Curiosita — 30 marzo 2011

di Greta Privitera


Ventuno chilometri in 62 minuti. E venticinque ore per nemmeno 3 chilometri. Questi i tempi di Geoffrey Ngugi Kanyanjua, che arrivato ottavo alla Stramilano di domenica 27 marzo, finita la sua gara si è «semplicemente perso» per il capoluogo lombardo. La colpa? Parlava solo inglese. Ha chiesto indicazioni ma forse non abbastanza insistentemente. O forse i tranvieri, i poliziotti, i carabinieri e i vigili quella «misteriosa» lingua non la conoscono così bene.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>