Cronaca — 19 aprile 2009

La pioggia, caduta abbondante sabato e nella notte, non è riuscita a tenere lontana la grande folla a StraBologna 2009.


Così al via della 30a edizione della stracittadina si sono presentati in tanti, una lunga striscia di maglie colorate (e di rassicuranti kway) che hanno fatto da ala a due grandi Atleti come Gelindo Bordin e Francesco Panetta, scattati come ai bei tempi allo sparo dello starter alle 9 in punto.


Solo 5 minuti ed anche dalla Piazza ReEnzo si è mosso un numero indescrivibile di appassionati; quasi 2000 i partecipanti a StraBologna Scuole, con tantissimi bambini accompagnati da parenti e amici, per questo ultimo momento del 4° Grand Prix Emilbanca, iniziato a febbraio e che ha portato sulle piste oltre 3000 alunni delle scuole dell’obbligo, con riconoscimenti individuali e premi in denaro, consegnati dalle mani del Dott. Michele Tana di Emilbanca.


Quasi 30 poi gli Atleti (perché tali sono) iscritti al 1° Trofeo Handbike Bologna, manifestazione voluta dalla Lega Atletica UISP Bologna e realizzata in collaborazione con la Fondazione Silvia Rinaldi onlus; interessantissimo il Convegno di sabato 18 in Sala Borsa su ‘Disabilità, Sport, Qualità della Vita’.


Gli Atleti, partiti da via Rizzoli, si sono cimentati nel percorso di 22 km, tutti all’interno del Centro Storico.


E in perfetto orario con il GR 1 Rai, alle 10,30 il via all’attesisimo Vivicittà con 519 Atleti allo star da via Archiginnasio, in contemporanea con le altre 34 Città Europee e le 25 nel Mondo.


Gara corsa tutta sotto la pioggia, con i big della Gabbi a fare da lepre sia nel maschile che nel femminile.


Tra gli uomini Tocchio e Gagliano subito in fuga poi, quando El Halachimi ha provato ad agganciare il duo, Tocchio ha spinto ancora un po’ di più sull’accelleratore, staccando i rivali; dietro bella lotta tra Tosetti e Ginosa finiti ai piedi del podio.


Classifica finale quindi con Tocchio (Gabbi) primo in 37′ 33′, secondo Gagliano (Gabbi – 38′ 07′), quindi al terzo posto El Halachimi (Atl. 85 Faenza – in 38′ 09′), quarto Paolo Tosetti (GP Alto Reno – 39′ 01′) e quinto Arturo Ginosa (Pol. Pontelungo – 39′ 07′).


Quasi in fotocopia la gara femminile, con il duo della Gabbi Nanu e DiBert davanti a tutte poi, al momento del recupero della Savorana, nuovo e decisivo allungo della Nanu.


L’arrivo della prova vede quindi vincitrice la Nanu (Gabbi) con il crono di 43′ 13′, seconda Silvia Savorana (Atl. 85 Faenza – 43′ 39′) quindi sul terzo gradino del podio Ljudmila DiBert (Gabbi – 44′ 31′), poi quarta Francesca Patuelli (Gabbi – 45′ 04′) e al quinto posto Valentina Di Ianni (Cus Ripresa Bologna – 45′ 45′).


Mentre gli Atleti ‘grandi’ si sfidavano sui 12 km del tracciato, il futuro, i mini campioni del domani, gareggiavano nelle prove competitive a loro riservate, su percorsi ad hoc, per il 7° Trofeo Gigi Pessarelli ed il Palio del Quadrilatero; riconoscimenti che sono stati consegnati da Anna, vedova del ns. amico, ad Antonio Donato Presidente dell’Atletica Blizzard vincitrice dei 2 premi.


Sotto un acqua che non ha concesso un minuto di tregua, si sono poi svolte le premiazione del Vivicittà, presenti l’Assessore allo Sport Anna Patullo, la 5 volte Campionesa di Maratona Emma Scaunich e Nicolò Rocco di Torrepadula, cognato di quel Giacomo Bulgarelli, indimenticato campione bolognese di calcio, al quale la Lega Atletica di Bologna ha inteso intitolare il premio per il vincitore Assoluto della prova bolognese del Vivicittà.


Alla vincitrice femminile Anna Nanu la signora Montanari ha invece consegnato il Trofeo intitolato al marito e che vede la presenza anche della Coop Risanamento.


Toccata e fuga sul palco anche di Bordin e Panetta, che non hanno perso l’occcasione di premiare il settore femminile


Finale con la premiazione di tutti i partecipanti alla prova di Handbike e dei migliori 100 Atleti nelle varie Categorie nelle quali era suddivisa la competitiva.


Una giornata piena di acqua ma anche di soddisfazione da parte della Lega Atletica Uisp di Bologna che ha visto scorazzare tanti amici per le strade del Centro, e sulla piazza Maggiore dove erano state allestiti diversi momenti interessanti: l’esposizione dei 30 anni di storia di StraBologna per immagini, varie Leghe presenti con le proprie attività, e poi ancora l’Alcisa con i suoi prodotti, l’Aias con una proposta di aiuto a persone bisognose di assistenza, per non dire dell’Ausl con alcuni medici, la Uildm a fianco di Emilbanca, lo stand Diadora e tanto altro ancora.


Una giornata che ha visto Vicivicittà di Bologna correre idealmente a fianco delle zone terremotate dell’Abruzzo, raccogliendo anche fondida devolvere per la ricostruzione.


Tante iniziative e tante presenze; alla fine il numero totale di partecipanti ha superato quota 9.000.


Un successo che si vuole anche per la prossima edizione, con altre inziative interessanti, meteo permettendo; i risultati sul sito http://www.uispbologna.it/uisp/Atletica-e-podismo/


.


 

Autore: Claudio Bernagozzi

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>