Cronaca — 03 aprile 2011

Chi era presente ha potuto godersi una Bologna assolutamente imperdibile. Un record quello stabilito nell’edizione 2011 di Strabologna-Vivicittà, quest’anno griffata Vodafone.


Oltre le più rosee aspettative i bolognesi, di nascita o di adozione, hanno scelto la manifestazione che rende orgogliosa UISP per riempire Piazza Maggiore di colori, musica, entusiasmo.


Una giornata coronata da un meraviglioso cielo ed un sole splendente già dalle prime ore del mattino, quando i volontari e gli instancabili operatori UISP erano già al lavoro dopo un sabato pomeriggio altrettanto ricco e partecipato.


Mentre scrivo non nascondo ancora l’emozione nel ritrovare una Bologna così unita all’insegna dello stare insieme, un’abitudine che forse dobbiamo riscoprire sempre di più. Al di là dei colori e delle divisioni, oltre le barriere della diversità.


Basta scorgere con lo sguardo l’instancabile ‘papà‘ di Strabologna, Franco Carati. Gli brillano gli occhi mentre da indicazioni, corre di qua e di là dagli stand, distribuisce pettorali e sale sul palco poi per il meritato applauso e foto di rito.


Anche Fabio Casadio, Presidente di UISP, si lascia andare a commenti entusiasti: ‘Un’edizione che ha coinvolto tutta la nostra Associazione e che riscuote tra le persone un successo che abbiamo sperato. Abbiamo scommesso su un orario inedito di partenza, puntando sulla non competitività, lanciando i messaggi di prevenzione attraverso il movimento con dei partner di rilievo sul territorio! Ma si può continuare a camminare e fare movimento con UISP tutti i giorni e tutti i weekend, basta conoscere i programmi delle camminate, i nostri corsi


Ad aprire le danze, in contemporanea con tutta Italia e parte del mondo, dopo un inno nazionale cantato a gran voce dalla folla e dai partecipanti, Maurizio Cevenini. In prima fila, insieme al gruppo di ‘Succede solo a Bologna’, il tanto atteso Gianni Morandi. Ma scorgiamo anche il sindaco di San Lazzaro Macciantelli, il candidato sindaco Virginio Merola, al suo fianco Benedetto Zacchiroli e Luca Rizzo Nervo.


A seguire la partenza delle scuole, l’entusiasmo delle migliaia di bambini, bambine, insegnanti e genitori sembra trascinare la giornata al culmine. Alla fine trionfano le Longhena con oltre 400 presenze. Ma senza timore di retorica alla fine vincono tutti. Strabologna è questo. E’ il ritmo più lento di un anziano, un amico a quattro zampe con la maglia della manifestazione che corre con il suo padrone, è un altro cagnolino in braccio perché forse un po’ intimorito o stanco, è un papà che corre con una carrozzina, è un disabile che insieme ai suoi amici partecipa per dimostrare che vincere è innanzitutto abbattere le barriere dentro di noi!


Accanto a tutto questo i gruppi musicali che hanno animato la camminata ludico-motoria sono stati esemplari, ci siamo impegnati per una manifestazione a basso impatto ambientale e i dati raccolti con la supervisione del Centro Antartide speriamo ci diano conforto.


Vogliamo dire GRAZIE a tutti. Nominare qualcuno significherebbe forse dimenticare qualcun altro!


L’edizione numero 33 da domani è già in cantiere

Autore: Uisp Bologna

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>