TuttoCampania — 21 settembre 2009

Ci si aspettava la pioggia, ed invece una bella mattinata di sole ha reso grazia alla quarte edizione della Strateverola. Cinquecento i partenti alla prova competitiva sui 10 chilometri, circa altri 150 quelli al via per la 3 chilometri non competitiva, svolgimento delle operazioni l’area mercatale di Teverola per poi portarsi lungo la principale via Roma ed inoltrasi prima sulle strade di Carinaro, quindi su quelle di Gricignano di Aversa. La gara in chiave maschile è stata tutta un testa a testa tra Gianluca Ricci, portacolori della Montemiletto Team Runner e Romualdo Barbato della Napoli Nord Marathon . con un primo passaggio ai 3 chilometri che li ha visti appaiati e solo nel finale con un possente strattone Ricci ha avuto la meglio su Barbato, Al terzo posto arriva Abdelaziz Richid (Napoli Nord Marathon), quindi tocca nell’ordine alla coppia dell’Isaura Valle dell’Irno Francesco Vona ed Adolfo Squitieri, mentre Angelo Cioffi del Road Runners Maddaloni chiude la sestina dei primi arrivati. Per Gianluca Ricci un 33.32 non male sui 10.300 metri, accuratamente misurati.


Tra le donne Khadhija Laaroussi (arca Atletica Aversa Agro Aversano) non si lascia sfuggire la vittoria finale, superando Filippa Oliva (Napoli Nord Marathon), Maria Pericotti (Montemiletto), Loredana Vento (CUS Roma), Alba Vitale (Montemiletto) e Cinzia Principio (Club Vai!). Percorso pianeggiante e veloce, sul quale almeno nel tratto di Teverola ben avrebbe fatto chi di dovere, visto che era anche stato sollecitato in forma scritta dagli organizzatori, a togliere un tantino di rifiuti, ma per l’ennesima volta nulla è stato fatto per dare un’immagine della città almeno dignitosa.


Buona l’organizzazione che si è anche impegnata in un ricco buffet finale a base di pasta e fagioli, pizze di ogni tipo e centinaia e centinaia di banane e bevande di ogni tipo.  Nella classifica di società l’Arca Atletica Aversa Agro Aversano porta ben 100 tra atleti ed atlete e vince davanti ad Atletica Capua, Road Runners Maddaloni, Napoli Nord Marathon, Podistica Marcianise. Fiamme Argento. Csain Liternum Domitia Marathon, Club Vai. Amici del Podismo Maddaloni e Pro Loco Parete.

Autore: Angela Di Gioia

Share

About Author

Peluso

  • ANGELO MANNA

    Su questo sono daccordo, bene la gara e l’organizzazione ma x i primi 400 soltanto ke x quanto riguarda il ristoro, gli ultimi rimangono sempre senza, specialmente con il caldo ke ha fatto almeno 1 bottigtlina d’acqua all’arrivo ci voleva, x non parlare del ristoro come avete detto centinaia e centinaia di banane, nemmeno piu’ il latte c’era. Non e’ che me la piglio con l’organizzazione, ma con i furbi ke non si accontentano mai e passano x il ristoro anke tre volte, bravi! bravi! bravi! Menomale ke c’era quella pompa all’arrivo, ho detto tutto.

  • grazia zobel

    Sono in accordo con Angelo Manna sull’ organizzazione che e’ stata buona l’ unica cosa e’ che i pettorali praticamente sono caduti a quasi tutti gli atleti visto il materiale un po’ scadente, tanto e’ vero che un atleta (Bonardi) che e’ arrivato settimo a 200 metri dall’ arrivo l’ ha perso e si e’ dovuto fermare per raccoglierlo per non essere squalificato( visto che cip e pettorale erano uniti) , chiaramente ha perso la sua posizione di quarto per arrivare settimo.
    Credo che i cip e pettorali debbano essere separati o quanto meno esser fatti di un materiale tale da non perderlo a bagnarlo o altro .
    Gli atleti che combattono per i primi posti non possono permettersi di perdere un pettorale perche’ troppo pesante o perche’ il materiale non era di qualita’.
    In accordo con Manna anche per i furbi che passano molte piu’ volte per i ristori e non danno la possibilita’ agli altri atleti di bere.

  • Luigi spiezzio

    Buona l’organizzazione, solo che la Società che organizza poteva anche escludersi dalla classifica finale,poi volevo sapere ma la classifica di Società era di qualità o di quantità.Saluti e forse all’anno nuovo.

  • fulvio simonelli, Liternum Domitia Marathon

    Gentili e impeccabili, come sempre, gli organizzatori, anche se dalle loro parole pareva emergere un pò di stanchezza; spero che la città di Teverola sostenga sempre più coloro che con il proprio impegno hanno reso questa gara una “classica” della corsa su strada in Campania. Arrivederci al prossimo anno!

