slide TuttoCampania — 28 settembre 2017

stranormannaStra è un prefisso il cui significato originale indica l’andare fuori, l’ andare oltre e, prefisso ad un aggettivo, gli da un valore superlativo, quindi, mai, come in questo caso, è stato giustamente apposto al nome di una gara.

Questo è il quarto anno che scrivo di questa manifestazione e, in questo lasso di tempo, penso di aver detto già tutto ciò che potesse essere detto, non tanto sulla gara ma quanto su ciò che vi gira intorno; l’ho scritto anni fa e lo confermo, per me la Stranormanna è la cornice dell’impegno sociale di chi ama la propria città, di chi lotta per migliorarla migliorandone i cittadini; coinvolgere la popolazione con un evento sportivo che mette in bella mostra le bellezze storiche della città, distribuire libricini con la storia di ogni monumento non è cosa da poco.

Tutto questo è un po’ come mettere in pratica la frase “ ti apro il cervello e ti ci inserisco le informazioni “ così che tu possaprenderne pieno possesso e farle tue facendone buon uso.

Il numero dei collaboratori dell’ ideatore della Stranormanna, Peppe Andreozzi, anno dopo anno, aumenta   sempre più perché è forte il desiderio di viverla dal di dentro col proprio sudore ed i propri sacrifici.

Aversa ha anche una storia gastronomica, oltre la mozzarella di bufala e l’asprinio, la storia della polacca famoso dolce della zona.

Tutto nasce negli anni 20’ quando una suora polacca regalò a Nicola e Maria, pasticcieri aversani, la ricetta di questo dolce. Questi ultimi, con il loro intuito campano, ne modificarono un po’ la ricetta facendo in modo che il suo sapore si avvicinasse ai gusti nostri ed aprirono una pasticceria dedicandola proprio a questo dolce. Dapprima non era conosciuta fuori dalla città, ma chi l’ha assaggiata ne ha portato il nome oltre i confini … qualche nome a caso l’ex presidente Giovanni Leone la mangiava al Quirinale, Umberto Agnelli, non può mancare Giovanni Paolo II ed anche l’ Hotel Sacher a Vienna.

Io l’ ho mangiata ma sono di Castellammare di Stabia … megl a  brioche e Pupett a Scanzan.

Viviana CelanoViviana Celano

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>