TuttoCampania — 03 maggio 2009

Sempre spettacolare, sempre affascinante, sempre coinvolgente. La ‘Sulle Orme di Filippide‘ ha mantenuto le attese, nonostante i problemi organizzativi che hanno caratterizzato il pre gara. Una gara che fa la differenza, non a caso per lo scorso anno l’evento a firma Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi si è visto assegnare il premio Gara dell’Anno dal nostro sito.


Percorso di 9.700 metri (causa sagra contemporanea) totalmente pianeggianti, veloci e semplicemente deliziosi. Condizioni climatiche accettabili, con temperatura più che buona, assenza di vento e umidità tollerabile.


Abdelhadi Ben Khadir e Marco Calderone prima del via avrebbero dovuto dominare la scena e, alla fine, hanno dominato davvero la scena. Il primo con una gara tutta in testa, sin dal primo metro. Il secondo a tentare (riuscendoci) di non staccarsi troppo, per sperare magari in un rientro finale. Al traguardo (dopo un passaggio a metà gara sul piede dei 3’00’ a km) il Marocchino in forza al C.S.I. di Cava dè Tirreni, chiude in 29’52’: con un parziale nella seconda metà gara che conferma la tendenza del 26 enne nord africano a non saper al meglio interpretare la competizione (infatti media per lui di 3’10’ a km). Ma Abdelhadi è un talento e al momento si possono anche accettare errori di gioventù.


Marco Calderone invece merita un discorso a parte. Marco è la sintesi di come dovrebbe essere un atleta. Marco è Atleta nel Dna. Per personalità, classe, rispetto degli avversari e modo di ‘leggere’ il confronto agonistico. Qualità che fanno la differenza e che con facilità fanno comprendere a tutti che ci troviamo dinnanzi un Campione con la C maiuscola.


Alle spalle del duo protagonista c’è stato l’arrivo di Kamel Hallag. L’algerino (del team Aurora Battipaglia) con 31’29’ finali regola un Mourid Morad (Podisti Cava Picentini) che sta ritornando alla grande ai suoi livelli e ferma il crono sui 31’49’ (media 3’17’).


Arrivo in simultanea per Alfonso Ruocco e Francesco Bassano: per loro 32’04’.


La gara donne ha visto una Michelle Hushion (Aurora Battipaglia) capace di correre una seconda parte del tracciato più veloce della prima e di vincere sul piede dei 3’59’, con un 38’42’ finale. La seconda e terza  posizione a favore di due ragazze del Team organizzatore. Infatti, al secondo posto Monica Alfano con un crono finale di 43’11’, con a 24′ la collega di team Anna Lambiase. Rosa Farace (Cus Salerno) e Maria Vozza (della Napoli Nord Marathon) in quarta e quinta posizione.


La doppia classifica a squadre ha visto primeggiare i Podisti Cava Picentini (classifica di quantità atleti all’arrivo) e l’Isaura valle dell’Irno nella speciale classifica che prevedeva la somma dei tempi dei migliori 5 di ogni team (totale 2h45’13’).


Magica l’atmosfera di Paestum. Magico ogni singolo momento vissuto. Magica la serata: tutta emozione. Pura, Splendida emozione.


 


Foto di Loredana Fabini

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

  • Sandro Paladino Podistica San Giovanni a Piro

    Gara speciale,ottima organizzazione,tutto alla grande.
    Ma devo mettere in evidenza un fastidosio inconveniente che è capitato alla mia compagna di squadra Greco Mariangela.
    Mancava circa un 15 min alla partenza,eravamo già in canotta,senza soldi dietro e lontani dall’auto.
    ci siamo fermati presso il bar “IL MUSEO” chiedendo del bagno.Dopo un paio di minuti di coda il proprietario lo ha chiuso e ci ha cacciato fuori.
    Ritornando verso l’auto a prendere qualche euro ci siamo fermati al bar “LE ROSE”,MA ALLA STESSA RICHIESTA CI SIAMO SENTITI DIRE CHE SE NON CONSUMAVA NEL BAGNO NON POTEVA ENTRARE!!!Una signora straniera, che stava prendendo un caffè, ha cercato di convincere chi negava l’accesso alla Greco,ma non c’è stato nulla da fare.Ormai allo stremo, vicino al parcheggio, ci siamo fermati alla trattoria SYMPOSIUM CHE GENTILMENTE HA CONCESSO IL SUO WC ALLA GRECO.
    Ho preferito fare i nomi per non generalizzare,sicuro di aver incappato negli unici maleducati che vivono e lavorano a Paestum.
    Un grazie a chi ci ha applaudito durante la gara e alla splendida organizzazione dei CAVA PICENTINI che ci ha regalato una splendida giornata di sport,in luoghi storici e fantastici.
    ALL’ANNO PROSSIMO!!!

