TuttoCampania — 19 ottobre 2008

StraSalerno Half Marathon 2008: finalmente il sole! Gli ultimi anni della gara organizzata dall’Atletica Vis Nova sono stati caratterizzati da condizioni climatiche avverse. Quest’anno il credito con il sole è stato in parte riscosso, con un lungomare che si è presentato avvolto da una calda luce ottobrina, e dalla voglia di correre degli oltre 700 atleti al via. La StraSalerno Half Marathon ha proposto il suo bellissimo percorso. Ha offerto la possibilità agli atleti di correre su un tracciato totalmente pianeggiante, chiuso ermeticamente al traffico: il miglior modo per esprimersi al meglio o per testare la condizione in vista delle prossime Maratone (così come hanno fatto in molti). Temperatura buona, umidità leggermente alta, tanto da condizionare in parte i tempi finali.


La gara  maschile presentava come protagonisti annunciati tre atleti del Marocco, poi giunti regolarmente nelle prime tre posizioni. Molto forte e deciso il giovane Zaid Issam, suo il ritmo di testa fin dopo il via. Suo il passaggio a metà gara (in 33’10’). Sua la vittoria finale in 1h06’47’.


Se è vero che alla fine tre atleti nord africani sono saliti sul podio, è anche vero che Alessandro D’Ascoli (Fiamme Gialle Simoni-Ostia) ha reso la vita dura, difficilissima a Abderrahim Maarouf e Ablaziz El Makhrout (giunti poi nell’ordine, secondo e terzo, al traguardo). A metà gara infatti Alessandor teneva il ritmo di Maarouf, con un passaggio a 45′ dal leadre della gara e con 25′ di vantaggio rispetto al terzo Magrebino. Poi un rallentamento nel finale (ed una accelerazione di Maarouf e di El Makhrout) lo hanno portato solo alla quarta posizione, comunque di valore.


Ottimo quinto Kamel Hallag (Aurora Battipaglia) con Antonio Bruno (Lib. Atl. Lamezia Terme)  a pochi secondi.


La gara donne ha dimostrato, se ce ne fosse stato bisogno, che Soumya Laabani è un’atleta di gran valore. A quattro mesi dalla nascita del suo secondo figlio (una splendida bambina) e a soli due mesi dalla ripresa degli allenamenti (dopo una sosta durata 8 mesi) Soumya ha vinto la gara, in 1h22’29’, senza neanche forzare (così come mi ha confermato quando ci siamo ritrovati, nel dopo gara). Con Soumya, per una buona parte dei km, la brava Luisa Corso della Libertas Lamezia Terme. Luisa infatti è transitata a metà gara con la vincitrice, giungendo poi al traguardo con 1′ di ritardo. Ottima la prova per Annamaria Caso (Napoli Nord Marathon), prima delle Campane. La sua bella gara è stata confermata dal suo 1h24’53’ finale. Teresa Latella (Genesis Catania) e Michelle Hushion (Aurora battipaglia) giunte rispettivamente in 4a e 5a posizione


Foto di Ignazio Ponticelli


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>