Medicina slide — 01 marzo 2017

BambiniROMA – Con un semplice test, detto ‘dei 20 metri’ o ‘test della navetta’ (Shuttle Run Test) si può capire se un bimbo è a maggior rischio di sviluppare malattie cardiovascolari o un infarto in futuro. Il test consiste nel correre coprendo una distanza indicata a una velocità che cresce progressivamente, una prima valutazione può essere effettuata a scuola ad esempio dall’insegnante di educazione fisica, ed è un ottimo strumento per identificare i bimbi che corrono e maggiormente questo pericolo.

È quanto emerge da uno studio internazionale coordinato dall’Università spagnola di Grenada, pubblicato su British Journal of Sports Medicine. I ricercatori hanno revisionato sette studi, che hanno coinvolto complessivamente 9mila bimbi e adolescenti, di età compresa tra gli 8 e i 19 anni, provenienti da 14 Paesi. Al di sotto dei livelli di fitness consigliati (massimo consumo di ossigeno di 42 e 35 ml/kg/min rispettivamente per i ragazzi e le ragazze), scatta l’allarme rosso che ci tiene in allerta” spiega Jonatan Ruiz, uno degli autori dello studio.

I risultati della ricerca hanno evidenziato che la percentuale di bambini e adolescenti a rischio di soffrire di una malattia cardiovascolare variava dal 6% al 39% per i maschi e dal 6% all’ 86% per le ragazze. I ragazzi con un livello di capacità aerobica ben preciso (sopra 42 ml/kg/min) risultavano avere una probabilità 5,7 volte maggiore di avere malattie cardiovascolari, mentre nel caso delle ragazze il valore limite era inferiore (35 ml/kg/ min) e anche in questo caso se superato aumentava il rischio, di 3,6 volte.

fonte Ansa.it

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>