slide TuttoCampania — 24 maggio 2014

Pasta run 2014Sì, lo so: tutto è migliorabile. Ed è naturale quindi che soprattutto un’organizzazione lo sia. Però, strizzando l’occhio a quanto visto realizzare a Torre Annunziata questa sera, sarà davvero dura per Roberto Cirillo e per il Team Oplonti-Trecase Run, migliorare se stessi, migliorare la 10 km che hanno donato alle organizzazioni Campane. Sarà complicato davvero migliorare “Pasta Run”.

Torre Annunziata è paese tremendo dal punto di vista della viabilità, di sabato sera non ne parliamo. Sembrava un grossissimo azzardo prevedere la partenza proprio il sabato sera, appariva un azzardo tentare di chiudere le strade nel cuore del comune, i tanti vicoli, convincere gli abitanti a non usare l’auto o a posticipare il suo uso. Sembrava tutto questo, ma poi i fatti hanno superato le speranze e Torre Annunziata non solo ha poi accettato la gara, ma l’ha vissuta, scendendo in strada e godendosi lo spettacolo.

A tutto questo c’ha pensato l’organizzazione, il resto (e che resto…) l’hanno fatto i quasi 900 atleti, 900 appassionati che hanno esaltato una serata, anche per questo, davvero magica. Tecnicamente poi è stata una gara che ha confermato la velocità del tracciato proposto, con un confronto stellare tra i due migliori Marocchini al via: Abderrafii Roqti e Younes Zitouni. In realtà tra i due nord Africani c’è stato un vero accordo per puntare, in collaborazione, a migliorare il tempo limite previst,o per ottenere un ulteriore bonus alla premiazione. E l’accordo agonistico-cronometrico non solo ha funzionato, ma ha portato entrambi i protagonisti a chiudere scendendo sotto il limite dei 30′. Al traguardo è stato Roqti a passare per primo e firmare la prima vittoria nella storia di Pasta Run, ma sia Roqti stesso sia Zitouni hanno chiuso sotto i 30’, per la precizione 29’40” Roqti, 2” dopo Zitouni (per questa gran gara poi l’organizzazione ha riconosciuto ad entrambi il bonus-premio). Alle spalle del duo del Marocco, la gara per il terzo gradino del podio. Alla fine altro Marocchino a spuntarla, questa volta del Team Podisti Cava Picentini Costa-D’Amalfi: El Mourid Morad. Quarto e quinto posto per i primi italiani all’arrivo, entrambi del team Vis Nova: Antonello Barretta e Alfonso Ruocco.

La gara femminile è vissuta sul pathos del record sì, record no. Siham Laraichi ha tentato di scendere sotto il limite bonus dei 36’00” (al passaggio ai 5000 18’10” per lei) ma poi il caldo e l’umidità (anche se non altissima) l’hanno costretta a tenersi stretta la vittoria, rinviando all’anno prossimo l’appuntamento con una gara sotto i 3’36” a km. Alle spalle della comunque sorridente ragazza del Marocco, ecco l’arrivo della connazionale Fatima Moaaouyah, con Cathy Barbati ottima 3^, sul piede dei 4’00” a km. Quarta e quinta posizione per Annamaria Vanacore (sofferente per un problema fisico) e Mena Febbraio.

Gara nella gara, il podio per gli arbitri di calcio: all’apice del quale è salito Alfonso Annunziata, seguito sul gradino destro da Giuseppe Celentano e a sinistra invece l’arbitro Internazionale Marco Guida.

Quest’ultima gara, ma come del resto tutto l’evento, è stata particolarmente vissuta nel ricordo del giovane Luigi Raiola (appassionato runner e, ancor prima, arbitro di calcio).

La classifica a squadre è andata al team Podistica Il Laghetto

Sì, già: tutto è migliorabile. Ma, come dicevo, sarà difficile però farlo, visto quanto vissuto a Torre Annunziata in occasione di Pasta Run. Impossibile però fare meglio dello splendido tramonto che, alle nostre spalle, ha fatto da poetica scenografia alla premiazione, vissuta sulla spiaggia.

Marco CasconeMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

  • Mimmo Errichiello

    Buon giorno a tutti i podisti,dare un commento alla gara di ieri a Torre Annunziata è molto semplice,per quanto mi riguarda,buona l’organizzazione, buono il percorso,qualche punto di ristoro acqua lungo il percorso si poteva aggiungere visto il caldo, ma queste sono scelte interne ed io non entro in merito, ma cambiate assolutamente la partenza è da suicidio è improponibile una partenza in curva,per questioni di sicurezza degli atleti,io sono uno dei ragazzi che alla partenza è stato completamente travolto riportando varie escorazioni sul corpo.
    Quindi come consiglio sfruttate il vialone centrale per la partenza e create le griglie di partenza in base ai tempi.

  • Claudio Morra

    Effettivamente la partenza troppo lenta,e alcune curve con la presenza di paletti non segnalati in precedenza hanno reso la corsa un po più complicata,ma queste sono correzioni facilmente applicabili,da ritornare!!!

  • Antonello Barretta

    Così come domenica scorsa a Cercola, anche a Torre Annunziata una organizzazione puntuale, efficiente, con un percorso che ha reso la gara entusiasmante. C’è certamente da credere che questa sarà una manifestazione che avrà un seguito importante. Vorrei aggiungere poi, il particolare calore della gente lungo il percorso, che al contrario del passato e di altre manifestazioni, ha manifestato gioia e partecipazione per l’evento che si stava svolgendo. I più vivi complimenti all’organizzazione.

  • angelo della rocca

    In buona sostanza il mio contributo alla disanima alla gara è simile ai precedenti interventi. L’organizzazione merita l’alto numero degli iscritti per quello che hanno saputo offrirci. E’ sicuramente da rivedere la partenza in prossimità della curva, ma suggerire anche una partenza posticipata, per evitare il caldo delle 18.00. Il percorso è da confermare

  • alfonso guida

    Buonasera a tutti e grazie a tutti i partecipanti della gara di ieri, grazie anche a Marco per il bello articolo dedicatoci.
    Cogliamo a volo certamente i vs suggerimenti sia per quel che riguarda la partenza che per un altro rifornimento di acqua effettivamente ieri è scoppiato il caldo.
    ps
    abbiamo ritrovato una fascio cardio frequezimetro GEONAUTE chi l ha persa si puo mettere in contatto con me
    Alfonso 3486501310

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>