Cronaca slide — 21 agosto 2013

transmarathon_2012_01[1]Partita l’emozione 2013 della Transmarathon. Partenza non facile, visto il percorso proposto dalla prima tappa, quella che porta tradizionalmente gli atleti da Santa Maria di Castellabate al centro dii Agropoli. Una tappa tosta di suo, resa ancor più tale da un tasso di umidità decisamente alto (ma per fortuna la pioggia che minacciava non è venuta giù), con l’agonismo tra gli atleti che poi ha preso il sopravento, come è giusto che sia. Un agonismo però diverso da quello classico, quasi a dire “meno competitivo”. Sembra un non senso, ma non è tale. C’è infatti tra gli atleti la giusta dose agonistica, ma senza parossismi, senza esasperazioni, quasi un “cameratismo/competitivo”.

Gara

Jawad Soigra (del team Podistica il Laghetto) sulla carta, prima del via, era l’atleta più accreditato alla vittoria finale, e ad Agropoli ha confermato di essere tale. In testa sin dall’inizio, si è lasciato accompagnare solo nella prima parte di gara dai due connazionali, El Mouaddine Abdelouab (Tifata Runners) e Hamid Kadiri (Fiamme Argento). All’arrivo sono poi giunti in sequenza, anche se Jawad hasaputo fare la differenza (37” da El Mouaddine). A kamel Hallag e Toufik bensaikoik la quarta e quinta posizione (con Francesco Bassano e Alessandro Eterno subito dietro).

La gara femminile ha avuto tutt’altro sapore agonistico, almeno per le primissime posizioni. Scontro tra le due pronosticate, tra Roberta Boggiatto e Alessia Amore. Alla fine è stata Alessia ad arrivare vittoriosa ad Agropoli, e lo ha fatto dimostrando, oltre ad un ottimo stato di forma, di essere capace di saper gestire la competizione, saper leggere l’avversaria di turno (la Boggiatto è atleta esperta e di assoluto valore, soprattutto su questi percorsi impegnativi). Al traguarda tra le prime 2 donne solo 20”, cosa che lascia spazio al facile intendere che le prossime tappe saranno molto interessanti…! Nella speranza però di avere Alessia al via, visto che c’è indecisione di tipo tecnico per la  sua presenza a San Giovanni a Piro, la seconda tappa. Ottima terza al traguardo, all’arrivo nella bella piazza di Agropoli (tra due belle ali di folla), Anna Senatore. Anna, atleta podisti Cava Picentini, hachiuso in 39’53”, precedendo a sua volta la giovanissima Elite di Rosa e Nadia Marchisio (del team Pod. Valle Varaita). Buone le prove anche per una ritrovata Anna Bianco (Vis Nova Salerno) e Marianna Biancardi (sempre tra le protagoniste alla TransMarathon).

Premiazione in piazza dei primi 3 e delle prime 3, per poi darsi appuntamento a questo pomeriggio, per la seconda tappa del tour: tutta nel cuore di San Giovanni a Piro. Tappa ancora impegnativa (forse la più impegnativa del giro), con 11 km che però hanno dalla loro parte la bellezza del tracciato e la bella accoglienza dei SanGiovannesi.

La TransMarathon continua, le emozioni pure…

Marco Cascone

 

http://www.podistidoc.it/transmarathon-prima-tappa-2/

Share

About Author

Cascone

  • Gennaro Mercedes

    un grosso in bocca al lupo, all’organizzatore Roberto Funiciello e a tt i partecipanti della trans Marathon del Cilento, quest’anno ho corso e partecipato solo alla I.Tappa è stato mio piacere incontrare tanti amici, conto di fare la gara finale se pre x stare insieme a tante persone che come me, amano la vita e la corsa.!
    ………………………………………………………………..Gennaro Mercedes Tagliafierro.!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>