Maratone e altro slide TuttoCampania — 20 dicembre 2015

coastIl sole che ha abbagliato Sorrento è riuscito in qualcosa di imprevedibile: rendere ancor più bella una delle gare con il più bel tracciato al mondo. Le scelte organizzative del Team Coast to Coast e Napoli Nord Marathon hanno fatto centro, con Antonio Esposito alla giusta decisione di partire e arrivare a Sorrento, sia per la 21 km sia per la distanza classica della Maratona. La Coast to Coast non ha velleità di proporsi quale tracciato dove poter puntare al proprio personale (e infatti le prestazioni non sono proprio da best), ma non ha eguali quale meraviglie proposte durante i due tracciati, i due collegamenti tra le due penisole (Sorrentina e Amalfitana) di certo tra le più belle al mondo.

Gara

La Maratona ha avuto, in campo maschile, un indiscusso dominatore: Alberigo di Cecco (Vini Fantini, By Farnese). Il percorso molto duro della Coast to Coast, in versione 42, non gli ha permesso di fare grandi prestazioni (la vittoria è arrivata in 2h35’) ma il tempo…è il caso di dirlo…lascia il tempo che trova: resta la splendida gara dell’Abruzzese e la sua capacità indiscussa di sapersi gestire, arrivando in bella spinta, sintomo di ancora presenza di energie. La vera gara in realtà c’è stata alle sue spalle, con cambi di posizioni, frutto sia della distanza e, ancor di più, del tracciato. Al traguardo, e per il secondo gradino del podio, l’ha spuntata Tito Tiberti (Free Zone), dopo una positiva gestione di gara, soprattutto nella prima parte del tracciato, quello che ha portato gli atleti a Positano. Terzo al passaggio a Positano, e terzo al traguardo, Antonio Bucci (Tocco Runner). Da segnalare la gara di Francesco Bassano: bifronte. Da un lato la partenza azzardata (tanto da stare a 200 metri da Di Cecco a Positano) lo ha portato ad un crollo nella seconda parte, ma dall’altra occorre anche dire che Francesco ha dimostrato ancora una volta la sua grande sportività, arrivando comunque, anche se alla fine a 27’ dal vincitore. A Maurizio D’Andrea e Francesco Durante la quarta e quinta posizione.

Maratona Femminile con vittoria contesa fino all’ultimo secondo. Al traguardo, entrambe di conseguenza stanchissime, Fabiola Desiderio (Team Atl. Uisp) ha avuto la meglio per solo 25” su Alionka Kornjeanko (Atl. Buja). Terza posizione per una incredibile Annamaria Caso, Movimento Sportivo Bartolo Longo. A Paola Giuliani la quarta posizione, a Viviana Verri, Amatori Corigliano, la quinta.

Nella mezza Maratona confronto tutto campano al fine della vittoria. Al traguardo l’ha spuntata Gilio Iannone, con un grande spunto soprattutto nei km in discesa (per lui 1h11’31”), con Antonello Landi al secondo gradino del Podio e Rachid Talib (atleta del team il Laghetto) in terza posizione (per lui 1h12’55”). A seguire Marek Hadam e e Simone Wegher. Nella 21 riservata alle donne, dominio di Malika BenLafkir (niente male l’1h17’26” della ragazza del team Caivano Runners). Seconda posizione per la portacolori del team il Laghetto (Siham Laaraichi), con una sempre grande Annamaria Vanacore (Atl. Scafati) sul terzo gradino podio. Alle ottime Martina del Rosso (Runners Chieti) e Antonietta D’Orsi (Pol. Ciociara Antonio Fava) le posizioni ai piedi del podio.

La Coast To Coast ha esaltato se stessa, riuscendoci con l’impegno e la passione di sempre.

Merito a chi merita, e merito a chi è voluto essere protagonista in gara.

Marco Cascone.Marco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>