Atletica News HOME PAGE — 23 settembre 2012

La seconda giornata di gare della Finale Argento dei Societari Assoluti decreta a Campi Bisenzio (organizzazione Atletica Campi Universo Sport), il successo dell’Atletica Biotekna Marcon tra gli uomini (161 punti) e dell’Enterprise Sport & Service di Benevento (153 punti) tra le donne. Alle loro spalle rispettivamente la E.Servizi Atletica Futura Roma (143 punti), che a livello maschile completa una notevole rimonta dopo il nono posto della prima giornata, e il CUS Palermo (147,50 punti), già secondo a livello femminile dopo la prima giornata. Sono queste quattro società quindi che il prossimo anno, previa conferma dei punteggi nella fase regionale, potranno disputare la Finale Oro.

Allo stadio “Emil Zatopek” la mattinata di gare si presenta con forte rischio pioggia, poi, dopo poche gocce, la situazione meteo migliora lasciando spazio a una temperatura particolarmente afosa. In questo clima hanno cercato di fornire le ultime prestazioni di una lunga stagione agonistica, gli atleti di punta presenti in pista e pedane: l’ostacolista Manuela Gentili, le mezzofondiste Federica Dal Ri e Valentina Costanza, la saltatrice Simona La Mantia, e le velociste Bonfanti e Bazzoni. Nei 400hs l’azzurra Manuela Gentili (CUS Palermo), dopo il personale di ieri sui 400, ha ribadito la sua legge vincente nei 400hs chiudendo in 59”92. Sfida di qualità nei 200, tra le due componenti della staffetta olimpica del miglio, Elena Bonfanti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e Chiara Bazzoni (Toscana Atletica Empoli Nissan/Esercito), e successo della lombarda in 24”24 (+1,0) sulla toscana, 24”71. Nell’omologa prova maschile si è dovuto ricorrere al fotofinish per decretare la viottoria di Lorenzo Angelini (Avis Macerata) sul ghanese Elijah Mensah (CUS Palermo), entrambi piombati sul traguardo in 21”43 (+1,5).

Altro bello scontro nella prova più lunga di giornata, tra le azzurre Federica Dal Ri (U.S. Quercia Trentingrana/Esercito) e Valentina Costanza (CUS Bologna/Esercito), e progressione vincente della prima in 16’42”54 sul 16’45”16 della seconda. I 5000m maschili sono volati via su un ritmo sostanzialmente veloce, imposto dal vincitore, il keniano Ezekiel Kiprotich Meli (Virtus Cassa Risparmio Lucca), primo in 13’51”08. Solo ottavo l’azzurro Mak Obrubanskyy Cerrone (Enterprise Sport & Service) che ha chiuso in 14’57”66. La carrellata sulle prove in pista più interessanti si chiude con la citazione di Margherita Magnani (CUS Bologna/Fiamme Gialle) che ha vinto gli 800m in 2’09”72, dopo aver conquistato ieri i 1500. Dalle pedane la nota più importante la fornisce Simona La Mantia (CUS Palermo/Fiamme Gialle) che bissa il successo del triplo con quello nel lungo, 5,93 (+1,3).

Ufficio Stampa FIDAL

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>