TuttoCampania — 22 giugno 2014

Dugenta 2014 BarbatiAlla StraDugenta una giornata di sole che per davvero ha spalancato le porte all’estate. Certo..sarebbe stato meglio se il caldo fosse stato meno…caldo, ma l’umidità nell’aria non è stata eccessiva, cosa che non posso dire abbia favorito le prestazioni degli atleti, ma almeno non le ha appesantite più di tanto. La StraDugenta al mattino si scosta dalla tradizione che la vuole serale, ma è stata comunque una bella edizione (la 18^) della gara organizzata da Armando d’Abbruzzo e il suo Team: Atletica Dugenta. I classici 10 km della gara Sannita quest’anno sono, per forza di cose, diventati 10.300 metri: causa variazione necessaria del tracciato. Percorso non proprio facile quello di Dugenta, con altimetria variabile soprattutto nella seconda parte. Infatti, proprio nella seconda parte del tracciato, molti atleti sono stati costretti a regalare secondi alla media finale a km, e al crono al traguardo. Lo stesso vincitore della gara, Antonello Barretta, dopo essere transitato sul piede dei 3’07” al secondo Km, e con un 3’12” a metà gara..si è poi dovuto accontentare di un 34’08” finale, per una media chilometrica di 3’18”. Vittoria tranquilla per Antonello, con un bravo Alfonso Ruocco (collega di Team, Vis Nova Salerno) alle sue spalle, con poco più di 20” di ritardo. Ottimo 3° il giovanissimo Hajjaj El jebli (podistica Marcianise) capace di un buon 34’55”, dopo essere stato con il duo di testa per 1/3 di gara. Quarta e quinta posizione per Giovanbattista Audia e Mario Pascale.

Gara femminile più regolare in termini cronometrici, almeno per quanto riguarda la vincitrice. Passaggio ai 5000 sul piede dei 3’52” a km per Cathy Barbati (Tifata Runners Caserta) e chiusura in 40’40”, media 3’57”. Nessun problema per Cathy, seguita nella classifica donne dalle colleghe di Team: Loredana Vento (per lei gara regolarissima, dal primo km alla fine) e Marianna Biancardi (rispettivamente 42’13” e 43’16”). Belle gare per le due ragazze giunte ai piedi del podio: Margherita Goglia (Podisti Alto Sannio) e la giovanissima Grazia Razzano (Tifata Runners). Grazia, una delle poche capace di fare la seconda parte di gara leggermente migliore del prima.

Classifica a squadre andata al Team Tifata Runners Caserta.

Da segnalare la classifica speciale riservata ai donatori sangue gruppo Fratres. A fine gara la vittoria è andata ad Angelo Grasso (Atl. Dugenta), seguito dal collega di Team Luciano di Cerbo e Giorgio Esposito (Pod. Valle Caudina). In campo femminile vittoria per Cinzia Petti. Alla stessa Cinzia il premio speciale quale prima Dugentese, a farle compagnia nella locale classifica maschile Luciano Di Cerbo.

La gara di Dugenta indiscutibilmente ha maggiore fascino, realizzata e vissuta di sera. L’edizione di quest’anno, pur vissuta al mattino, è stata comunque una bella edizione, con il paese che non è mancato all’appuntamento, così come gli atleti Campani, affezionati alla gara di Armando d’Abbruzzo, consapevoli come sono della buona organizzazione dell’evento. In più, così come nelle ultime edizioni, sempre bello vedere i anche i ragazzi, i giovanissimi correre.

Vero: l’Atletica Dugenta con la StraDugenta organizza la bella atletica su strada per assoluti e Master, non dimenticando una giusta strizzatina d’occhio alla solidarietà e al futuro.

Marco CasconeMarco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

  • claudio boscotrecase

    ….e poi fatta di sera avrebbe lasciata un ricordo migliore anche a quel manipolo( piuttosto numeroso in verità) di ritardo -atleti che come me al punto di ristoro si sono sentiti rispondere, a giusta richiesta e con quell’ opprimente calura, che l’acqua era esaurita!Gli amici di Dugenta non sono dei neofiti,quindi essi ,come tanti organizzatori campani,sarebbe ora che facessero una scelta precisa:se non vogliono alle loro manifestazioni gente che corre oltre un certo tempo-gara lo scrivessero chiaramente nel regolamento .Non è possibile che non si riesca a tenere chiuso il traffico o non ci sia più niente al ristoro finale perché chi è arrivato prima ha preso tutto o perché come oggi avevano calcolato male il numero di bottigline….ogni atleta che sia un campione o sia una lumaca ha pari dignità non foss’altro che per il solo fatto di spostarsi dalla propria residenza,venire nella tua città,pagarti la quota d’iscrizione ed impegnarsi al limite delle proprie possibilità,caro il mio organizzatore ….vengo da due esperienze bellissime,Telese la settimana scorsa e Siano ieri sera:quindi posso con certezza affermare che ciò che umilmente chiedo non è utopia ma soltanto attenzione verso tutti indistintamente gli atleti presenti.

  • Antonello

    E’ qualche anno che partecipo alla gara di Dugenta, ed anche quest’anno abbiamo avuto una accoglienza straordinaria, abbinata ad un percorso rinnovato, ed a mio avviso ancora piu’ bello. E questo non perche’ sono arrivato davanti. Certo si puo’ sempre migliorare, e gli amici dell’atletica Dugenta sapranno far tesoro anche delle critiche. Ma in tutta onesta’, va riconosciuto al podismo campano un livello organizzativo altissimo, direi di eccellenza. Qualcuno ricordera’ che sino a qualche anno fa, le gare di eccellenza si contavano in una mano in un anno. Senza dimenticare che e’ frutto del lavoro di appassionati e volontari. Ad majora ed a rivederci al prossimo anno.

  • grande antonello e alfonso un abbraccio salvatore albrizio.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>