “GRIGLIE DIVISE PER CATEGORIA” CON UBICAZIONE NATURALE SUL VIALE DELLE TERME,CHE ERA SICURAMENTE PIU’ IDONEO. Un saluto a tutti i colleghi podisti.
    Beniamino Famoso

  • silvio x francesco benefico

    per la cronaca , solo per la cronaca di errata affermazione . Scusami , solo per chiarezza , sul palco in rappresentanza della fidal nazionale c’era il consigliere nazionale ( presidente della atletica Benevento ) Giovanni Caruso e per la campania , il consigliere Roberto Torisco ( atletica Capua ) .
    Per qualcosa alla fine (coppe e ricordini) ebbene , qualcosa si poteva fare .
    Ti saluto e ti auguro una buona estate
    silvio scotto pagliara

  • silvio x francesco Hobby catanzaro

    Cmq , c’era per la fidal nazionale , giovanni caruso ( presidente della atletica benevento) e Roberto Torisco x il comitato campano ( atletica capua )
    Auguri di buona estate , amico francesco
    ma …era solo per far notare la sua partecipazione…….era quello che metteva anche le medagli al …collo !!!!!!!!!!!!!!!!!
    cmq , bravi e ancora bravi , un bel gruppo siete.
    silvio scotto pagliara

  • tramontano luigi arca atl. aversa

    di tutto quello che è stato detto, di positivo o negativo, e stato dimenticato l’accoglienza e il calore del pubblico durante tutta la gara.

  • FRANCESCO BENEFICO HOBBY MARATHON CATANZARO

    RINGRAZIO SILVIO MA QUANDO CI SIAMO LAMENTATI CON L’ORGANIZZAZZIONE PER LE CLASSIFICHE SBAGLIATE CI E’ STATO DETTO CHE NON C’ERA NESSUNO DELLA FIDAL AL MOMENTO DELLA PREMIAZIONE DELLE SOCIETA’. E CREDO PROPRIO SIA STATO COSI’ ALTRIMENTI IL MITICO COLANTUONO AVREBBE DETTO LA SUA IMMEDIATAMENTE ALL FIDAL. PER L’AMICO TRAMONTANO DEL CALORE DEL PUBBLICO NE HO PARLATO IO LA NOTA PIU’ BELLA .GRAZIE

  • Alessandro Di Priamo Villa Aurelia x Scotto Silvio

    Caro sig.Scotti forse non ha letto bene il mio intervento: corro da quando avevo 12 anni a livello nazionale dagli 800mt in alla maratona di NY in2h20′.Io sono ora Master e lo so bene: ma se corro senza riscaldamento in 32’24” , faccia lei la media, perchè devo “giocarmi” il titolo stando dietro a chi corre molto più piano ?Mi alleno a volte con persone che vanno a 5km e lo faccio volentieri , quindi non parli a me di “razzismo atletico”.E’ inaccettabile. Come lo è la mancanza di rispetto di atleti che pur sapendo di avere ritmi sicuramente lenti, pretendono di partire davanti a tutti i costi.Se io , come lei dice, probabilmente un giorno correro’ a questo ritmo avro’ la DECENZA E L’AMMIRAZIONE di mettermi dietro a quelli che so sicuramente andare più forte pur avendo 42anni e che corrono ancora a 3’10”.Gli vogliamo dare una colpa per questo?Allora chi è che manca di rispetto?ORA non ci prendiamo in giro: se voglio divertirmi e fare aggregazione, vado a farmi la gara della domenica non un Campionato Italiano seppur Master.Chiaro?!Concludo dicendole, come si evidenziava già nel mio intervento di ieri, che comunque la colpa NON E’ STATA DEGLI ATLETI di qualsiasi ritmo presenti A Telese : tutti cercano di andare al massimo.Bensì dell’organizzazione PERFETTA , ma INDISCUTIBILMETE DEFICITARIA, nella fase cruciale della PARTENZA che ha CONDIZIONATO i risultati del Campionato Italiano.Le auguro una bella estate di corsa e spero di tornare in Campania per correre altri Campionati con maggiori….REGOLE.

  • ANGELO MANNA.. ATLETICA CAPUA

    SIAMO NOI SCOSTUMATI..Ho partecipato ai mondiali a riccione 3 anni fa, si partiva tutti insieme ma ogni categoria stava a distanza di 20 metri, si rispettava tutto e tutti. Partenza dalle gabbie o per categoria? a pompei 2 anni fa gli mm 50 saltavano le gabbie e partivano con i 35…. e’ inutile…bisognerebbe fare il campionato italiano facendo partire 35, 40 45 a distanza di 10 minuti, forse solo cosi’ si rispetterebbero tutti……….Buonasera a tutti..

