Cronaca slide — 20 giugno 2016

podio donne telese 2016Un grandissimo evento come il “Trofeo Città di Telesia” non poteva e non doveva essere condizionato dalla pioggia, quella cioè che ci ha fatto brutta compagnia fino a quasi mezzora dalla partenza. Troppo bello questo evento (di assoluto valore Mondiale), troppo bello vedere quasi 2600 atleti pronti a gareggiare (record assoluto di iscritti nella storia delle sue 10 edizioni) e troppo coinvolgente lo spettacolo dell’atletica su strada di questo livello per essere condizionato negativamente da Giove Pluvio. Ed infatti la buona stella ci ha dato una mano: improvvisamente ha smesso di piovere (contro anche le previsioni degli esperti) e tutto è stato vissuto alla grande, e lo spettacolo è stato ancor più spettacolo. Atleti di livello mondiale e, soprattutto, il piacere di tanti appassionati che fanno la vera differenza a Telese. Grandi prestazioni cronometriche danno l’idea del livello qualitativo di una gara (ed a Telese il livello è da sempre altissimo) ma quello che ti lascia il buon sapore dell’Evento è dato dalla partecipazione festante, dai mille e mille colori delle canotte dei vai team che invadono strade, piazze: il paese. Ed il Trofeo Città di Telesia, da sempre, è soprattutto questo.

Gara

Record di arrivati alla 10^ edizione del Trofeo città di Telesia, ma niente record in campo maschile. Robert Chemonges (che sarà alla Maratona Olimpica per l’Uganda) ha tenuto alto il ritmo sin dai primi metri, riuscendo a fare selezione soprattutto nella seconda parte di gara (dopo lo spettacolare passaggio nel Cuore delle Terme di Telese). Alla fine la vittoria è arrivata, in 29’22” dallo start. Poco più di mezzo minuto e l’arrivo di Edwin Melly, con una terza posizione da urlo per il grandissimo Mimmo Ricatti (Aeronautica). Mimmo è da sempre amico fedele di Telese, e Telese da sempre lo corrisponde portandolo a fare grandi cose, quest’anno ancora più grandi: per lui il terzo gradino del podio, primo degli italiani al traguardo. A Dario Santoro e Vincenzo Agnello gli altri due piazzamenti nella speciale classifica made in Italy (primo campano all’arrivo Michele Stingone).

Così come per Ricatti, stesso discorso per Laila Soufyane. La gracile e bella atleta del team Esercito è sempre protagonista in terra Telesina, tanto da aver vinto nel 2015 il titolo Italiano di Mezza. E la tradizione continua, e continua alla grande: con la vittoria sulla 10 km, con una grandissima prestazione cronometrica (33’40”) e con uno splendido sorriso al momento del suo arrivo. Vittoria italiana con Laila, e seconda posizione anche: con Rosaria Console (34’38”). Questa volta il Kenia si è dovuto “accontentare” del terzo posto, piazzando sul gradino baso del podio la giovane Murigi. Terza delle Italiane all’arrivo la Forestale Deborah Toniolo (segnalando anche l’ottima quarta posizione tricolore per la Campana Francesca Palomba).

Mi piace segnalare in gara, regolarmente all’arrivo, i fratelli Filippo e Michele Liverini (Liverini spa): da sempre lo sponsor per eccellenza del Trofeo Città di Telesia. E mi piace ancor più segnalare che, con loro in gara, le loro rispettive consorti: Rosaria Vecchi e Maria Vittoria Crocco.

Grande evento quell organizzato dal Running Team Telese Terme: un appuntamento mondiale che è tale per come si propone, per quello che propone, per quello che ci fa vivere.

Marco CasconeMarco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>