Cronaca — 26 marzo 2010

Deluso, questo è l’aggettivo che descrive il mio stato d’animo, dopo aver partecipato alla Stramilano. Onestamente, quando a gennaio decisi di iscrivermi a questa competizione, mi aspettavo veramente che tutte le cose funzionassero alla perfezione, mica vado a correre la Strapizzo calabro! Mi sono detto.


Iniziamo con ordine: nel mese di gennaio preferisco di scegliere la procedura d’iscrizione on-line, ma voi immaginavate che il modulo d’iscrizione elettronico non contemplasse la provincia di Vibo Valentia? Avete capito bene, Per poter andare avanti nella procedura d’iscrizione, ho dovuto dichiarare, che Pizzo Calabro, che, in effetti, è in provincia di Vibo Valentia, si trova nella provincia di Catanzaro!


Per il resto, il modulo è risultato, veramente preciso, figuratevi che mi si chiedeva pure di che taglia volevo la maglietta, ho segnato una “S”. Peccato però, che al momento del ritiro del pacco gara, sabato pomeriggio 20 marzo, la misura da me richiesta era finita. Come dico io, visto che al momento dell’iscrizione mi avete chiesto la misura, ritengo che il mio pacco gara, come tutti gli altri, sia personale, invece no, io che vivo in Calabria dovevo passare da Milano, per esempio nel dopo lavoro, almeno la settimana prima per aver la maglietta della taglia giusta. La cosa che più mi faceva rabbia era la disinvoltura con cui gli addetti, prima della consegna dei pacchi, e poi della segreteria, mi mandavano da una parte all’altra sostenendo che la colpa era dell’altro, senza confrontarsi, e soprattutto fregandosene altamente di risolvere il disagio creato.


Non finisce qui, chi c’era sa che sabato, domenica e lunedì, poi io sono andato via, l’umidità a Milano era del 110%, sembrava che in cielo si fossero riuniti tutti gli angioletti a spruzzare acqua con i nebulizzatori. Il giorno della gara, arriviamo con il mio compagno d’avventura in zona partenza, e dopo esserci fatto un giro di ricognizione per renderci conto di come funzionava il deposito borse e di dove fossero gli spogliatoi, decidiamo di andare a sederci, proprio all’interno di uno dei due miseri spogliatoi gonfiabili, per evitare di rimanere fuori al freddo e soprattutto all’umido. Fra le 09:00 e le 10:00 un addetto della croce rossa, ripetutamente veniva all’interno degli spogliatoi avvisando che chi era pronto doveva uscire per lasciare spazio agli altri che venivano. Stanco di quest’ingiusta insistenza, ho protestato, sostenendo che non era giusto, e che avrebbero dovuto montare più spogliatoi, ma anche lui, con molta disinvoltura, mi rispose di rivolgermi all’organizzazione, e che lui eseguiva gli ordini. Chissà dov’era questa fantomatica organizzazione, neanche la sera prima in Piazza Duomo si erano fatti vedere!


Finita la gara ero così arrabbiato, che ho preferito vestirmi e scappare via, a mangiare al ristorante, arrivato a quel punto abbiamo volentieri rinunciato di partecipare al pasta party, chissà cos’hanno dato! Un’ultima domanda, ma le fotografie delle decine di fotografi che erano presenti durante tutto il percorso, dove si possono vedere?

Autore: Federico Brancatelli

Share

About Author

Peluso

  • Massimo Avitabile – Irpinia corre-Atripalda (AV)

    Vedete anche a Milano, l’organizzazione fa cilecca!!!!!; poi voi podisti ci criticate se una 1/2 maratona come la Mare e Monti viene spostata di data per vari motivi.

  • DESI Giovanni atletica pizzo 97

    confermo su quanto esposto da Federico perchè io sono “il compagno di avventura”

  • soriani piero milano

    caro Federico , perdonami ma su alcune tue considerazioni non sono proprio d’accordo . Io ho ritirato , nel tardo pomeriggio di sabato il pacco gara con all’interno la maglietta di taglia scelta nell’iscrizione via mail , il deposito borse sito vicinissimo alla partenza e all’arrivo era gestito ottimamente da volontari ,tutti ragazzi che con disponibilita’ e cortesia ti ritiravano , senza farti attendere , la borsa che ti restituivano con altrettanta celerita’ al tuo arrivo . Le tende forse erano un po piccole rispetto alla massa ma comunque sufficienti per permettere agli atleti di cambiarsi e uscire x il riscaldamento . certo che se tutti avessero voluto attendere di uscire 20′ prima della partenza neppure il forum sarebbe bastato . L’umidita’ purtroppo fa parte del nostro , beati voi che correte in altri contesti climatici.

  • Federico x Piero

    Ciao Piero, per quanto riguarda la maglietta, ritengo sia giusto che tutti ricevessero la misura richiesta, visto che loro stessi largamente in anticipo te lo chiedono, non alcuni, perché ho scoperto che parecchi con la misura “S” si sono accontentati della maglietta delle donne, che però si vede che è da donna. Per quanto riguarda il servizio borse, sono completamente daccordo con te, infatti non mi sono lamentato. Visto che l’umidità è una prerogativa di tutti gli anni dovevano essere così bravi daorganizzarsi in merito. Comunque anche qui l’organizzazione della Stramilano latita. Un commento da loro qui me lo aspettavo!

  • Massimo Ragusa

    Caro Federico.. mi è andata bene, tutto sommato, visto che nella settimana decisiva ho deciso di rinunciare alla stramilano, per giunta con un pizzico di ambizioni… Concordo con il sig Avitabile che ci sono tanti problemi, e che magari noi runner li alimentiamo… ma io l’anno scorso mi sono trovato in una situazione simile (climatica) a Treviso e non ho affatto riscontrato tutte queste lacune, anzi.. se devo dirla tutta credo che questa volta l’organizzazione della stramilano abbia un “tantino” esagerato… se non altro perchè ha anticipato la data fregandosene del fatto che a Vigevano si correva la “scarpa d’oro”… e dire che i signori di Vigevano organizzano da anni una gara che a sentire e leggere (io non ho mai partecipato) si sente un gran bene! magari, l’anno prossimo dalla provincia di “Catanzaro” si va a Vigevano… Fede, sorridi!!

  • Federico x Massimo

    Ovvio, sorridere sempre, ma di tanto in tanto serve spiegare alla popolazione podistica e a chi si arricchisce, che chi tiene il carrozzone in piedi, SIAMO NOI (gli amatori, come me e te)!!!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>