Cronaca slide TuttoCampania — 08 ottobre 2017

resized_IMG_9078La mia prima mezzamaratona, dopo l’Ironman di Francoforte di questa estate, mi ha portato in Puglia, terra di grandi corse. Ed ho scelto il mare, puntando su Trani, la perla dell’Adriatico. Un week end di piacere e di sport, trascorso con mia moglie nel migliore dei modi.

A Trani ho vissuto una vigilia da turista, assistendo poi alla Night Run con centinaia di partecipanti. Tra questi il grande Giacomo Leone, ex indimenticato maratoneta internazionale ed attuale dirigente della federazione regionale. Anche se per pochi metri, ha onorato la partenza della non competitiva di 8 km. E’ stato uno spettacolo vedere la città correre di notte. C’erano proprio tutti in piazza Quercia, quartier generale della due giorni podistica. L’associazione sportiva Tommaso Assi, organizzatrice dell’evento, è stata impeccabile, grazie alla solerzia dei dirigenti e collaboratori. Gentili e disponibili con tutti, hanno reso piacevole il soggiorno di chi era venuto per vivere un’esperienza sportiva diversa.

La Tranincorsa Half marathon mi ha riservato la gioia di ritornare a correre su tempi accettabili, anche per il servizio offerto dai “palloncini” battistrada. Avevo scelto in partenza di seguire quelli di 1h30’ e sono riuscito nell’intento, recuperando anche 30” al traguardo. Bello il percorso tra il mare ed i monumenti cittadini, con la cattedrale romanica in evidenza ed i tratti stradali con la pietra di Trani al posto dell’asfalto.

Una gara a misura di atleta, che ora proietta la cittadina capoluogo verso nuovi traguardi. Girando l’Italia ho avuto modo di annotare negli anni eventi podistici simili. Passione, competenza, altruismo. E’ stato un binomio turismo e sport davvero bello. E’ questa la formula vincente che fa crescere le manifestazioni. La festa del sabato sera è continuata idealmente il giorno dopo, anche se lo scintillìo di luci e la tanta musica diffusa in piazza Quercia all’arrivo dei non competitivi hanno lasciato lo spazio a cronometri e chip degli agonisti.

La giusta ricompensa alla mia fatica è stata l’amicizia degli organizzatori e l’immagine della cattedrale impressa sulla medaglia ricordo. Una gara da consigliare.

 

 

Corrado Crivelli

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>