TuttoCampania — 13 luglio 2014

Trail Sant'angelo formis…je so pazz

e oggi voglio parlare…”
così cantava Pino Daniele mentre io mi canto ” je so pazz e oggi voglio correre “, perchè, pur senza allenamento ho deciso di  fare questo trail e senza allenamento ” non si cantano messe “, non si inventa nulla.

Alessandro Pellegrino, conosciuto per la sua gara su strada, ha voluto cimentarsi in questa nuova avventura…un trail di 11 km circa ed alla fine della gara ha dichiarato ” è più facile organizzare una gara su strada per 1000 persone che un trail per 100.”

Questi 11 chilometri erano divisi in tre parti, credo quasi uguali, la prima in asfalto, la seconda di trail e l’ultima di nuovo in asfalto; dico credo perchè io non ho il satellitare per cui è una mia sensazione. Escludendo le parti in asfalto, posso dire che la montagna, la sua pendenza, il suo panorama non è da meno a quella alla quale siamo più abituati. Gli organizzatori si sono molto impegnati nella riuscita della gara, completo il pasta party ( primo, secondo e vino )  peccato per i vari sbagli di percorso che di sicuro serviranno solo a migliorare la prossima edizione, il percorso era bello ed è una gara che non deve essere archiviata come da non ripetere.

I primi tre uomini di questa prima edizione sono Hadam Marek – il Laghetto, Iaccarino Donato -Aequa trail, Stellato Francesco- Podistica Caserta e  per le donne Vlad Maria Magdalena- Il Laghetto, Di Luca Gioconda – Amatori Vesuvio, Di Dario Marianna – Enterprice Sport & Service.

Alessandro quet’anno è andata un pò così, ma non demordere, l’anno prossimo saremo di nuovo lì.

Viviana CelanoViviana Celano

Share

About Author

Cascone

  • Massimo Avitabile – Montemiletto Team Runners

    Ero venuto ieri a S. Angelo in Formis con tutto l’entusiasmo di correre una corsa in montagna ma debbo affermare che su 11 Km. di corsa ben 60% su asfalto, di montagna ne abbiamo percorso veramente poca!
    Sara’ che siamo abituati a trail faticosi e con salite ripide!
    Comunque nella discesa (nei pressi della tenuta agricola ) andava segnalato meglio il percorso (con qualche volontario in piu’) in quanto molti di noi si sono sbagliati!
    Certamente gli organizzatori sapranno migliore l’evento podistico per l’edizione 2015
    un consiglio (perche’ non arrivare sulla cima del Monte dove si vede la croce bianca)? e rendere piu’ affascinante il percorso trail?

  • Loredana

    Grazie per aver partecipato, Viviana e Massimo. Il ruolo che occupo all’interno dell’associazione è di vice presidente e di addetta alla pubbliche relazioni, per questo motivo sono qui a rispondere ai vostri graditi commenti. In effetti, qualche ritocco va eseguito e conveniamo con quanto scritto da voi anche se, considerata la distanza dal monte, un tratto su strada andrebbe fatto.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>