Cronaca — 04 novembre 2009

Clicca per l'immagine full sizeSono il primo sulla linea di partenza l’inno nazionale americano il colpo di cannone VIA SI PARTE ‘Start spreadin’ the news, I’m leavin’ today I want to be a part of it
New York, New York ‘
Accompagnato dalle note di New York New York salgo sul Ponte di Verrazzano, da solo con i miei pensieri, con il vento che mi sferza la faccia, concentrato a mantenere il mio ritmo mi si affianca un elicottero, saluto e proseguo tranquillo Secondo Miglio si scende dal ponte, il primo cavalcavia, i primi spettatori, i primi incitamenti GO ITALIA GO si entra a Brooklin: CHE BRIVIDO! Migliaia di mani che battono la mia, Migliaia di voci che mi incitano, Migliaia di cuori che mi spingono ma sono tutti qui per me? Mi avvicino al margine destro della strada e faccio i primi 10 km. col braccio teso a battere il cinque a tutti, giovani, vecchi, bambini piccoli piccoli, bianchi, neri, tutti uguali, tutti fratelli, tutti che ti trasmettono una fantastica carica e le gambe volano da sole mentre la mente comincia a viaggiare dentro quegli occhi, quei cuori, quelle vite che sono lì per te e che diventano la tua vita Sesto miglio ricordo di avere un cronometro al polso ed un ritmo di gara da mantenere se voglio migliorare il mio tempo: 45 minuti?????? Sto volando!!!! No, Mario, più, piano, così non arrivi in fondo rallenta Ma non c’è tempo e non c’è modo di concentrarsi ricominciano, più forte di prima GO ITALIA GRANDE MARIO . GIMME FIVE e allora, ANDIAMO, al diavolo i record viviamocela tutta questa avventura, questa fantastica città scesa tutta in strada per te, prendiamo tutto quello che offrono – per onorarli – i Kleenex per asciugarti, caramelle, biscotti, burro di arachidi, banane non sanno più cosa porgerti per darti energia non sanno quanta energia ti danno con il solo essere lì, per te per ognuno di quegli oltre quarantamila che fanno sentire, uno per uno, il campione, la persona per cui sono tutti lì ad urlare, ballare, cantare, suonare ed offrire spettacoli degni delle migliori Music Hall, dei migliori Teatri E così nel Queens, nel Bronx, a Manhattan, lungo tutti TUTTI   quei favolosi 42.195 metri  fino all’entrata in  CENTRAL PARK – ma cosè??? Sono al San Paolo o al Maracanà???? – e qui il delirio, ancora di più ancora più forte, le transenne vibrano trattengono a stento il loro entusiasmo, il loro vibrare per te e nonostante i 40 Km. nelle gambe ricominci a correre al ritmo iniziale, spinto da quelle urla assordanti e poi alle tue spalle: ‘VAI MARIO SEI TU IL CAMPIONE’ e ricominci a VIAGGIARE SULLA CRESTA DI UN’UNICA FANTASTICA ONDA di ANIME, di VITA, FORZA, FRATELLANZA, AMORE, che ti fanno sentire parte integrante di UN’UNICA RAZZA, che ti prendono, ti fanno volare e con la loro forza ti spingono senza sosta fino all’ultimo metro….


F I N I S H !!!!


THAT’S SIMPLY MARVELLOUS…THAT’S NEW YORK CITY MARATHON!!!


 

Autore: Mario Tedesco

Share

About Author

Peluso

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    GRANDE MARIO ANCHIO HO AVUTO LE TUE STESSE SENSAZIONE NEL 2006,UN ESPERIENZA UNICA,MERAVIGLIOSA SICURAMENTE DA’ RIPETERE.CHE’ BELLO SAREBBE SE’ NTUTTO CIO’ ACCADESSE NELLA NOSTRA CITTA’ NAPOLI.SOGNARE LE VOLTE NON GUASTA.

  • TRAMONTANO LUIGI ARCA ATLETICA AVERSA

    LA MARATONA DI NEW YORK CO N MILIONI DI PERSONE SUL PERCORSO SI VIVE NON SI RACCONTA IO LO VISSUTA X LA SECONDA VOLTA CON UN MODESTO TEMPO DI 4.28.34.

