TuttoCampania — 21 luglio 2015

Sembrava nata sotto una stella non molto sorridente questa terza edizione; il piccolo calo di iscritti, causato anche da questo caldo pazzesco che sta facendo desistere molti di noi, è poca cosa rispetto alle notizie avute in seguito. Al nostro arrivo, alle ore 8:00, la notizia della morte del padre di Marco , detto “ il guappo” … poi una telefonata che diceva che servivano donatori di sangue per il padre dei fratelli Ianniello che non sta bene … c’era una preoccupazione ed una tristezza in giro e nessuno si riusciva a concentrare sul da farsi. Un fine settimana poco felice per la Podistica Valle Gaudina  che, però, ha saputo tranne da questi eventi la forza , quella che contraddistingue i gladiatori, per mantenere fede al loro impegno e, seppur col dolore nel cuore, lo hanno fatto alla grande.

bucciano 2015.Al ritiro pettorale non poteva mancare, per noi donne, l’immancabile piantina, ormai quasi un simbolo di questa gara. Il percorso di gara, uguale allo scorso anno, è stato reso ancora più duro dal caldo ma il rifornimento idrico, comprensivo di varie docce, è stato  perfetto, aiutandoci a mantenere la testa un po’ più fresca ( a noi podisti non è che funzioni proprio bene col caldo poi … ); i cittadini che vivono con noi questa gara spronandoci e complimentandosi per il nostro coraggio, ad ogni passaggio ci vedevano sempre più stanchi, sempre più sudati … più che coraggio, a volte , penso sia incoscienza quella che ci spinge ad affrontare certe situazioni climatiche. All’ultimo giro dovevo essere in condizioni tali che un signore vedendomi mi ha offerto una birra fresca che ho accettato volentieri. Il ristoro è stato gestito in modo ordinato, anguria, panino con salsiccia e melanzane e vino. Pietro Meccariello, attorniato dai suoi uomini, mette su una gara che sta crescendo di qualità anno dopo anno.

Questa è una città che ama lo sport a 360 gradi, hanno costruito nel Campo Sportivo Polivalente  “ Giovanni Falcone “, strutture che abbracciano molte attività senza preferire il calcio innanzi tutto, tant’ è che il campo di calcetto, anche se sarà fatto a breve, è rimasto in coda, in questo modo i ragazzi avranno la possibilità di praticare realmente lo sport in maniera adeguata.

 

“ … Addò na vota zappavi, jettanne sangu’ e salut. Eppur sta gent nun se seteve furnute… “ così cantavano James Senese e Napoli Centrale nella loro canzone  ‘A gent è Buccian , mettendo in evidenza la loro tenacia.

Viviana CelanoViviana Celano

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>