TuttoCampania — 28 giugno 2011

Il fascino delle gare trail in Campania é in continua ascesa,da una gara nel 2010 si è passati a otto gare nel 2011.                         Molti atleti Campani cominciano a partecipare alle piu belle gare trail d’Italia.L’ultima “scorribanda”dei nostri valorosi atleti è stata la Terminillo Skyrace,gara di 19 Km ottimamente organizzata in ogni dettaglio dal pre-gara al pos-tgara.Questa gara come tutte le gare trail lasciano dentro una marea di emozioni a tutti gli atleti che vi partecipano,come dimostrano i numerosi commenti positivi anche della Casertatrail,e quasi tutti vengono affascinati da questo nuovo mondo della corsa in montagna.   Il percorso della gara prevedeva un dislivello positivo di 1641mt,dopo un tratto di asfalto e poi sterrato una salita molto impegnativa,di nuovo un tratto in faggeta per poi salire sulla cresta Sassetelli con un impegnativo tratto roccioso e salita fino alla vetta del monte Terminillo,discesa ripida alla Valle degli Angeli,molto tecnica,risalita al rifugio M.Rinaldi, discesa e traguardo sulla pista del monte Terminillo.     
Un consiglio a chi si avvicina a questo tipo di gare:imparate a gestire le discese,sono la parte piu’pericolosa di questo tipo di gare;purtroppo in queste gare se si sbaglia ci si puo’ far male davvero.Nella vita si puo’avere tutto,ma tutto ha un prezzo e bisogna essere pronti a pagarlo per avere quello che si vuole.L’emozioni delle gare trail hanno questo prezzo da pagare:sono piu’pericolose delle gare su strada.                 
Alla gara del Terminillo vi erano alla partenza i migliori specialisti d’Italia.Nonostante l’agguerita concorrenza i nostri atleti si sono distinti per le ottime prestazioni di livello assoluto(chiedo scusa agli atleti campani che non conosco e non nomino):Giuliano Ruocco 5°Giovanni D’Urso 9°Michele Volpe 11°Fabio Fusco 18°Peppe Cioffi 49°Biagio Di Martino 57°. Per gli amanti del trail informo che le prossime tappe in Campania saranno:per il trofeo Foreste in movimento 17 luglio foresta del Taburno 7 agosto foresta del Veloso 30 ottobre foresta di Roccarainola.Per il circuito ParksTrail 4 settembre la mitica,ormai, FaitoxTrail. 
Per gli organizzatori:lavorate per portare in Campania il campionato italiano di corsa in montagna,abbiamo ottimi percorsi con vari livelli di difficolta’e nuovi percorsi nasceranno(trail  degli Dei).    
Sono tornato sul percorso della FaitoxTrail c’era ancora un bicchiere  di plastica vicino al ristoro della scorsa edizione,non mi sono sentito orgoglioso come atleta visto che abbiamo lasciato traccia del nostro passaggio in un luogo meraviglioso ed incontaminato,frequentato da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo che con ogni condizione climatica lo percorrono e non lasciano tracce del loro passaggio, impariamo da loro! 
Non è possibile che posti così belli, dove ci fà piacere correre, rimasti ancora indenni dalle scelleratezze umane (spazzatura Napoli e provincia docet) debbano essere inquinati per una gara sportiva. 
Restino a casa o vadano a correre in altre gare gli atleti che non rispettano la natura!      
Quante posizioni in classifica guadagnate per quel secondo “perso” a gettare il bicchiere nel contenitore?   
Agli organizzatori consiglio per la prossima edizione di fare una gara in autosufficienza per non inquinare un patrimonio mondiale dell’umanità.

Autore: Giovanni Acampora

Share

About Author

Peluso

  • giovanni g,mtr

    Caro Giovanni,anche in autosufficienza ,le persone che portano con se gel o altri integratori bisogna avere l’educazione di riporre il vuoto nello zainetto o altro

  • Giovanni Acampora, napolinord marathon

    Hai perfettamente ragione, sono contento che l’hai anticipato l’avrei detto nei prossimi articoli precedenti la gara perchè è giusto che tutti vengano sensibilizzati al rispetto della natura che ci offre posti così belli.

  • francesco panucci, asd podistica caserta

    Ciao Giovanni, volevo intanto segnalare anche la mia presenza al Terminillo Skyrace; ma non è questo il motivo principale del mio intervento: hai parlato giustamente delle difficoltà tecniche di questo tipo di gare e io, per chi volesse approfondire l’argomento, segnalo il seguente link: http://www.trailmontesoglio.it/tmsdir_files/downloads/RegolamentoFSA-FISKY.pdf, da cui si evidenziano le caratteristiche dei diversi tipi di gare in montagna e le loro denominazioni. Senza togliere niente ai Trail, ma la Skyrace è davvero una gara molto impegnativa! Per me sul Terminillo i “dolori” sono iniziati quando arrivati a ca 1800 mt, dopo una lunga salita di ca 12 Km, si è cominciato a correre, si fa per dire, “cresta -cresta”, per ca 4 km e passaggi alpinistici da superare con max attenzione; infine una discesa di ca 3 km con iniziale pietraia molto ripida, per poi arrivare al traguardo posto a ca 1.600 mt di altitudine, con giro di pista finale nell’impianto di atletica. A conferma di quanto hai detto, in appena 4-5 km finali ho perso ca 10 posizioni, dal 23° al 33° posto ma, ed è quello che conta davvero, ho portato a termine la gara senza infortuni. Per il problema rifiuti c’è poco da aggiungere, chi non ha rispetto per l’ambiente dimostra uno scarsissimo grado di civiltà. Saluti sportivi, alla prossima

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>