Cronaca — 05 settembre 2010

Va in archivio con due record la nona edizione di UNICREDIT BANCA RUN TUNE UP, la ‘Mezza Maratona di Bologna’ organizzata da UNICREDIT BANCA, CELESTE GROUP, ASD GHINELLI e HBComm. Il primo riguarda i partecipanti alla gara competitiva, che hanno superato quota 1800, superando il precEdente limite di oltre 300 unità. Nella prova femminile, poi, è arrivato il nuovo record della manifestazione, portato dall’etiope Feyse Tadese Boru, che ha chiuso i 21,097 km. della prova in 1:10:08, precedendo di oltre due minuti la keniana Magdaline Chemjor, che ha perso la ruota della battistrada poco oltre metà gara, chiudendo in 1:12:51. Terza la marocchina Asmae Ghizlane in 1:14:16, poi l’azzurra Ivana Iozzia (1:14:40) e la rwandese Charlotte Mukasakindi (1:14:55), grande protagonista della prima parte di gara.
In campo maschile, successo per Mubarak Hassan Shami, del Qatar (Richard Yatich quando correva per il suo paese d’origine, il Kenia, già argento ai Mondiali di OsaKa 2007 in maratona). Per lui è la seconda volta a Bologna, avendo già vinto l’edizione 2006 di Run Tune Up. Quest’anno ha chiuso in 1:02:14, precedendo il tanzaniano Dikson Marwa (1:02:50) e i keniani Abraham Kipkemei (1:02:54), Hillary Kiprono Bil (1:03:19) e Eric Chirchir (1:03:20). Primo degli italiani il veneto Giancarlo Simion (1:07:29), nono al traguardo.
In gara nella prova competitiva anche Davide Cassani, ex azzurro e voce televisiva del ciclismo, mentre per quest’anno Gianni Morandi ha scelto di correre la prova non competitiva (7,5 km.) insieme al figlio tredicenne Pietro. Importante il messaggio di Salvatore Antibo, venuto a testimoniare la sua malattia in nome della Lice (Lega Italiana contro l’Epilessia): ‘Credo di essere l’unico atleta di vertice ad aver reso pubblico il suo problema’, ha commentato il campione di Altofonte. ‘Una battaglia che vale quelle che conducevo in pista . Ai genitori di ragazzi epilettici vorrei dire: non nascondete in casa i vostri figli, avvicinateli allo sport, lasciate che vivano la loro vita nella normalità. Per quanto mi sarà possibile, porterò in giro questo messaggio ovunque. E qui a Bologna, la città nella quale ho stabilito il mio primato italiano dei 5000, ancora imbattuto dopo vent’anni, mi ritrovo di fronte a ricordi meravigliosi della mia carriera’.


           

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>