TuttoCampania — 03 settembre 2012

Autore: Marco Cascone –

E’ il colpo d’occhio che più mi è rimasto dentro. E’ il colpo d’occhio che ci ha donato il lungo viale che ha accolto gli atleti alla partenza, al passaggio e nel finale di gara a donarmi le più belle emozioni di un evento, la StraMontesarchio, di cui avevo sentito parlare negli anni, ma che per impegni in concomitanza non avevo mai potuto godermi. Quest’anno il piacere di presentarla e di presentare la sua decima edizione, ed il piacere di poter confermare e persino più che confermare che la Podistica Valle Caudina spalanca nel modo migliore le porte di settembre, all’agonismo e alla festa della corsa su strada. L’arco di benvenuto rivolto agli atleti ed accompagnatori era di suo già un forte segnale del senso di ospitalità e di attesa che la Città riservava alla “carovana multicolore” dell’atletica campana. Un paese in festa,  partecipe, emozionato ed emozionante: una gran bella realtà quella della “StraMontesarchio”. In più, cosa che non fa mai male, premi quasi per tutti, visto che agli originari 150 se ne sono aggiunti altri 100 e la delizia di mega Zucche (Attilio production) riservate ai team classificati subito dopo i primissimi (primissimi che sono stati, nell’ordine, la Road Runners Maddaloni e la Marathon Club Frattese).

Gara.

Non poteva mancare all’appuntamento con la vittoria, e Ismail Adim è stato più che puntuale con essa. C’era a riprenderlo e intervistarlo persino Canale 2 Marocco, e Adim ha dato spettacolo dal primo metro fino al traguardo: 31’42” per l’atleta della Napoli Nord Marathon, sul percorso di 10.100 metri. Alle spalle di Adim, un grande Gennaro Varrella: a conferma (se ce ne fosse ancora bisogno) che esperienza e classe fanno sempre la differenza. Il giovane Pasquale Cirillo in terza posizione, per lui 34’19”. Il duo road Runners Maddaloni in quarta e quinta piazza: Rino de Lucia e Saverio Ianniello.

La gara donne ha avuto quale protagonista assoluta Cathy Barbati, Baiano Runners. Cathy ha gestito al meglio il ritmo, chiudendo la gara in 39’33”, precedendo l’ottima Annamaria Damiano (Montemiletto team Runners, 41’46”) e Lucia Avolio della Napoli Nord Marathon: bella anche la sua prova. Ai piedi del podio una ritrovata Jean D’Argenio (42’47”) e Grazia Razzano, della Road Runners Maddaloni.

Un unico consiglio, per ottimizzare lo spettacolo e renderlo ancor più tale: il primo giro non deve essere più lungo del secondo, questo per evitare troppi doppiaggi.

E’ stato particolarmente bello presentare la Stra Montesarchio. Quando il paese è protagonista della gara, così come avvenuto nel comune Beneventano; quando conosci meglio delle belle persone chiamate ad organizzare; quando capti che nella bella semplicità opera un team di appassionati, beh tutto diventa ancor più piacevole.

Complimenti a Pietro Meccarielo e al Team della Podistica Valle Caudina: la decima edizione della StraMontesarchio ha onorato l’alto valore medio delle gare Campane.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>