TuttoCampania — 26 dicembre 2009

E’ stato lo squadrone dell’Erco Sport, pluricampione d’Italia, a fare la parte del leone nella gara di Santo Stefano a Melito (Na). I ragazzi di Ercolano, capitanati dal presidente Raffaele Colantuono, si sono aggiudicati il memorial ‘Stefano Chiantese’, con la vittoria conseguita da Diego Romagnoli, che ha chiuso in 19’16’ il veloce percorso di 6 km. e con il secondo posto del giovane Francesco Porricelli, staccato di appena 4′. Al terzo posto il marocchino Ahamed Moufakir (A. Capua) in 19’23’.
Al quarto posto s’è classificato Gennaro Coppola (Stufe Nerone) in 19’34’, seguito da Antonio Marrone (NapoliRun) in 20’22’. A seguire sono giunti Elio Totaro e Raffaele Colantuono (Erco Sport) rispettivamente in 20’34’ e 20’37’, Gennaro Luongo (NapoliRun, 20’39’), Rosario Iorio (Napoli Nord, 21’17’) e Leonardo Cantasio (NapoliRun), decimo in 22’01’.
In campo femminile la vittoria è andata ad Ania Paniak (Antares Stabia) in 22’15’, davanti a Sabrina Carullo (Erco Sport) in 22’50’. Terza piazza per la casertana Anna Bianco (Arca Atletica Aversa) in 23’44’.
Ai piedi del podio s’è classificata Rosa Ippolito (Marathon Fratta) in 24’28, che ha preceduto la brasiliana Ivania De Mathos (Solidarietà) in 25’24’. Quindi al traguardo Claudia Casola (Asa Detur) in 25’45’ ed Ida Custodero (C. Ester) in 27’55’.
L’evento podistico, organizzato dagli assessorati allo Sport ed ai Tempi della Città di Melito, con la collaborazione tecnica del Centro Sportivo Italiano di Napoli, ha voluto ricordare la figura dello scomparso dirigente sportivo che per tanti anni ha curato la classicissima ‘Corri a Melito’, Stefano Chiantese.
Il sindaco Antonio Amente, ai nastri di partenza con gli assessori Carmine Cecere e Luigi Amelio, ha spiegato che la manifestazione oltre a ricordare un amico, ha inteso promuovere e rilanciare sul territorio, attraverso l’atletica leggera, lo sport  come mezzo di promozione non solo per l’attività fisica, ma soprattutto sociale, nella difficile periferia napoletana  Ecco perché l’amministrazione comunale ha scelto il CSI come partner dell’evento, per la forte azione educativa e sociale che l’Ente di Promozione svolge in Italia da oltre mezzo secolo, in campo sportivo. A rappresentare il Centro Sportivo Italiano c’era il consigliere di presidenza nazionale, Salvatore Maturo.
Alla corsa è stata abbinata una passeggiata di poco più di 1 km.ed a cui hanno preso parte anche una decina di portatori d’handicap melitesi; nel gruppo dei camminatori c’erano pure alcuni assessori comunali ed in rappresentanza del gruppo sportivo della base Nato di Bagnoli, il presidente delle ‘Piume Nere’, Giovanni Interbartolo, con il cappello piumato dei bersaglieri.
Lungo il percorso, la viabilità è stata coordinata diligentemente dagli uomini del comandante la polizia municipale, Domenico Cecere. L’arco di arrivo e partenza del CSI (giudice arbitro Antonio Sorrentino) è stato posto davanti la scuola media ‘Sibilla Aleramo’; qui c’è stato il quartier generale della kermesse.
La gara di Santo Stefano è stata sorretta da tanti commercianti ed imprenditori di Melito che hanno donato decine di riconoscimenti ai partecipanti (fedeli alla tradizione voluta da Stefano Chiantese). Ai primi (maschile e femminile) è stato assegnato un Tv color, mentre fino al decimo sono andati buoni spesa e carburante da 100 euro a 10 euro di valore. Per le quattro fasce di categoria saranno consegnati cesti e bottiglie di spumante e vino. Inoltre le prime tre società verranno ricompensate con ticket-pranzo (Erco Sport e Marathon Fratta), offerti da due ristoranti di Melito e da buoni carburante (Napoli Nord). Per il valore sociale dello sport è stato riconosciuto un premio per il meno veloce, l’ultimo arrivato (Emidio Della Corte); egli per un anno potrà assistere gratuitamente alle proiezioni cinematografiche del cinema Barone di Melito.
L’intera premiazione avverrà nel corso di una cerimonia particolare organizzata dal Comune di Melito per il prossimo 3 gennaio, nella Biblioteca Comunale (inizio ore 11), in piazza Santo Stefano.
Alla manifestazione hanno presenziato le figlie di Stefano Chiantese, il compianto dirigente sportivo che fece conoscere la corsa di Melito anche in ambito extraregionale. Alcuni pannelli con le foto di oltre vent’anni fa ed il passaggio della corsa davanti al Club Forza Melito, sede dell’allora gara podistica, hanno ricordato quei particolari momenti sportivi, vissuti nella cittadina alla fine degli anni ’80.

Autore: Comunicato Stampa

Share

About Author

Peluso

  • elio totaro- asd erco sport

    un bel ritrovo di amici che ha voluto ricordare un grande dirigente sportivo che porto’ in alto una manifestazione podistica che vent’anni fa’ rappresentava una vera impresa. una bella mattinata di sport ed aggregazione con la cordialita’ dello staff organizzatore guidato dall’instancabile gianni mauriello a cui vanno i ringraziamenti.

  • PEPPE ANGELILLO NIKAIOS C. G.

    COMPLIMENTI DI VERO CUORE DIEGO,
    E TANTI AUGURI PER UN 2010 FANTASTICO

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>