Cronaca — 19 agosto 2008

Percorso di tappa: non è stato facile, da gestire al meglio, per poter economizzare le energie in vista dei prossimi impegni. Del resto questo è anche il fascino di una gara a tappe.


Alberico Di Cecco: protagonista annunciato, protagonista è stato (42’24’ al traguardo); Non ha avuto però vita facile: il Marocchino Abdula Benkmadir ha anche tentato di andar via a due km dal traguardo.


Anna Senatore (Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi): la sua prima volta alla Transmarathon. Decisa, impegnata fino agli ultimi metri, emozionata come è giusto che sia. Splendida la sua vittoria ad Agropoli (54’08’ per lei).


Gioconda Di Luca (ErcoSport): seconda al traguardo di tappa (a 2’10’ dalla vincitrice). Prova maiuscola per lei, considerando che è da poco rientrata dalla Dolomiti Park Road (con il suo strascico di naturale fatica).  


Remigio Montella (Isaura): è da sempre protagonista alla Transmarathon. Ad Agropoli la conferma che con questa gara a tappe ha un particolarissimo feeling!


Alessandra Camassa (Cus Lecce), Maria Vozza (Napoli Nord Marathon) e Cecilia Patella (Libertas Agropoli): si annuncia una bella competizione per il terzo gradino del podio.


Classifica maschile: corta, molto corta dalla 4a alla 10a posizione. Nessuna distrazione è permessa.


Benito Salvati: 80 anni, arriva al traguardo in 1h15’e lo fa con una tale freschezza fisica e di animo che lascia tutti esterefatti. Grandissimo!


Due atleti: si ‘distraggono’, partono quando gli altri sono andati via da un pezzo. Se la prendono comoda. Fanno percorsi ‘alternativi’ e arrivano in Piazza ad Agropoli quando lo ‘struscio’ (passeggiata dei turisti) è già iniziato da un pezzo!


Amministrazione Comunale Agropolese: sempre attenta e presente. Un bell’esempio.


Libertas Agropoli e Staff tutto: collaudati, ognuno al proprio posto. Al meglio!


Roberto Funicello: Patron che conferma il suo dono dell’ubiguità. Ovunque. Te lo vedi apparire solo a fine gara. Giustamente soddisfatto per quanto vissuto e fatto organizzativamente vivere.


Madonna del Granato/Giungano: sarà la 2a tappa, di 11 km. Vivremo un’altra bella emozione.


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>