Cronaca — 12 settembre 2009

Si avvicina il gran finale del ‘9° Giro Podistico a Tappe delle Isole Eolie’. Si è corsa, infatti, oggi la penultima tappa – il circuito di Marina Corta a Lipari (5.6 km) – dell’importante manifestazione podistica Fidal, organizzata dalla Polisportiva Europa Messina con la collaborazione del Comune di Lipari e della Mediterranea Trekking (servizi turistici) ed il patrocinio della Regione Sicilia, della Provincia Regionale di Messina e dei comuni di Leni, Malfa e Santa Marina di Salina. Ad imporsi dopo 5 giri i soliti noti, Luigi Guidetti (Corradini Rubiera, 18’33’) e Katia Scionti (Stilelibero Messina, 21’45’), ma a meritarsi gli applausi di giornata sono stati gli organizzatori, abili nell’ovviare immediatamente agli inevitabili ed imprevisti disagi prodotti dal temporale notturno che ha colpito l’arcipelago eoliano. Passando all’aspetto prettamente agonistico, gli atleti – divisi in tre batterie secondo l’ordine di graduatoria – si sono confrontati su un percorso a dir poco ‘nervoso’ e veloce, con due ascese che hanno messo in difficoltà anche i muscoli dei podisti più allenati. Tra gli uomini, il plurivincitore del Giro e compagno di squadra di Stefano Baldini ha prima controllato la voglia di rivalsa di Marco D’Innocenti (CSM Subiaco) e Silvio Gambetta (Boggeri Arquati Modena) per poi allungare quasi a metà gara. Alle loro spalle, si sono dati ‘battaglia’ Sergio Trinca (Jager Vittorio Veneto), l’italo australiano Antonio Caruso (Glenhuntly Athletics Club), Fausto Barbieri (Gabbi Bologna) ed i messinesi dell’Atletica Villafranca Demetrio Moio e Ronald Mento. Pochi i cambiamenti nella classifica generale. In campo femminile, ennesima ‘passerella’ per l’incontenibile Katia Scionti, che ha preso il largo fin dai primi metri. Dietro di lei, Maria Fernanda Mirone della Barocco Running Modena ha tranquillamente difeso la posizione dai poco convinti attacchi di Maurizia Giacomozzi (Olimpia 2004 Roma) e Mara Fornasari della Corradini Rubiera. Ottima anche la prova di Patrizia Destro (Fly Flot Brescia). Domani i partecipanti chiuderanno le loro fatiche settimanali con la prova in linea che da Vulcano Piano conduce a Vulcano Porto; 7.5 km caratterizzati da una lunghissima discesa. A seguire è in programma la tanto attesa premiazione, che interesserà i primi sei della classifica generale ed i migliori tre di ogni categoria. Sarà l’ideale epilogo di un evento che sta catalizzando letteralmente le attenzioni nelle tre isole eoliane coinvolte


fonte http://www.nettunopress. it

Autore: redazione

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>