Cronaca HOME PAGE — 26 febbraio 2012
Si può senz’altro affermare che la XXXVIII Edizione della Roma Ostia ha battuto ogni precedente record della gara. Lo sparo di partenza della manifestazione è stato dato alle 9:15 esatte dal Sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno che è stato accompagnato dal Delegato allo Sport Alessandro Cochi, entrambi si sono poi cimentati nella Euroma2Run, la gara non competitiva abbinata alla RomaOstia che ha visto al via più di mille appassionati di running. Il Sindaco Alemanno ha poi effettuato tutte le premiazione dei vincitori e dei protagonisti della gara. Philemon Kimeli Limo si è aggiudicato la gara maschile della RomaOstia IAAF Silver Label con un crono straordinario che impreziosisce ed eleva il valore agonistico di tutta la manifestazione: 59 minuti e 32 secondi di assoluto spettacolo agonistico, una marcia impetuosa verso il mare di Ostia coadiuvato da un cast di avversari che hanno dovuto accontentarsi solo degli altri preziosi gradini del podio: Leche Shumi Dechasa, secondo in 59’51’’, Kiprop Limo, terzo in 59’55’’ e John Kiprotich in 1h00’02’’. Straordinaria prestazione cronometrica anche per Florence Kiplagat, la vincitrice della maratona di Berlino 2011, che poco prima del quindicesimo chilometro ha cambiato marcia andando a chiudere in 1h06’38’’ e rifilando ben 44 secondi ad Agnes Kiprop, che ha chiuso in 1h07’22’’,e più di un minuto all’etiope Beyene Tirfi, che ha chiuso in 1h07’42’’.La sfida per il Campionato Italiano di mezza maratona femminile si è risolta a suon di nuovi personal best e soprattutto con la nuova miglior prestazione italiana di Valeria Straneo che ha avuto la meglio su Anna Incerti.  L’atleta tesserata per la Runner Team 99 ha impostato la gara con grande attenzione e senza scoprirsi troppo: “sapevo dell’ottimo stato di forma di Anna, e il suo crono lo conferma” ha dichiarato la Straneo, “francamente volevo correre per ottenere il mio nuovo personale e tornare a casa con 1h07’46’’ e la maglia di campionessa d’Italia mi fa doppiamente piacere”.  Parlando della gara, la nuova campionessa d’Italia, che aveva un personale di 1h09’42’’, ha sottolineato: “Al quindicesimo chilometro le gambe giravano bene e ho provato a dare io il ritmo. Da li con l’etiope Beyene abbiamo continuato a correre insieme”. Parlando del futuro la fondista piemontese ha colto gli applausi del pubblico presente alla Rotonda di Ostia: “Il mio obiettivo adesso è la maratona di Rotterdam, anche se per qualche giorno voglio godermi la splendida soddisfazione di aver vinto la RomaOstia”. Anna Incerti, entusiasta per aver migliorato il suo crono dello scorso anno che fu di 1h09’06’’ e aver quindi centrato il suo nuovo personale, ai giornalisti presenti ha detto: “sono soddisfatta per il mio nuovo personal best, era la prestazione che cercavo e sono felicissima di averla ottenuta alla RomaOstia che è veramente una gara straordinaria”. La siciliana, allenata da Tommaso Ticali, punterà sicuramente all’edizione 2013 magari con qualcosa in più nel suo palmares visto l’impegno olimpico a fine luglio: “questa RomaOstia come tutte le prossime gare fino alla maratona olimpica di Londra saranno per me delle verifiche. Oggi torniamo a casa promossi a pieni voti”. Per la cronaca ecco la classifica del Campionato Italiano di mezzamaratona femminile: Valeria Straneo 1h07’46’’ (Runners Team 99), Anna Incerti 1h08’18’’ (Fiamme Azzurre) e Giovanna Epis 1h13’42’’ (G.S. Forestale). Il titolo di Campione d’Italia maschile l’ha conquistato Stefano La Rosa del C.S. Carabinieri “non ho mai guardato alla posizione e non ho mai guardato il cronometro”, ha dichiarato il grossetano che ha corso in 1h02’15’’, “ho corso con l’obiettivo di testarmi su una mezza maratona veloce e performante. Essere il primo italiano e conquistare il titolo assoluto mi inorgoglisce ed è uno stimolo importante per il lavoro futuro”. Sul secondo gradino del podio del Campionato Italiano Assoluto è salito Domenico Ricatti del C.S. Aeronautica con 1h04’03’’ che ha avuto la meglio in volata su Stefano Scaini della Running Club Futura che ha chiuso in 1h04’04’’.
Il capitolo numero trentotto della RomaOstia si chiude con il nuovo record della manifestazione maschile e femminile, con la miglior prestazione italiana in mezzamaratona di Valeria Straneo e con migliaia di altri personal best registrati dagli 11028 atleti sul traguardo. Gli altri titoli di categoria sono stati vinti da Daniele D’Onofrio (juniores Maschile) che ha chiuso in 1:06:52, Francesca Cocchi (Juniores Femminile) 1:23:45, Michele Palamini (Promesse Maschile) 1:04:19, Sara Brogiato (Cus Torino) 1:15 47.
 
UFFICIO STAMPA

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>