TuttoCampania — 10 dicembre 2008

Clicca per l'immagine full sizeSplendida giornata di sole. Si….fa freddino, siamo a dicembre. la cittadina si presenta ordinata, preparata all’evento, riusciamo a correre bene. Chi ha organizzato ha ben pensato di riunire categorie giovanili e master, idea gradita. Lungo il percorso ben chiuso al traffico veicolare, personalmente non ho veduto auto circolare, è venuto a mancare un servizio di ristoro, il clima fresco non nè ha dato la mancanza, però…… I pacchi gara, la distanza ridotta, oggi in tanti posseggono rilevatori di posizione, risulta evidente che chi ha organizzato venga sottoposto a critiche ed il tagliare qualche curva può far accorciare di trenta metri non di 250,. Occorre una riflessione, Spiace per le offese ricevute da molte atlete e non solo, la buona educazione della stragrande maggioranza dei cittadini di Sant’Antimo non può essere messa in secondo piano dalla ignoranza non culturale ma morale di alcuni scarsamente interessati all’educazione ed alla civiltà. Spiace molto di più per le offese e le aggressioni ad atleti e dirigenti, della mia o di qualsiasi altra squadra è la stessa identica cosa, sopratutto il non stigmatizzare da parte di chi ha un ruolo direttivo in un team che il pugilato od altre lotte si fanno in strutture adeguate, contro avversari allenati, mentalmenti predisposti e che ti guardano in faccia, non che ti danno le spalle. Io mi sentirei offeso a far parte di una squadra nella quale vi sono comportamenti del genere e da dirigente, inviterei anzitutto a chiedere scusa o allontanerei soggetti recidivi e avvezzi a simili spettacoli. Il diverbio, lo sfotto….anche l’ingiuria verbale, ci si può passare sopra. Aggredire con ingiurie e pugni un “Signore” che sta cercando di riportare un minimo di civiltà è una cosa che lascio commentare alle singole coscienze. E il non parlare, lo stare zitti o l’avallare solo a Noi le nostre ragioni, non fa altro che dare forza all’azione di incivili picchiatori e dirigenti negligenti. Sono sicuro che chi ha compiuto i gesti dopo suggerimento da parte di persone assennate sarà riportato alla ragione e sentirà di chiedere scusa, a chi ha offeso ai suoi compagni ed a sè stesso. L’intento e la speranza di questo scritto è quella. Nomi e società non vengono citati con la convinzione che tutto verrà ricondotto su binari di serietà e di educazione dagli interessati. Era una bella giornata di sport, di sano podismo, doveva rimanere tale e tale devono essere tutte le altre giornate. Usciamo per divertirci, correre e stare insieme, solo per quello. Occorre un saggia ed approfondita riflessione.


 

Autore: Antonio Bruno

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>