Cronaca — 29 giugno 2010

Era prevedibile che la terza tappa della Traslaval, il giro podistico in corso di svolgimento in Val di Fassa, potesse sconvolgere la classifica, in particolare quella maschile. E così con una vittoria costruita principalmente nella lunga discesa, due terzi dei 16,3 km, il ferrarese Massimo Tocchio ha vinto la tappa odierna, ma soprattutto si è portato al comando della graduatoria generale. Tutto invariato al vertice della femminile, con la rumena Ana Nanu sempre più sola al comando.


La gara di oggi era temuta da tutti, la più lunga della 12.a edizione della Traslaval, che presentava una  ripida salita da togliere letteralmente il fiato per circa 2 chilometri, poi un paio di chilometri in leggera ascesa e infine tutta discesa fino all’arrivo, dopo 16,3 km di corsa.


Ha ‘calcato la mano’ l’organizzatore Stefano Benatti in questa terza tappa, ma si corre sulle Dolomiti e forse è giusto che salite e discese siano ardite.


Oggi dopo il via da Soraga, Emanuele Zenucchi ha mostrato i muscoli. Grinta degli ultimi due anni che lo hanno consacrato ‘re’ della Traslaval, ma il leader della corsa, il marocchino Khalid Ghallab, e Massimo Tocchio non si sono fatti intimorire. In un punto in cui il dislivello era più appropriato per una discesa libera che per una salita di corsa, Ghallab con nonchalanche ha buttato le sue scarpette davanti a tutti. Dietro come un’ombra c’era Tocchio, che sembrava incollato con l’Attak. A qualche metro li rincorrevano Salvatore Concas e Paolo Battelli, poi una lunga fila indiana ad arrancare tra i prati in fiore e le Dolomiti all’orizzonte.


Salita tosta da autentici camosci e come tali, prima di arrivare a Tamion, Tocchio e Ghallab si erano già sbarazzati dei rivali ed erano i primi ad affrontare l’originale passaggio all’interno della stalla dell’Agritur Weiss. Sorprese le mucche spettatrici insolite, con asini, maiali, conigli e tacchini a salutare il passaggio dei concorrenti. Fuori una spruzzata d’acqua da un idrante era la benvenuta, c’era bisogno di rinfrescarsi le idee perché la salita non era ancora finita. Alle loro spalle il gruppo non era più gruppo. Si era sfilacciato molto prima, e tra i prati fioriti saliva un serpente di podisti.


Alla spicciolata, dentro la stalla per la gioia di fotografi e cineoperatori, si presentavano poi Zenucchi, Concas, Battelli, Toniolo, il ‘giornaliero’ Pinamonti, Lantermino, Basoli, Turetta, Chiera e Braganti, ma Ana Nanu era davvero poco distante. Una gazzella nell’affrontare la salita da Soraga a Tamion.


Tra le donne ad inseguire la leader della Traslaval c’era Elena Riva, quindi la De Poi ed una frizzante Scarselli.


La successiva salita, ancora un paio di chilometri, non era determinante e allo scollinamento a Costa Bregosa le posizioni rimanevano invariate, con Ghallab e Tocchio appaiati al comando.


A metà discesa, mentre Zenucchi si stava avvicinando ai primi due, Battelli andava a raggiungere Concas, ma a Prapolin Tocchio si divincolava dall”ossessionante’ compagnia di Ghallab ed allungava prima leggermente staccandolo di 15′, poi non contento scivolava silenzioso tra i boschi guadagnando 30′ ed alle porte di Moena il vantaggio era già salito a 50′. Dietro Zenucchi, con la pelle a brandelli sotto le piante dei piedi, era costretto a rallentare e ne approfittava Battelli che passava così al terzo posto.


Il finale era una autentica passerella per Tocchio, ed il cronometro si bloccava dopo 1h00’17’. Ghallab ‘pagava’ 1’06’ e passava la mano nella generale al vincitore di giornata. Battelli agguantava il podio ai danni di Zenucchi che comunque conteneva senza problemi Concas.


Evidentemente i tre giorni di gara, nel finale, hanno pesato sui muscoli degli atleti, ma non era così per Ana Nanu che andava a vincere col tempo di 1h14’01’, 23° tempo assoluto! Anche Elena Riva era in gran giornata e si confermava seconda a 1’44’, ma la sorpresa era Francesca Scarselli che balzava al terzo posto.


Così, dopo le prime tre tappe, domani c’è il meritato riposo. Tocchio conduce la generale con 35′ su Ghallab mentre Battelli è terzo a meno di 2′, tra le donne Nanu e Riva sono ormai saldamente nelle due prime posizioni, alla terza invece si è affacciata la Scarselli.


Giovedì la Traslaval si sposta a Muncion con 10 km di gara, ed i primi due tutti in discesa. Ma è evidente che tutti attendono e temono il tappone finale di venerdì che da Passo San Pellegrino sale al rifugio Paradiso. E lì ancora una volta la classifica generale potrebbe avere uno scossone, altro che ‘paradiso’, potrebbe essere un inferno per muscoli e polmoni sottoposti alla dura fatica, l’ultima di questa edizione 2010.


Info: www.traslaval.com



Classifica 3.a tappa:



maschile:


1) Tocchio Massimo (GS Gabbi) 1.00.17; 2) Ghallab Khalid (Genova di Corsa) 1.01.23; 3) Battelli Paolo (Calcestruzzi Corradini) 1.01.57; 4) Zenucchi Emanuele (Gruppo Satrini) 1.02.33; 5) Concas Salvatore (Genova di Corsa) 1.03.57; 6) Pinamonti Adriano (Atl.Valli di Non e Sole) 1.05.07; 7) Lantermino Danilo (Pod. Valle Varaita) 1.05.50; 8) Chiera Franco (CUS Torino) 1.07.02; 9) Basoli Andrea (Runners Valbossa) 1.07.08; 10) Toniolo Mauro (Atletica Verbano) 1.07.15


 


femminile:


1) Nanu Ana (GS Gabbi) 1.14.01; 2) Riva Elena (Genova di Corsa) 1.15.45; 3) Scarselli Francesca (Olympic Runners Lama) 1.19.08; 4) Passera Cinzia (Runners Valbossa) 1.19.56; 5) Pavani Barbara (Atl. 85 Faenza) 1.22.13; 6) De Poi Angela (US Aldo Moro Paluzza) 1.23.06; 7) Lucchi Silvia (GS Gabbi) 1.24.06; 8) Quartesan Chiara (Runners Valbossa) 1.24.40; 9) Mazzel Arianna (Atl.Fassa 08) 1.26.46; 10) Veronese Paola (Assindustria Padova) 1.27.04


 


Classifica dopo 3 tappe:


maschile: 1) Tocchio Massimo 1.59.37; 2) Ghallab Khalid 2.00.12; 3) Battelli Paolo 2.01.23; 4) Concas Salvatore 2.03.00; 5) Zenucchi Emanuele 2.03.27


femminile: 1) Nanu Ana 2.24.28; 2) Riva Elena 2.29.08; 3) Scarselli Francesca 2.37.43; 4) Passera Cinzia 2.38.50; 5) De Poi Angela 2.39.03


 

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

  • silvio scotto pagliara asd stufe di nerone

    Bravo Fortunato Varriale 1h52’48 e Giuseppe Spezio in 2h23’47”
    Domani , stufe, si riposa e ancora un avanti cosi
    FORZA TERME STUFE DI NERONE

  • sonia marongiu atletica città di padova

    e bravi… io vorrei pure sottolineare il sorpasso di chicco lazzaro su luca lazzaro! e aspettiamo romana…..!!!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>