Cronaca — 02 novembre 2009

Oltre trecento persone hanno colorato le vie di Gaeta in occasione della diciannovesima edizione della Corri Gaeta, che da quest’anno ha abbinato il proprio nome ad un’importante iniziativa di solidarietà. La manifestazione podistica organizzata dall’Atletica Club Nautico Gaeta in collaborazione con l’Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti della provincia di Latina e con il patrocinio del Comune di Gaeta, ha sposato la causa dell’Associazione Nazionale Niemann Pick Onlus. L’ente benefico si interessa della malattia “NPD” – Niemann Pick Disease: il termine identifica un gruppo di malattie che interessano il metabolismo causate da mutazioni genetiche specifiche. Il legame della Corri Gaeta con questa Associazione è costituito da Antonio Lisi, portacolori dell’Atletica Club Nautico che, sfortunatamente, ha riscontrato questa patologia rara nelle tre figlie. Antonio vuole sensibilizzare il più possibile riguardo la malattia, intento raccolto dalla sua società che ha coinvolto il mondo della corsa. Una cospicua parte del ricavato delle iscrizioni è stata infatti destinata a finanziare la ricerca: al termine della gara il presidente dell’Atletica Club Nautico, Mario Belalba, ha firmato un simbolico assegno di oltre 1.200 euro, ulteriormente incrementato dalle donazioni successive dei partecipanti. Più di 220 atleti, infatti, si sono dati appuntamento sulla linea del via della gara competitiva sulla distanza di 11 chilometri, con la consapevolezza di un valore aggiunto della loro iscrizione legato alla solidarietà, così come per i cento partecipanti alla stracittadina aperta a tutti di sei chilometri. Tra gli agonisti hanno prevalso i fratelli Lamachi, entrambi tesserati per l’Atletica Capua: Abdelkebir ha fatto sua la gara maschile concludendo la propria fatica in 33 minuti e 21 secondi, contro i 34 minuti netti di Samir Jouamer (Nuova Atletica Lariano), che ha bruciato nello sprint finale la concorrenza di Rachid Erradi (Colleferro Atletica) e Oleh Ivaniuk (Running Evolution). L’alto livello tecnico della manifestazione confermato anche da Fabrizio Adamo e Gianluca Bonanni, rispettivamente quinto e sesto classificato ad una manciata di secondi dal gruppetto degli immediati inseguitori del vincitore Lamachi. E tra le donne si è imposta Meriyem Lamachi, sorella di Abdelkebir, che con il tempo di 39’34’ ha fatto il vuoto dietro di sé. Piazza d’onore per Eleonora Bazzoni (Running Club Futura) in 41’45’, e terzo posto per Loredana Vento (Roma Cus Atletica) in 42’23’. La speciale classifica per società, stilata in base al numero di atleti al traguardo, ha visto il successo dell’Olimpic Marina di Minturno, davanti alla Poligolfo Formia e all’Atletica Sabaudia. Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti anche il presidente del Club Nautico Gaeta, Raffaele Esposito, e l’assessore allo Sport del Comune di Gaeta, Davide Vecchiarello. «L’amministrazione comunale – ha sottolineato Vecchiarello – intende sostenere e promuovere lo sport, in particolare quando esso si abbina a iniziative di solidarietà come quella in favore dell’associazione Niemann Pick. Sono particolarmente contento della grande partecipazione alla gara e per questo ringrazio tutti gli atleti convenuti a Gaeta». La Corri Gaeta era valida anche quale undicesima e penultima tappa del Grande Slam-Trofeo Icar Renault, il circuito in tredici prove organizzato dall’Uisp in collaborazione con Mapei, Sport ’85, Polase Sport ed Ipermercato Panorama. Lo Slam tornerà domenica 15 novembre con la Mezza Maratona Trofeo Giacomo Ippoliti a Cisterna. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito internet http://www.uisplatina.it/.

Autore: Andrea Giansanti

Share

About Author

Peluso

  • ENZO MARTUCCI ATLETICA CAPUA

    FINALMENTE UNA DOPPIA VITTORIA X I FRATELLI LAMACHI PORTACOLORI DELLA NOSTRA AMATA SOCIETA’ BRAVI E V AUGURO TANTI E TANTI ANCORA DI QUESTI SUCCESSI

  • angelo della rocca, cava

    Mi trovavo nei paraggi e ho deciso di partecipare. Gara un pò diversa da quelle che siamo abituati a disputare in Campania. Tutto un pò più tranquillo, senza stress, con la possibità di iscriversi anche la mattina. Nel complesso più che buona l’organizzazione, percorso in prevalenza pianeggiante tranne la salita al castello (impegnativa e lunga) e la particolare discesa a tornanti stretti.

  • giovanni calce Poligolfo Formia

    UNA BELAL GIORNATA DI SPORT, CON UNA INIZIATIVA LODEVOLE DA PARTE DEL “GRANDE” MARIO BELABA, COMPLIMENTI DA NOI TUTTI

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>