Cronaca slide — 24 giugno 2013

resized_resized_normal_resized_DSC_0043[1]Non è un caso che la Federazione Mondiale di Atletica leggera abbia inserito il Trofeo Città di Telesia tra le gare su strada più importanti al mondo. La settima edizione del Trofeo Città di Telesia è stato puro spettacolo agonistico, con protagonisti ogni singolo partecipante, una marea di pubblico.

Gara

Condizioni climatiche più che buone, con una prima bella serata di domenica d’estate a fare da cornice ad un evento che ha portato nel Cuore della città delle Terme il meglio dell’atletica Italiana e Mondiale, e con loro, quasi 1500 splendidi amatori e master che hanno vissuto dal di dentro le emozioni di una gara stellare.

10 km che uniscono Telese Terme a San Salvatore Telesino, percorso medio/veloce, prestazioni crono all’altezza di un evento del genere. Basta dire che i primi 10 uomini sono scesi sotto il muro dei 30’, con la vittoria assegnata sul piede dei 2’52” tra gli uomini, 3’18” per le donne.

Senza dubbio la gara maschile è stata agonisticamente più avvincente. Nel mio commento della gara ricevevo in tempo reale notizie da radio corsa, con Nicola Bianco che mi aggiornava km dopo km, aiutandomi così ancor più a coinvolgere il pubblico in attesa, che ha vissuto ogni istante della gara e la sua evoluzione.

Partenza “tranquilla”, con un 8’40” al terzo km, per poi un cambio di ritmo pauroso quando si è giunti in prossimità del 7° km. E io lì a tradurre in media, a dare le proiezioni finali, per meglio fare intendere ciò che stava accadendo. Per un po’ abbiamo creduto anche alla possibilità del miglioramento del record del tracciato (Chirchir, 28’30”) ma alla fine, causa dei parziali “più tranquilli”, nonostante il grande sprint tra i tre Keniani che si sono presentati sul rettilineo di viale Minieri, 15” in più non hanno permesso al vincitore (Simon Cheprot) di essere per il futuro l’atleta da battere, dal punto di vista del crono. Seconda posizione per il giovanissimo John Kosgei (Junior), a soli 4” dalla vittoria. Terzo Silas Ngetich. Primo Italiano al traguardo Domenico Ricatti (grandissima gara per lui, 29’27”). Per gli atleti di casa (inteso quali atleti campani) la bella prova per Gilio Iannone e Giuseppe Soprano, arrivati nei primi 20, con 31’14” e 31’23”.

33’00” il tempo finale per la vincitrice della gara in rosa. Impegnata di più, la forte keniana Joyce Kiplimo, avvrebbe potuto ancor più avvicinare i ltempo record della Straneo (ottenuto nella scorsa edizioni, 32’24”). Gara solitaria per lei, con la connazionale Rebecca korir a 58”. Gran bella gara per  Fatna Maroui. La forte atleta dell’Esercito, ha saputo tenere testa alle fortissime avversarie, salendo sul terzo gradino del podio, con un ottimo 34’10” finale. A completare il novero delle prime 3 italiane all’arrivo, Laila Soufyane (anch’ella dell’esercito) e Claudia Dardini (G.S. Lammari). Bellissima prova per Annamaria Vanacore, prima campana e 15^ assoluta.

Gara nella gara, la ricca classifica a squadre: andata alla Napoli Nord Marathon.

Spettacolare il Trofeo Città di Telesia. Frutto del lavoro organizzativo di Mario del Vecchio e Diego Viscusi, con infaticabili collaboratori a dare il meglio di se.

Trofeo Città di Telesia: tra le gare più belle al mondo, dove l’appassionato incrocia atleti Olimpici, e il pubblico riesce alla grande a trasferire l’emozione che l’insieme di questo evento riesce a donare.

Marco Cascone

(foto di Franco Manna)

Share

About Author

Cascone

  • Giovanni

    Una gara davvero bella con un altissimo livello tecnico, tutti i big nella stessa gara è una cosa davvero rara da vedere. Perfetta l’accoglienza, i ristori durante e dopo la gara, la medaglia da collezione data a tutti gli atleti e i ricchi pacchi gara. Unica pecca sono state le quasi 2 ore che abbiamo dovuto aspettare per ritirare il premio, la ritengo una piccola brutta parentesi tra lo splendore di questa bellissima gara!

  • Luigi Montanino

    SPETTACOLARE , permè è la prima volta che partecipo a questa gara , macchina ORGANIZZATIVA IMPRESSIONANTE per una 10KM , chi organizza sa perfettamente il lavoro che c’è dietro a una gara.
    Parcheggio, accoglienza, sicurezza sulla strada (transennata x 4 o 5 km) ristoro durante e dopo gara scorrevole
    partenza e arrivo ECCELLENTE, pubblico caloroso e partecipativo. Speaker (Marco Cascone) GRANDIOSO.
    Con questa macchina organizzativa potete aspitare tranquillamente più del doppio degli atleti di ieri.
    BRAVI……BRAVI……BRAVI

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>