slide TuttoCampania — 21 gennaio 2018

sant'antonio abate 2018Un altro successo, l’ennesimo, per Luigi d’Aniello e per tutta Sant’Antonio Abate. 17 edizioni, tutte diverse tra loro, accomunate però dallo stesso filo conduttore: la qualità di quanto realizzato, la piacevolezza di ogni momento vissuto, la bravura di chi coordina, di chi collabora, di chi si adopera per accogliere tutti, e tutti nel modo migliore. L’Antoniana Ermes ci ha offerto l’ennesima opportunità per goderci una domenica speciale, nonostante il clima (pioggia e alta umidità) non fosse l’ideale: sia per partecipare sia per andare forte. Ma l’aspetto cronometrico conta fino ad un certo punto: conta la festa, lo spettacolo, l’agonismo. Tutte condizioni che a Sant’Antonio Abate abbiamo trovato, come sempre, e ci siamo goduti.

Gara

Gilio Iannone e la sua classe a fare la differenza nella gara maschile, Janat Hanane in quella riservata alle tante donne al via. Gilio (International Security Service) è in gran bella forma, tanto da mettersi dietro le spalle Youssef Aich, l’atleta Marocchino del team Il Laghetto. Youssef è in grande crescita, ed averlo battuto significa davvero che Iannone ha fatto e confermato un deciso salto di qualità sulla distanza. Terzo gradino del podio per Giorgio Mario Nigro (Atl. Camaldolese), con Marco Piccolo (International) e Karim Sare (Marathon Club Stabia) a seguire.

Detto del monologo vittoria per la Hanane (Il Laghetto), grande confronto in rosa alle sue spalle. Marina Lombardi parte forte, tiene duro nella seconda parte del tracciato e fa sua la seconda piazza, sul piede dei 3’54” a km. Confronto fino all’ultimo metro per l’assegnazione della terza posizione: tra Loredana Lamberti (Atl. Ermes-Antoniana) e Martina Amodio (Stufe di Nerone). Partenza più “allegra” per Loredana, più ragionata per Martina: alla fine solo 3” tra loro, con la Lamberti sul gradino 3 del podio. Quinta posizione per Mena Febbraio.

Bella la novità della partenza anticipata per le donne. Magari un migliore coordinamento il prossimo anno, per ottimizzare il defluire dei maschietti nel momento del superamento, e la gara sarà ancor più spettacolare (e sicura).

Classifica a squadre andata al team Atl. Camaldolese.

Premio speciale “Angeli Abatesi” per Raffaele Santarpia (anche migliore Abatese al traguardo).

Belli anche i momenti dedicati ai giovanissimi, con la gara riservata ai cadetti/e e agli allievi/e e con la stracittadina. Il modo migliore per promozionare il nostro sport, favorendo la partecipazione dei giovanissimi ad eventi così emozionali.

Complimenti sempre a Giggino d’Aniello, alla sua capacità di coinvolgere tutti (ma proprio tutti) in questa avventura organizzativa: sempre nuova, sempre bella, sempre più tradizione.

marco cascone sant'antonio 2018Marco Cascone

Collegati al mio blog: https://marco-cascone.tumblr.com/

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>