Cronaca slide — 09 ottobre 2016

valeria straneo21 chilometri e 97 metri per Valeria Straneo oggi a Novi Ligure (AL). La vicecampionessa del mondo e d’Europa stamattina si è aggiudicata facilmente la 31esima Mezza Maratona d’Autunno in 1h14:51, primato femminile della corsa. Una presenza d’eccezione quella dell’azzurra del Runner Team 99, tredicesima alle Olimpiadi di Rio e che qui ha svolto un test nell’ottica di un percorso di allenamento che dovrebbe portarla di nuovo sulla maratona in primavera. Per la cronaca, l’alessandrina oggi è stata la terza atleta (uomini compresi) al traguardo della gara vinta da Corrado Pronzati (Maratoneti Genovesi) in 1h08:33.

ROMAGNOLO, RIENTRO VINCENTE SUI 10KM – A metà febbraio è diventata mamma della piccola Carlotta, oggi Elena Romagnolo è tornata alle competizioni conquistando La 10 di Bardolino (VR), sul lago di Garda. L’azzurra ha portato a termine in 35:21 i 10km snodati tra le vie del centro storico, il lungolago e le colline della località veneta. 34 anni appena compiuti, la piemontese dell’Esercito è la primatista nazionale assoluta dei 3000 siepi e in carriera ha al suo attivo due finali olimpiche a Pechino 2008 e Londra 2012 (nei 5000 metri). Nella prova maschile, netta affermazione di Marco Salami (Esercito) davanti a tutti in 31:17.

GIRO DI ROVERETO, SORPRESA KALALE – Tempo di sorprese per la corsa su strada trentina: dopo il successo impronosticabile dell’ugandese Mande al Giro al Sas, sabato 8 ottobre è toccato al keniano Ishmael Kalale sfidare ogni previsione e trionfare nella 69esima edizione del Giro di Rovereto. Come previsto è stato dominio keniano, con sei gazzelle delle africane a prendersi la scena senza alcuna possibilità di replica per tutti gli altri.

L’azzurro Yassine Rachik (Cento Torri Pavia) – fresco di PB in 1h02:57 alla mezza maratona olandese di Breda – si è piazzato settimo e primo dei non-keniani al traguardo. Alle spalle di Kalale (26:40 il suo tempo finale al termine dei 9 giri da 1100 metri del circuito cittadino) è stata quindi la volta di Kaptingei, Chumo (vincitore nella Trento Half Marathon di domenica), Nijru, Soi (cinque volte vincitore del Giro al Sas) e Koech mantenendo viva una tradizione felice per gli atleti africani, imperatori di Rovereto da un ventennio con l’unica intrusione di Matvichiuk nello scorso decennio.

TELESE, DOPPIETTA AFRICANA – A Telese Terme (BN) la seconda edizione della Telesia Half Marathon con ben 1900 atleti classificati, supera il record di iscritti e arrivati del 2015. Sotto l’aspetto agonistico doppio successo africano. Tra gli uomini si impone nettamente il keniano Hosea Kimeli Kisorio che corre gli ultimi 8 km da solo dopo aver avuto per i primi 13 al suo fianco il connazionale Paul Tiongik, secondo staccato di oltre un minuto (1h04:21). Per Kisorio un crono finale di 1h03:12 a soli 19 secondi dal record di Andrea Lalli della passata stagione. Gara femminile dominata dalla ruandese Claudette Mukasakindi che si lascia agevolmente alle spalle il resto della concorrenza in 1h19:33.

PISA – 1081 gli atleti giunti al traguardo della Pisa Half Marathon – Celadrin Run. La decima edizione della mezza maratona si è svolta su un nuovo percorso sviluppato nel centro storico con un suggestivo passaggio intorno alla Torra Pendente. In chiave agonistica è il Kenya a trionfare sia al maschile con Julius Kipngetich Rono (Atl. Recanati) in 1h08:00 che al femminile grazie a Ruth Chebitok (Athletic Terni) in 1h16:09.

Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera
Roma, RM, Italia

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>