TuttoCampania — 12 aprile 2011

Clicca per l'immagine full sizeL’11 Aprile 1981 ho vinto la mia prima gara. E ci tenevo a gareggiare domenica x ricordare a me stesso i 30 anni da quella data. E così mi presentavo ben volentieri a  SanGiovanni con l’amico Fabio. Giornata uggiosa che non metteva tanta voglia ma una volta calzate le scarpette per il riscaldamento subito mi sentivo meglio ed ero anche fiducoso perchè una volta tanto ero riuscito addirittura a dormire 6 ore!, ed avevo visto il solo Ciappa come favorito anche se, per come sto correndo ultimamente, per me di avversari se ne potevano presentare più d’uno. Ci avviavamo con calma alle 8 e 45 ma dopo 10′ scoprivamo che la partenza, da volantino alle 9e30, era stata anticipata alle 9 (non si sa come e quando ma soprattutto il perchè non sia stato comunicato perlomeno al microfono o al ritiro dei pettorali) e così dpo 10′ e la solita umiliante “sosta volante all’aria aperta” ci si preparava in un attimo e con molto rammarico ad una gara che prendeva una brutta piega anche perchè sui nastri di partenza spuntava una triade marocchina che avrebbe fatto gara a se con l’outsider Ciappa. Addio sogni di gloria…e  di podio. Al via, come previsto pochi attimi prima, il quartetto volava via ed io restavo a guidare il plotoncino degli inseguitori senza forzare x far si che le gambe si riprendessero dall’aver corso un riscaldamento insufficiente.Poi, dopo un paio di km, restavo solo con Kodom ed all’improvviso scoprivamo di essere in testa!!! Eh si! ed anche di un bel po’. Transitavamo belli e freschi al primo passaggio sotto lo striscione poco dopo il 3° km. Essere inseguito da Lamachi è stato troppo divertente. Sapevo che era solo questione di tempo perchè il divario era tale che comunque non avevamo scampo (io e Kodom) e difatti ecco intorno al 5°km (vado per un’idea perchè di km segnati…niente) la sagoma meno brillante del previsto di Lamachi. Qualche centinaio di metri più in la e mi passava anche Roqti, anch’egli non tanto vispo, e poco dietro Ciappa che usava ancora bene i piedi e pensavo potesse raggiungere la 2a piazza. Proprio in quel tratto mi faceva piacere incontrare Enrico Signorelli che si allenava e mi incoraggiava. Io gestivo la fatica, superavo Kodom e da 4° scivolavo al 5° posto quando anche El Mouaddine completava la rimonta e mi staccava. I 4 avranno percorso quasi 1 km in più!!! Il tracciato si faceva brutto (tanta immondizia lungo la strada) e difficile (saliscendi leggeri ma che si facevano sentire). Spettatori zero e quei pochi che c’erano…muti; automobili impossibili da trattenere ma ho visto di molto peggio in altre gare. Mi tenevo il  mio 5° posto e stringevo i denti. Poco prima di un km dall’arrivo vedevo ElMouaddine tagliare una curva saltando sul marciapiede e prendere a destra. Dopo 15″ circa transitavo io e non tagliando mi accorgevo che le frecce davano altra indicazione e continuavo 4° sino al traguardo che raggiungevo a fatica dopo qualche svolta non ben segnalata e con gli addetti troppo impegnati col traffico per poter dirigere anche quello degli atleti. El Mouaddine stasera lo cercavano a “chi l’ha visto…”. Ai primi tre premi in denaro (ed avrei anche aggiunto qualcosa x ciò che hanno corso in più…) mentre io chiudevo a 2’14” da Lamachi (record) ed ero fiducioso in un bel premio. Qui invece un’altra nota dolente della mattinata: verso le 11 e 20 venivano comunicati i nomi dei 26 (4°…30°) meritevoli del premio in natura per poi scoprire che era il BIS…si, il BIS del pacco gara: una busta di plastica annodata con 3 pacchi di pasta, un brick di vino e…non vado oltre. Come pacco gara ci stava anche ma, col suo valore di mercato non superiore ai 5 euro  e con la presentazione come premio posta-gara…NO! NON CI STO PROPRIO! Meglio, 1000 volte meglio la vecchia nostalgica coppa che mi avrebbe ricordato che 30 anni dopo la mia prima vittoria sono stato lì lì per compiere un’impresa: fermarmi ad un metro dal traguardo ed attendere Lamachi Roqti e Ciappa e poi tagliarlo al 4° posto.

Autore: Marco Russo

Share

About Author

Peluso

  • raffaele colantuono

    sono perfettamete daccordo con il tuo pensiero,io questo che hai appena scritto,l’ho fatto notare all’organizzatore con il mio solito piglio,perchè non è per il pacco gara o premio che la domenica io ed alcuni atleti corriamo.Ma essere presi in giro in questo modo e troppo .

