Cronaca — 27 settembre 2010

Edwin Soi fa il tris al Memorial ‘Peppe Greco’. Il keniano ha tagliato col braccio alzato e l’indice al cielo il traguardo dell’edizione numero 21 della podistica internazionale, concludendo una straordinaria settimana d’atletica tra Modica e Scicli.
Il keniano, che ha fermato il cronometro sui 29’16”28, dopo aver vinto l’edizione 2008 e 2009, ha dovuto faticare e non poco per avere ragione dell’agguerrita concorrenza di quest’anno.
Il finale ha visto Soi, medaglia di bronzo a Pechino2008 nei 5000 metri, lanciare lo spint sin dalla leggera discesa di palazzo Beneventano, con alle spalle Tariku Bekele e Dennis Masai, giunti a poca distanza.
Grande entusiasmo all’arrivo per il pubblico presente e che ha seguito con attenzione e passione i dieci giri, applaudendo soprattutto gli atleti migliori.
Dopo i primi due giri in cui il gruppetto di testa ha mantenuto un ritmo blando, a partire dal terzo passaggio il gruppo si è allungato con i due azzurri Andrea Lalli e Daniele Meucci. La pattuglia africana inizia ad imporre il ritmo ad iniziare dalla metà gara (15’10 il passaggio al quinto dei dieci chilometri complessivi). All’ottavo giro si rimane in cinque, con il campione del mondo juniores dei 10mila, Dennis Masai a tenere il comando, con alle spalle Bekele, Soi, Gebresadit e Lucas Rotich.
L’ultimo chilometro, coperto in 2’38”, ha visto aumentare il ritmo sino allo sprint finale che regala ad Edwin Soi la terza vittoria consecutiva sotto il traguardo di piazza Italia.
Nel corso della cerimonia di premiazione, oltre agli applausi per il podio finale, si è proceduto anche alla consegna del premio ‘Santo Vanasia’, andato ad Alessandro Brancato, primo dei siciliani all’arrivo. Inoltre, la Ma.Fra, sponsor della manifestazione, ha premiato l’atleta che ha coperto il giro dell’anello barocco di Scicli col miglior tempo. Anche in questo caso il premiato è stato Edwin Soi, col suo ultimo giro in 2’38”.
Pizzico di delusione per l’azzurro Daniele Meucci, reduce dal bronzo agli Europei di Barcellona e che lo scorso anno giunse terzo al ‘Greco’. ‘Ho dato il massimo – ha detto Meucci – perché questo pubblico lo meritava, ma ho pagato le fatiche di fine stagione. Mi è dispiaciuto non essere protagonista fino alla fine, ma mi rifarò l’anno prossimo. E’ una promessa’.
Volti sorridenti e soddisfatti quelli degli sponsor e degli amministratori locali che sostengono il ‘Peppe Greco’. Ma a sorridere di più è il ‘baffo’ di Gianni Voi che, commosso sul palco, riesce a dire solamente: ‘Grazie a tutti. A chi ci ha sostenuto in questa follia dello sdoppiare la gara anche a Modica, a tutti gli amici dell’associazione Peppe Greco, alle nostre famiglie, a chi vuole bene al ‘Peppe Greco’ ed anche a chi


mette i bastoni tra le ruote. Sono proprio questi ultimi che ci danno la forza di andare avanti e di programmare, sin da domani, alla 22esima edizione del Memorial ‘Peppe Greco”.
Tra gli amatori, protagonisti della gara che ha preceduto la podistica internazionale, a vincere è stato il gelese Giovanni Veletti (Road Runner Gela) seguito dal compagno di società Carmelo Cannì (Road Runner Gela) ed al terzo posto Gianluca Carfì (Padua Ragusa).


Questa la classifica finale del 21° Memorial ‘Peppe Greco’ – prova maschile


1° Edwin Soi KEN 29’16

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>