TuttoCampania — 08 giugno 2013

Totò SchillaciL’intento è quello di crescere sempre. L’Atletica Dugenta organizza per sabato 15 giugno prossimo la XVII edizione della Stradugenta, gara podistica regionale su strada che, negli anni, ha visto aumentare il numero dei partecipanti.

L’appuntamento è fissato per le ore 18 in Piazza Unità d’Italia, mentre la partenza è prevista per le ore 19,30 da Via Nazionale, con un percorso di 10 km dove nella tornata 2012 si misurarono 930 atleti e quest’anno, si spera, di superare quota mille per migliorare un primato già di rilievo.

Alla Stradugenta possono iscriversi podisti appartenenti alle categorie Maschili e Femminili uniche assoluti (allievi, junior, promesse e senior) amatori T – M35 – M40 – M45 – M50 – M55 – M60 – M65 – M70 e oltre, italiani e stranieri, tesserati per società affiliate alla FIDAL, e atleti italiani tesserati per gli Enti di Promozione Sportiva (sezione Atletica).

Non trascurabili i premi in palio che riguarderanno la classifica di società (con importi che vanno dai 500 ai 50 euro per le prime dieci), assoluta maschile e femminile ed anche al primo dugentese giunto al traguardo.

Un riconoscimento speciale sarà attribuito a chi batterà il record del percorso, fermo dal 2010 a29’22”, ottenuto da Eric Kipkemei Chirchir per gli uomini, e di 33’53” da Mariyem Lamachi per le donne.

Ci si può iscrivere fino al 13 giugno: via fax (0825.1800859 – 0825.1800869) oppure inviando un’e-mail (webmaster@venticano.net).

Ospite d’onore della competizione sarà Totò Schillaci, indimenticato calciatore delle notti magiche della Nazionale di Italia ’90 (capocannoniere con sei reti), che andrà ad impreziosire un albo che già annovera Pietro Mennea, Giuseppe Abbagnale e Patrizio Oliva.

Schillaci, cresciuto nel quartiere popolare palermitano di San Giovanni Apostolo, ha giocato nel Messina collezionando 256 presenze, delle quali 37 in Coppa Italia. A lanciarlo fu Franco Scoglio, ma esplose sotto la guida di Zdenek Zeman, diventando capocanniere della serie cadetta con 23 gol nella stagione 1988-1989. L’anno successivo passò alla Juventus per 6 miliardi di lire e, tre anni, dopo all’Inter.

“Siamo al lavoro per varare alcune importanti novità da aggiungere al già ricco programma – rivela Armando D’Abbruzzo, presidente dell’Atletica Dugenta -. In particolare vorremmo dedicare un momento a Pietro Mennea che fu testimonial nel 2009 e lasciò un ricordo indelebile, fatto d’amore per lo sport e di grande professionalità. Inoltre, per la giornata successiva alla competizione, abbiamo promosso, insieme al Gruppo FRATRES, una passeggiata stracittadina aperta a tutti, sulla distanza di 6 chilometri”.

  Sandro Tacinelli, Uff. Stampa Atl. Dugenta

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>