Cronaca — 21 maggio 2011

Vero. Non sto più scrivendo niente di atletica.


Vero pure che ho sempre scritto a comando ‘di cuore’: da quando ho cambiato dimora e domicilio non ho ricevuto più input rilevanti dall’anima. Ed è vero pure che mi manca quella voglia che avevo di descrivere, far cronaca, riassumere le nostre giornate sportive.


E allora sono molto contenta di aver pensato di scrivere due righe sulla Straviterbo, edizione 2011. A comando di cuore. Perché si muove qualcosa dentro quando si corre in posti dove abbiamo vissuto per tanti anni e dove abbiamo lasciato tanti amici. Venerdi scorso, 20 maggio, si è svolta la quarta edizione di una gara che ha rasentato la perfezione. Ma non solo dal punto di vista tecnico-organizzativo.


Tra gare dei bambini e ragazzi, passeggiata non competitiva, agonistica (handbikers inclusi) è stata una vera e propria festa.  Organizzazione curata dalla Scuola Sottoufficiali dell’Esercito e da Zona Olimpica (negozio per runners) che, in collaborazione con la Fidal, non ha lasciato niente al caso. Dagli spogliatoi, al ristoro finale, alle iscrizioni, ai presidi ad ogni incrocio e alle premiazioni finali. Musica inclusa. Davvero complimenti a tutti i ragazzi e le ragazze che si sono prodigati per richiamare tantissima gente a Piazza del Comune. Più o meno 700 in tutto, 350 nella gara agonistica.


Della parte più squisitamente atletica, da atleta posso dire che il livello è stato medio-alto. La vittoria in campo maschile è andata a Tarik Manaqui (25’16’) davanti a Rachid El Mostafa (25’21’). Al terzo posto Carmine Buccilli (25’35’). Tempi che migliorano di circa 1 minuto quelli dell’anno precedente. In campo femminile vince Lorella Pagliacci (30’34’) davanti a Sonia Marongiu (io, 30’50’) e ad Ivana Bizzarri (31’47’).


Tra gli atleti della Hand-Bike al primo posto il campione italiano Mauro Cratassa, al secondo Kruosi Fatimir, al terzo Luca Buccioni, al quarto Giuseppe Murolo.


Nella classifica per Club, vittoria per Zona Olimpica anche sponsor della manifestazione al secondo Società Bolsena Forum, terzo Alto Lazio, al quarto posto Atletica Di Marco, al quinto la Polisportiva Montalto, al sesto Liberi Podisti, al settimo Atletica Orte, ottava l’Atletica Cimina.


Cerimonia protocollare accompagnata da musica e dalla voce di Maurizio Guidozzi che ho avuto un gran piacere di rivedere cosiccome mi ha fatto piacere rivedere tutti gli amici di Viterbo (atleti e non) che mi sono venuti a vedere e salutare.


Che emozione correre di nuovo su quelle strade e insieme a voi!!! Non avete idea . Ma il prossimo anno spianatemi la salita delle Fortezze che gli allenamenti in Pianura Padana sono diventati inefficienti!!!


Ps. Un saluto particolare a Bruno di Zona Olimpica. Spero di aver reso servigio!


 

Autore: Sonia Marongiu

Share

About Author

Peluso

  • angelo minuto zona olimpica team viterbo

    complimenti x l’articolo grazie a te che hai partecipato spero che ci saranno degli altri ciao a presto

  • sonia per angelo

    è sempre un piacere rivedervi!!!!!

  • Stefano Bernini, Zona Olimpica team Viterbo

    Ecco, visto il prossimo trasferimento in un attico che mi auguro sia al novantanovesimo piano, comincia col fare le scale di corsa che poi vedi come vai in salita!!!:)

  • Pino Mura, Di Marco Sport

    Brava Sonia, è stata una bellissima sorpresa vederti correre di nuovo insieme a noi. Noi proviamo a spianare le salite, ma tu ( ogni tanto) ritorna a gareggiare insieme a noi.

  • sonia per pino

    ahhahah a costo di farle sui gomiti, pino!! :)

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>