Cronaca — 04 maggio 2011

Quando gli organizzatori di una gara che si corre a primavera inoltrata – il primo giorno di maggio – riescono a far fronte anche all’emergenza maltempo e a regalare ai tanti presenti bei momenti di sport, vuol dire che un risultato significativo è stato raggiunto.

Gli organizzatori in questione sono l’Atletica Solidale San Salvo, la corsa podistica ormai già conosciuta è la terza edizione di Corriamo per l’oro. i tanti presenti che nonostante il clima semi-invernale si sono divertiti, sono i quasi 700 iscritti complessivi tra le varie fasce di età e i numerosi spettatori e accompagnatori che hanno deciso di trascorrere il loro primo maggio a San Salvo Marina. Me compreso, chiamato dall’amico Marcello Casasanta a presentare l’evento in qualità di speaker. Ma non c’ero solo io a fungere da addetto ai lavori, perché da Pescara siamo partiti in diversi, compresi alcuni personaggi illustri in campo internazionale.

Il testimonial della gara è stato nientemeno che Giovanni De Benedictis, indimenticato campione della marcia che ha al suo attivo cinque olimpiadi e anche un bronzo olimpico a Barcellona 1992 (tanto per sintentizzare), presente a San Salvo Marina insieme al fratello (allenatore e insegnante a scuola) Mario. La loro partecipazione non è stata certo casuale, perché quest’anno l’Atletica Solidale ha inserito nel programma anche diverse gare di marcia (prima edizione di Marciamo per l’oro) all’interno di Corriamo per l’oro. E perché il ricavato delle iscrizioni è stato indirizzato alla prosecuzione e alla crescita del progetto denominato ‘Saluti-amo’, rivolto all’attività motoria di base nell’età evolutiva. Tanto sport, quindi, ma anche un’attenzione concreta rivolta ad altri temi assolutamente non secondari.

A livello agonistico, sono state belle e combattute sia la prova maschile sia quella femminile. Una decina di chilometri (sul lungomare il vento non ha risparmiato nessuno) dominati da un terzetto che ha fatto gara a sé e che si è sfaldato solo nel finale. Ha vinto il giovane Luigi Turilli dell’Aics Hadria sugli esperti ma mai domi Alessandro Brattoli (Farnese) e Marek Dryja (Fart Sport).

Un po’ a sorpresa, Gloria Ciccotelli è tornata alla vittoria dopo Tollo 2010, partendo solitaria fin dal primo dei due giri; alle sue spalle, la feroce volata (foto sopra) tra Rosalba Monachese e Cecilia Di Benedetto ha regalato il podio più alto alla Monachese. Nella classifica per società spicca il terzo posto delle Runners Pescara (a lato).

E poi tante partenze dedicate alla corsa giovanile, senza dimenticare la marcia, sotto lo sguardo attento dei fratelli De Benedictis.

Tutto qui? Assolutamente no, perché lo sport spesso va a braccetto con i conviviali ed ecco che a fine mattinata molti hanno deciso di dedicarsi a pasta e fagioli, porchetta e arrosticini, sapientemente preparati a due passi dalla zona di partenza e arrivo. Una mia impressione? Non la do, sarei di parte, però la sensazione netta è che rispetto alla passata edizione siano stati fatti notevoli  passi avanti. E questo non può che essere un bel segnale per il movimento che propone realtà fatte bene e fatte da persone serie.  

Autore: Paolo Sinibaldi

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>