Cronaca — 10 novembre 2010

L’atleta materana si è imposta nella mezza maratona del deserto che si è svolta il 5 novembre us nel Parco Nazionale di Ras Mohammed, una delle gemme del Mar Rosso e patrimonio dell’UNESCO a Sharm El Sheikh.


Il percorso, massacrante ma suggestivo, si è sviluppato su un tratto di 3 km di asfalto alla partenza, per poi proseguire per 18 chilometri sulle piste di corallo fossile, graniglia di quarzite e sabbia con passaggi stretti, molto tecnici su roccia del Monte Sinai e costeggiando successivamente la Hidden Bay (baia Nascosta)  passando vicino al Lago Salato e seguendo la pista verso Yolanda Bay per arrivare sotto la monumentale porta d’ingresso simbolo del parco.


Insomma gli atleti hanno potuto correre a stretto contatto con la natura, da un lato perfette dune di sabbia e montagne di roccia e dall’altro il canale delle mangrovie, la Hidden Bay ( la baia nascosta), il lago salato e naturalmente il color turchese del mare.
Correre in compagnia di aironi, gabbiani, rondini marine e falchi pescatore e migliaia di cicogne, è stata un’esperienza indimenticabile.


 


Cronaca della gara: dopo un avvio tranquillo determinato dalla consapevolezza della durezza del percorso la Moretti verso il 6° chilometro ha iniziato una progressione inesorabile raggiungendo e superando le atlete che erano partite più spedite. Dopo aver agganciato il gruppetto di testa, al 15° km ha rotto gli induci staccando le compagne di fuga e si è involata solitaria sino al traguardo che ha oltrepassato a braccia alzate applaudita dal numero pubblico presente e percorrendo la distanza in 1h43’50” distaccando la seconda classificata di circa 1 minuto.


A fine gara Sara ha dichiarato ‘Grazie alla mia società ed al sostegno della Regione Basilicata che mi hanno consentito di partecipare a questa manifestazione internazionale ho potuto raggiungere questo traguardo inaspettato in quanto le mie ambizioni erano da podio ma non da vittoria conoscendo il valore delle avversarie. Il tempo finale è appesantito dalle caratteristiche del percorso e da una temperatura elevata durante tutta la gara di circa 40 °C. E’ stata molto bella anche la fase della premiazione che si è svolta in serata presso un albergo del centro storico.’


Per la cronaca alla mezza maratona ha partecipato anche un altro materano, Antonio Martino del Club Basilicata Matera, che ha chiuso la sua prova al 34° posto correndo per gran parte della gara proprio con Sara.


 

Autore: Fidal Basilicata

Share

About Author

Peluso

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    UN ESPERIENZA INDIMENDICABILE SOTTO OGNI PUNTO DI’ VISTA,BRAVISSIMA SARA E COMPLIMENTI A TUTTI I PARTECIPANTI,DISPIACIUTO SOLO PER OTTAVIO ANDREANI CHE’ POTEVA FARE IL TRIS,MA’ L’INFLUENZA LO HA’ BLOCCATO A LETTO,SARA’ PER IL PROSSIMO ANNO.CIAO ALLA PROSSIMA.

  • alessandro persia, runners adriatico, giulianova

    Non c’era traguardo più bello, per chiudere la mia breve carriera da podista, che quello della Sharm marathon. Il ginocchio non mi da più tregua e solo il dove venir qui mi ha indatto a continuaread allenarmi, ma ne è valsa la pena, porterò questa esperienza nel cuore per sempre, le persone che qui ho incontrato e l’abbraccio di mia moglie, subito dopo il traguardo, mentre piangevo come un bambino, grazie a tutti.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>