  • Gianfranco Bianco Ercosport(NA)

    Condivido in pieno l’amarezza dell’autore, anche io ho subito l’umiliante trattamento.In 22 anni di corsa non mi era mai capitato di ricevere come premio un pacco gara, Sciatteria, Non curanza o altro?

  • gennaro varrella

    carissimo Marco,mi dispiace tanto x la tua disavventura e per il tuo rammarico,ma purtroppo alcuni organnizzatori si fanno pochi scrupoli ad organizzare certe schifezze!Bisognerebbe creare un “libro nero” delle gare su strade e nessun podista dovrebbe parteciparvi!!!!! FORZA MARCO!!!!!

  • Fabio Mascolo (A.S.D. Nikaios Club Gragnano)

    Da compagno di squadra, di viaggio ed atleta che ha gareggiato, non posso che confermare in toto il tuo resoconto. Comunque, ti rammento che se non altro una cosa positiva c’è stata: «non abbiamo trovato traffico sulla via del ritorno!!!».
    Complimenti per i trent’anni dalla prima vittoria! Purtroppo nel 1981 non ero ancora «nato» (podisticamente si intende!) .

  • Mimmo Scognamiglio

    Un altra cosa che mi ha sorpreso di questa ennesima gara NON FIDAL, oltre alla totale disorganizzazione tecnica, notavo che nella brochure che è stata distribuita agli atleti (dove non si faceva nessun riferimento ad una minima forma di regolamento,ma solo ad una lunga lista di sponsor), si evidenziava un bel foglio arancione dove il presidente del Comitato organizzatore, Circolo Sandro Pertini, ricordava ai partecipanti che alle prossime elezioni Comunali di Napoli, sarà candidato nella Municipalità S.Giovanni, Barra, Ponticelli… (vota Antonio, vota Antonio ) Ritengo che per il futuro, la FIDAL Campania, a tutela dell’immagine della nostra atletica (con tutti i vincoli ed i soldi che chiede agli organizzatori di gare Federali) deve far sentire la sua voce e prendere i provvedimenti previsti nel regolamento federale. Non facendolo e lasciando la più totale anarchia organizzativa di questo genere di gare significa sostenerle; ed allora caro amico Marco, pur comprendendo la tua amara delusione, dico: non lamentiamoci più

  • CIRO FIORE NAPOLI RUN

    POSSO RISULTARE ANCHE RIPETITIVO MA VORREI VERAMENTE CHE GARE COME QUELLA DELLE 5 ROTONDE, VENGANO CANCELLATE DAL CALENDARIO, A MIO PARERE OFFENDONO LO SPORT E I TANTI RAGAZZI CHE COME ME NON CHIEDONO ALTRO CHE CORRERE NEL RISPETTO DELLE REGOLE E IN TOTALE SICUREZZA
    UN SALUTO A TUTTI GLI AMICI DEL PODISMO .

  • govanni giordano mtr

    Caro Marco,proprio ieri sera ho scritto un piccolo articolo su podistidoc rigardante questa situazione che si e’ creata.
    premiare i primi,per il resto tutto un solo fascio!
    Penso che dovremmo alzare un po’ di piu’ la voce!!
    cosa ne dite?

  • silvio scotto pagliara

    ma la fidal , dovè ?????
    solo per afragola , si è fatta sentire !
    adda’ veni’ baffone !
    ad maiora

  • raffaele colantuono

    ragazzi,calmatevi la gara non era fidal,noi losapevamo,e che questi signori ci hanno solo presi in giro.

  • marcorusso-nikaios gragnano

    l’episodio del premio finale da me esposto è stata solo la ciliegina sulla torta di una gara che ha presentato molte pecche. Non volevo che ci si concentrasse solo su quella questione perchè a me come a raffaele e tanti altri piace correre e basta. Il premio se c’è tanto di guadagnato. Però se si deve essere offesi…è un’ altra cosa. Mimmo io non sono deluso!! Come potrei esserlo con Lamachi che mi ha superato dopo metà gara! Volevo scrivere un’ articolo divertente più che altro…..

  • Mimmo Scognamiglio

    Marco, ci conosciamo da molti anni, conosco i tuoi trascorsi sportivi, la tua correttezza e fair play d’atleta nonchè, la tua onestà di uomo, con il tuo articolo (che hai fatto bene a scrivere…) hai aggiunto comunque, un elemento in più per parlare di un problema che ormai si evidenzia sempre più spesso e che per l’immagine dell’atletica, bisognerà trovare presto una soluzione.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>