slide TuttoCampania — 23 maggio 2016

torre annunziata 2016Pasta Run: tutti si aspettavano una gran gara, tutti sono stati accontentati. Splendida la terza edizione della gara dedicata alla Pasta, dedicata a chi ama correre, dedicata alla città. Le Prime due edizioni sono state un successo, questa terza ha superato la bellezza organizzativa delle prime due ed ha saputo fare ancor più differenza. Tanti tasselli, tutti al posto giusto: ed ecco che Pasta run, la gara organizzata da Roberto Cirillo e dal suo team “Oplonti TreCase Run”, ha esaltato un sabato pomeriggio a Torre Annunziata, un sabato pomeriggio tanto atteso e tanto vissuto.

Gara

Percorso confermato, quello delle prime due edizioni, con tracciato vissuto nel centro del Paese (cosa complicatissima in queste zone, tartassate dal traffico) e vissuto al meglio: veloce, con caldo ma non troppo e qualità e quantità di atleti al via. Ed al via ci ha pensato subito Ismail Adim a fare la differenza, già dal primo km. Piede sull’acceleratore e via, da solo verso il traguardo. Passaggio molto forte a metà gara, per poi subire nel secondo: ma nulla di grave, troppo il distacco dagli inseguitori. Vittoria quindi per il portacolori del team Caivano Runners, in 31’20”. Alle spalle del vincitore, una gara tutta in gestione per Gilio Iannone. Una gestione finalizzata alal seconda posizione, poi arrivata regolarmente per l’atleta del team International Security Service. Terzo gradino del podio per Toufik Bensakouk (ErcoSport) mentre bello il confronto per le posizioni ai piedi del podio. Confronto a tre, poi vinto da Marek Hadam (Il Laghetto). Tecnicamente la gara di Marek è stata la migliore, partenza, assestamento e media finale senza sbavature. Alle sue spalle Gianluca piermatteo (Torrese doc  ma atleta del Movimento Sportivo Bartolo Longo), con Pasquale Iapicco in sesta piazza.

Strepitosa, come e più di sempre, Meriyem Lamachi. Vederla correre è un piacere, vederla vincere con tanta facilità lascia sbigottiti. Gran gara per lei, e nuovo record da battere: 34’59”. Seconda posizione per Siham Laaraichi, con Francesca Palomba prima delle Italiane, seguita dalla sorella Filomena, da Silvia Nasso (Cus Tirreno Atletica) e Lucia Avolio.

Bella, bellissima la gara di Torre Annunziata, e come sempre una festa la premiazione: il lido, il mare, il tramonto, i fuochi di artificio, il ricordo (sempre vivo) di Luigi Raiola.

Marco Cascone.Marco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>