Cronaca — 25 settembre 2011

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le cose si ripetono. Come nell’edizione 2010 il keniano Solomon Yego (S.E.F. Stamura Ancona) e la sambenedettese Marcella Mancini (Runner Team 99 Volpiano) hanno vinto la sesta edizione della gara podistica Ascoli-San Benedetto, rispettivamente in 1h45’57’ e 2h08’27’. Il caldo umido (sul Piceno splendeva uno splendido sole di fine estate) e l’assenza di veri competitori hanno impedito ai vincitori di realizzare tempi record, ma entrambi si sono detti soddisfatti per la propria prestazione. In particolare la Mancini, che il 13 novembre gareggerà alla Maratona di Torino per conquistare anche il titolo italiano 2011. ‘Ho piazzato una bella partenza – ha detto – e poi ho badato più che altro a migliorare la condizione atletica. Questa è una bella gara alla quale tengo sempre particolarmente’. Alle loro spalle sono giunti il marocchino Mohamed Haji, il pugliese Pasquale Rutigliano (vincitore della prima edizione), Marco Verardo, Fabio D’Atanasio, Paolo Bravi, Maurizio D’Andrea, Emiliano Pileri, Mirko Mariani e Marco Incarnato per gli uomini e Paola Garinfi, Noemi Mogliani, Katia Angelini, Fabiola Cardarelli, Cecilia Di Benedetto, Sara Piccioni, Franca Pagliuca, Marisa Camilli e Cristina Bartolomeoli in campo femminile. Oltre seicento i partecipanti alla gara con 539 uomini e 70 donne per un totale di 609 iscritti che costituiscono comunque un ottimo numero di atleti in gara, se si considera che in contemporanea si disputano altre quattro gare nelle regioni confinanti e che non ci sono premi in denaro di particolare rilevanza. A cornice della gara ufficiale è stata corsa anche una non competitiva di 8 km denominata ‘Da rotonda a rotonda’ alla quale hanno preso parte una cinquantina di amatori. Questa gara ha visto giungere sul traguardo per primo Francesco Vitolla seguito da Graziano Pietrofilippo e da Fabrizio Amadio, nella vita apprezzato esponente della polizia municipale di San Benedetto. In campo femminile ha primeggiato Maria Rita Falgiani, seconda Loredana Tarquini e terza Susi Magna. ‘Purtroppo la crisi – ha detto il presidente del Porto 85, Roberto Silvestri – ci costringe a organizzare la gara non come la vorremmo noi, ma voglio inviare un plauso a tutti i miei collaboratori che ogni anno si prodigano per far sì che tutto vada alla perfezione. Ovviamente grazie a tutti gli sponsor che credono ancora nello sport e nella nostra società‘.

Autore: Sandro Benigni

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>