  • Nico Robin Capaccio

    Purtroppo è un mal costume dei commercianti di Paestum zona archeologica, già il poeta Goethe un secolo fà ha avuto gli stessi problemi, (i viaggi del Gran tour)
    Ti assicuro che gli altri Capaccesi non sono così
    è molto forte il senso dell’ospitalità.

    ti chiedo scusa!

    Nico

  • enzodisirio

    Sono mortificato come cittadino di Capaccio per quanto è successo. Chiedo scusa per l’incivile comportamento di alcuni dei miei concittadini. Purtroppo è un malcostume solo ed esclusivamente della zona archeologica.
    Vi assicuro che i Capaccesi (Paestum è un frazione dell’antica cittadina longombarda) come i Cilentani hanno ben vivo il culto dell’ospitalità.
    Ringrazio Podistidoc per il bell’articolo e soprattutto Sandro per aver posto la spinosa questione.
    Grazie.

  • Angelo Della Rocca

    Per la problematica legata all’area erano stati apposti 5 wc chimici ai lati del parcheggio. Spiace che ciò non sia servito ad evitare questo increscioso episodio.

  • Sandro Paladino Podistica San Giovanni a Piro

    Caro Enzo e Nico non dovete scusarvi, anzi come ho precisato SONO SICURO che il resto degli abitanti e degli operatori turistici sono gente cordiale ed ospitale.Ci siamo rimasti male perchè non c’era mai capitato prima.
    Per Angelo: ribadisco che l’organizzazione è stata eccellente come sempre e ti invito alla Corsalonga del 30 maggio che fonti sicure mi confermano sia nelle tue corde e nei tuoi desideri…
    L’invito è esteso anche a Enzo e Nico…dopo la corsa pizza e birra…naturalmente pago io…
    Buona Corsa a tutti

  • Francesco Diana A.S.D. Amatori Vesuvio

    La splendida gara di Paestum non può ridursi a questo increscioso ed incivile episodio capitato alla sig.ra Greco, anche se erono disponibili i bagni chimici nell’area parcheggio. La cortesia e l’accoglienza dei cilentani è fuori discussione; detto questo vorrei porre l’accento su questa gara che come al solito è stata organizzata in modo eccellente in tutti i suoi aspetti. Il percorso, anche se diverso da quello degli anni precedenti, a mio parere, è risultato addirittura più piacevole. Abbiamo trovato strade asfaltate da poco che hanno reso fluida e veloce la nostra corsa. Poi, farci arrivare al traguardo nel senso contrario all’arrivo degli anni precedente (anche se obbligati dai lavori in corso) mi è sembrato migliore e più emozionante, chissà se non sarebbe il caso di lasciarlo sempre così. Sicuramente il prossimo anno ci saremo, perchè correre in questi luoghi incantati, con il supporto di un’efficiente organizzazione, è il massimo.

  • Senatore Anna Cava Pic. c. D’Amalfi

    Concordo con te Francesco. Abbiamo sempre trovato un’accoglienza totale a Paestum e tanta ospitalità. Il percorso ha un fascino particolre e l’arrivo dal lato opposto è risultato più luminoso.
    E’ stato, come sempre, un piacere averti con noi

    Per Sandro. Sono dispiaciuta per quanto successo a Mariangela, purtroppo le eccezioni anche negative ci sono e ci saranno sempre. A S.Giovanni A Piro, sin dalla prima volta che ci sono stata, ho trovato un’ospitalità unica, come dimenticare la signora che mi permetteva di cambiarmi nella sua abitazione! Spero di poter esserci quest’anno alla Corsalonga ,anche solo per rivedere amici come Sandro, Gerardo, Edoardo, Giovanni e tanti altri….e poi la Corsalonga ha un fascino del tutto particolare

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>