  • Franca Costantini- Amatori teramo

    Sono una donna , ho fatto tantissimi campionati italiani, non vado piano, ultimamente ho fatto Capua dove tutto è stato perfetto, ma qui c’è da dire di tutto e di piùà sulla SICUREZZA. Perchè non sono state scaglionate le partenze? Come si può concepire così la partenza di una gara di 10 Km,dove si schizza a razzo, non essendo nè una 21 Km e tantomeno una maratona? Io ho visto gente allungata a terra e io stessa per oltre 100 metri ho carambolato a destra e a sinistra colpita non si sa quante volte tai tori scatenati che arrivavano dal retro. Mi sono scoperta acrobata e , grazie all’assistenza di qualche Santo, non mi sono sfracellata a terra, ma ho avuto la tremarella per tutto il primo Km, e quando l’adrenalina si scarica così cosa vuoi correre più? Volevo fermarmi, ma poichè avevo qualcosa da perdere ho continuato, con immane sofferenza e chiudendo con un tempo alto. Per fortuna ho salvato il mio titolo italiano.
    A chi dice che la partenza unica conferisce il piacere di una condivisione io rispondo che così c’era solo da rompersi l’osso del collo e non si danno pari opportunità a coloro che gareggiano per un piazzamento. Oggi abbiamo i chip . tutto può essere facilitato. Tre o quattro partenze poco . istanziate e, almeno, si garantisce la sicurezza. E poi si facciano valere solo i real time e la si fa finita. A cosa servono i certificati medici che la Fidal ci chiede con fiscalità assoluta quando l’integrità fisica stessa viene messa a rischio da certe partenze scellerate? Per il resto c’è stata una buona accoglienza , ma la paura che ho provato alla partenza me la porterò dietro parecchio.

  • Nicola Iaquinto pod. Valle Caudina

    Mi complimento con l’amico e collega Mario del Vecchio e i suoi collaboratori per quanto hanno fatto, una manifestazione di altissimo livello, piena di calore e di partecipazione alle polemiche dico questo, che anche quando si costruisce la propria casa alla fine notiamo qualche errore, allora che facciamo la buttiamo giù e ne facciamo un’altra? o non paghiamo gli onorari al tecnico? naturalmente si fa esperienza per mettere a frutto tutto quello che si potrà migliorare in futuro una volta tanto non guardiamo il cronometro viviamo con gioia una festa di sport e di aggregazione. Io dal mio canto sono soddisfatto anche se non sono riuscito a migliorare il mio personale e a questa meravigliosa gara parteciperò sempre insieme ad altri della mia società.

  • silvio x Alessandro …ti rispondo x nome .

    Allora la colpa non è di quello che trovi avanti ? e a monte ! di chi ha deciso questa partenza.
    Poi il 60 correva anche lui per il titolo della sua categoria , o sbaglio ?
    Cmq , il sottoscritto , non elenca ala sua provenienza di ….sport .ma una sola riga voglio farla : basket, nuoto traversate capri.napoli ecc, e due giri d’italia per beneficenza .Poi mi conosce marco marchei e sono nello sport dall’età di 7 anni ! con il nuoto !
    6 km ? penso di meno ………ma volevo “figurare” il concetto .
    Ciao Alessandro , io ti considero della mia famiglia …..appassionati dello sport e su questo chiudo e a presto ….chissà a quale manifestazione .
    silvio
    asd terme stufe di nerone

  • Fulvio Simonelli Liternum Domitia

    Sinceramente a Telese sia io che i miei amici di squadra ci siamo divertiti molto; siamo partiti in fondo al gruppo, abbiamo corso i primi 3 km con due minuti in più rispetto alla nostra media abituale…e allora? Il perocrso era bello, c’era un sacco di gente lungo la strada ed il passaggio a San Salvatore è stato una delle cose più belle che ho visto, nella mia non lunghissima ma cmq significativa esperienza (una sessantina di gare); la consegna chip l’ho trovata più scorrevole di tante altre occasioni con un quarto dei partecipanti; sicuramente si può migliorare…si può sempre migliorare, ma faccio i complimenti agli organizzatori che oltre alla competenza hanno mostrato anche coraggio; posso capire il rammarico di chi correva per un titolo ed è rimasto ingabbiato, ma quanti saranno? alla fine la vittoria, anche di categoria, è un affare che riguarda due o tre persone; per il resto conta il divertimento e mi sembra strano che per molti questo non ci sia stato

  • Albino Di Filippo, Atl. Ermes

    A conti fatti, visto che la gara è stata bellissima, visto che quello che conta è divertirsi, visto che c’era la musica ad allietare tutti, visto che quello che conta sono i bagordi dei ristori del dopo-gara, visto che alla fine la vittoria è un affare che riguarda poche persone….. ABOLIAMO i Camp. Italiani, ABOLIAMO i Master, ABOLIAMO l’Atletica!!! che tristezza!!!!!!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>