  • Matteo Di Stasio ASD Polisportiva Folgore

    Hai descritto tutte le mie stesse senzazioni, tanto che in alcuni tratti mi sono commosso tanto da piangere per la felicità, questa e la maratona numero 1° adesso ci credo………..
    Saluti Mario
    Matteo Di Stasio

  • Aloi Vittorio podistica casoria

    Ho girato il mondo. Ho corso maratone in Giappone,Nuova Zelanda,India, Australia, Italia ma il supporto del popolo americano che c’era lungo il percorso di New York non l’ho mai visto. C’era gente di varie etnie che col loro folklore incoraggiavano noi runners lungo tutto il percorso.
    A noi Italiani gridavano Italia, Italia,Italia, mi a commosso in special modo attraversando Harlem gli Afro Americani ad alto volume suonavano Soul music per noi. Essendo venuto per la prima volta a New York, questo comportamento mi a dato modo di apprezzare e capire l’americanismo, significa sentirsi appartenenti a tutti i cittadini nel mondo, questo sentimento e molto bello.
    Prima di partecipare alla NYC maratona molte persone mi avevano avvertito che a NY il percorso sarebbe stato molto duro, avendo corso il 5 Aprile nella maratona del Lamone in 3h38’44” non mi sarei migliorato, invece li ho’ smentiti terminando la gara in 3h33’56”. Saluto e ringraziamenti a tutti coloro che mi hanno dato il loro supporto.

  • Matteo Pagano

    Un percorso bello ma alquanto duro. Organizzazione impeccabile, come solo gli americani sanno fare.
    Tanto folclore, band, bandiere, allegria, competizione, un bagno di folla indescrivibile.
    Questa è la “Maratona di New York”.
    E’ stata una bella giornata di sport che ha unito tutte le razze. I campioni hanno assicurato tanta competizione, gli amatori tanta emozione ed allegria. Un caro saluto a Nicola Peluso

  • silvio scotto pagliara

    Era il 1987 , mi affacciavo sul mondo della corsa , spinto dl quel meraviglioso successo , anni prima , di un grande sconosciuto dell’atletica , e il mitico valente della rai ( era un pomeriggio tardi , ed ero in albergo , con la mia squadra di basket )
    Quello sconosciuto , cosi diveva la rai , era Orlando Pizzolato !
    Da quel giorno del 87 , è iniziata la mia grande passione , ero uno dei tanti che correvano in italia .
    Sono ritornato , nel 88 e 92 , e grandi sono i ricordi ,non tanto per la gara , ma per le belle amicizie di una bellissima italia ,unica e grande per noi , suoi cittadini .
    Questo , perchè lo scritto , perchè al sentire e leggere NeW York , mi è gradito il ricordare di cose belle .
    A tutti ,bravi e che si ripetano queste belle esperienze sportivi ed umane .
    da silvio

  • Marco Cascone

    Sì…tutto bello Silvio ma…cerca di non andarci di nuovo, ti prego. Vista la tua velocità di crociera….rischi di bloccare New York per tre giorni :-))))

  • Pietro Farina Podistica Marcianise

    Un giorno anchio correrò la maratona di N.Y. me lo sono promesso. Mi immedesimo nei vostri commenti, deve essere un’esperienza indimenticabile. Forse non sarà la gara con il più bel tracciato ma sicuramente è la più affascinante del pianeta terra. Saluto e faccio i complimenti al mio amico Michele SCAUZILLO della Podistica Marcianise che ha partecipato alla gara di quest’anno chiusa col tempo di 3:44:12.Bravo Michele!!!!

  • ASD RUNNING TELESE TERME Presidente Mario Del Vecc

    Telese Terme 5 Novembre 2009 In risposta all’articolo pubblicato da Mario Tedesco condivido tutte le emozioni espresse in tale articolo. Questa è una data da ricordare, diversa da tutti gli altri giorni…indimenticabile, fortissime emozioni fin dal primo passo di corsa; difficile esprimere tutta la gioia e la felicità. In quei momenti il cuore rispondeva al ritmo dei calorosi battimani all’italia e a tutte le lande riunite. Spirito di unione di anime e fratellanza. Siamo tuttti di un colore ed è stata proprio questa meravigliosa giornata a ricordarcelo. Auguro a tuttti i maratoneti d’ Italia di provare questa grande emozione a New York.

  • silvio x marco

    allora ,ed era 1992 , chiusi in 3ore e 12 !
    senza una mazza di allenamento specifico, perchè il mio lavoro era il grand fondo di nuoto , che mi permetteva di ….resistere alla fatica !
    ahahahahhahahahahahahah !
    scherza pelato , ma sono sempre un 60enne m e la mia velocità deve essere di …..crociera per me e per gli altri …..UNA CROCEEEEE !
    ahahahahahaha
    buonagiornata a tutti Voi .silvio

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>