  • Villano Antimo Arca Atl.Aversa

    Caro Angelo, per quanto riguarda l’acqua non posso darti ragione, visto che io ho alimentato personalmente il banco di ristoro prima dell’arrivo degli ultimi atleti e ti assicuro che di acqua alla fine c’e n’è rimasta ancora.
    Personalmente quello che mi amareggia,dopo tanto organizzare, di più è la confusione che hanno creata i chips che abbiamo usato e il metodo per la loro rilevazione.Purtroppo noi organizzatori abbiamo accettato di far da cavia ad un esperimento propostoci dalla Fidal Campania, che se avesse dato esito positivo, sarebbe stato consigliato di usarlo in tutte le gare su strada della Campania con un congruo risparmio rispetto al sistema che noi,società organizzatrici di eventi su strada, conosciamo e che già abbiamo usato nelle prime edizioni. Se ne è reso conto di persona anche il nostro presidente Del Naia, che ha onorato la 4^Stra Teverola con la sua presenza, e che insieme al nostro presidente dell’ arca Atl.Aversa, nonchè vice presidente della stessa Fidal, si è reso conto che il sistema che ci hanno proposto il team dei cronometristi salernitani è molto macchinoso nel rilevamento dei dati e produce confusione sul traguardo. A peggiorare il nostro concetto era per il modo poco simpatico con cui venivano fermati gli atleti sul traguardo per rilevare il numero di chip.Infatti molti di essi si sono lamentati, giustamente, per il modo poco simpatico venivani fermati per la relativa digitazione. Anche a me, che partecipo alle corse su strada, sinceramente la cosa avrebbe dato fastidio, perchè dopo il traguardo non è bello sentirsi strattonato. A completare il dissesto ci si è messo pure la pesantezza del circuito d’antenna del chip che ha appesantito il numero del pettorale ed ha procurato tutti quei cedimenti, procurando a qualcuno anche la perdita degli stessi. Purtoppo questi sono accorgimenti tecnici che noi ignoravamo ci avessero procurati questi inconveniente.
    Tuttavia facendomi portavoce dell’ organizzazione della StraTeverola ci scusiamo con tutti gli atleti che hanno onorato con la loro presenza e il loro impegno sportivo la nostra cittadina, e che abbiano gradito dell’ospitalità
    con la quale dalla stessa sono stati accolti.
    Un saluto ad Angelo e tutti quelli che amano la corsa. Antimo Villano

  • Pietro Farina Podistica Marcianise

    Beh.. inutile che calco la mano visto che si è detto quasi tutto della gara.Anche per me buona l’organizzazione, meno il pettorale fatto di carta che si sarebbe tolto anche senza chip integrato.Ottimo il ristoro.La peggio il rilevamento dei chips poco funzonale e come detto da altri un po fastidioso dopo che l’atleta arriva stanchissimo sulla linea del traguardo.Accettiamo le scuse ci mancherebbe, siamo atleti e corriamo per divertimento sperando nella prossima gara di migliorarci sempre.Grazie per l’ospitalità e alla prossima.

  • Roberto TORISCO “ATLETICA CAPUA”

    Mi complimento con l’Arca atletica Aversa per l’organizzazione della manifestazione,il percorso quasi interamente chiuso al traffico tranne qualche strada dove si è visto il passaggio di qualche macchina ma non per colpa degli organizzatori ma di chi non ama lo sport, il ristoro finale, da quello che mi è stato riferito era ottimo, io ho rinunciato vista la tanta folla alle prese della “spesa domenicale”.Qualche punto ristoro in più credo che fosse stato necessario vista la temperatura eleveta della giornata.In attesa della classifica ufficiale visto che tanti atleti non sono stati classificati perchè avevano perso il pettorale con il relativo chip,saluto Nicola LAMPITIELLO Vittorio SAVINO e tutta la Società.

  • Benedetto Scarpellino, RuNaples

    Mi fa piacere che Romualdo Barbato, iscritto a “Le Colline di Napoli” e poi non partente venerdì 18 perchè influenzato (come mi ha personalmente comunicato), si sia così rapidamente e brillantemente ripreso.

  • di lorenzo rita club vai

    LA CLASSIFICA DI SOCIETA’ ……… state RIFLETTENDO USCIRA’ NEL 2010. OCCHIO AI PETTORALI “PENDENTI”

  • Pasquale “Atletica Capua”

    Perchè non sono state pubblicate le foto della gara?

  • ANTIMO SQUEGLIA NAPOLI NORD MARATHON

    SOLO QUALCHE PROBLEMA HAI PETTORALI, GUARDATE SU YOUTUBE I PROBLEMI INVECE SONO MOLTI ALTRI ………………………….. BOH!!!!!

  • Francesco Russo Arca atletica Aversa

    Ciao Pasquale
    per le foto, visita la galleria fotografica sul sito:
    http://www.arcaatleticaaversa.it

    ciao
    Francesco

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>