TuttoCampania — 18 luglio 2011

Il Trofeo Santa Sinfarosa a Roccadaspide (Sa) ha festeggiato il suo diciottesimo compleanno e lo ha fatto decisamente nel migliore dei modi. Record assoluto di partecipanti (sia nei simpaticissimi prologhi dedicati ai piccoli impegnati in sei gare promozionali sia nella gara riservata agli adulti che, per la prima volta, ha superato il muro dei 200 atleti all’arrivo). Un successo che Sergio Civita e il suo team (lo Sporting Calore) merita alla grande, visti gli sforzi fatti negli anni e vista ancor di più la bella organizzazione e le deliziose emozioni che ogni anno la gara regala. Una festa, una vera festa per atleti e Rocchesi, in tanti presenti in piazza per incitare, applaudire, festeggiare la corsa su strada, vissuta a tutte le età.


Successo di partecipazione e successo anche cronometrico, almeno nella gara maschile. Primato del percorso (8 km, non facili) stabilito dal Magrebino Abdelhadi ben Khadir. Per Abi record con 24’48’ (3’06’ a km) frutto di una condotta di gara accorta nel primo giro, per poi (nei 4 km finali) mettere tra sé e il suo primo inseguitore quasi  1′ (per la precisione 55′). Sempre Magrebino il secondo gradino del podio, con Mourid Morad (Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi) che ha fermato il crono sui 25’43’, con Antonello Barretta (primo Italiano al traguardo quest’anno, vincente in assoluto nel 2010) a 9′ da Mourid. Bella gara di  Francesco Bassano (Idea Atletica Aurora Battipaglia), sua la quarta posizione in 25’15’. Altrettanto di valore le prove del 5° e 6° classificato: rispettivamente Alfonso Ruocco (Isaura Valle del’Irno) e Alessandro Eterno (Free Runner Eboli).


La gara femminile è vissuta non tanto sul confronto cronometrico con le altre edizioni del trofeo ma sul confronto agonistico tra le prime due donne in gara: Donatella Picone (FootWorks) e Daniela Capo (Atletica Agropoli-Hotel Ceppo). Alla fine vittoria per Donatella Picone (con un buon 35’07’) con Daniela Capo a 39′. Gradino sinistro del podio, e quindi terza posizione, per la brava rappresentante dell’Isaura Valle dell’irno: Alfonsina Perfetto (36’46’ per lei). A completare il novero delle prime sei al traguardo le buone prove di Adriana Grieco (Aurora Battipaglia), Stefania Brando (Vis Nova Salerno) e Angela di Iulio (Atletica Scafati).


Mi piace segnalare la bella emozione di Rosalia Pepe, prima donna in gara nella storia di Roccadaspide. Una Rocchese giustamente orgogliosa di quanto fatto, allo scopo soprattutto di favorire, negli anni a venire, la presenza di altre concittadine in gara nel proprio paese (e non solo). Segnalo tra l’altro anche l’assegnazione del premio speciale in memoria di Giuseppe Iuliano, andato al primo Rocchese al traguardo: Giuseppe Villani.


La classifica a squadre è stata vinta dall’Isaura Valle dell’Irno.


I numeri e le prestazioni sono sintesi del successo raggiunto dal Trofeo Santa Sinforosa ma, al di là di un successo di tipo matematico, il successo più bello è stato di certo quello organizzativo e, soprattutto, quello emozionale. Lo Sporting Calore può andare giustamente orgoglioso di quanto realizzato e donato ad atleti e appassionati.


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

  • valentino ristallo pol. Madonnina Modena

    Bellissima gara, perfetta la scelta del percorso, pubblico eccezzionale, cq. tutto Ok!!! debbo fare un appunto:
    Non mi aspettavo di non trovarmi in classifica, premetto conosco uno degli organizzatori sig. Osvaldo, dove abbiamo scambiato anche quattro chiacchiere. In tanti anni di podismo non mi era mai capitato una cosa simile, il mio n. di pettorale è il n. 160, ho chiuso la gara in 38’03”. saluti a tutti, Vale

  • X VALENTINO

    ERA UNA GARA REGIONALE E TU , SEI UN TESSERATO FUORI REGIONE !

  • Francesco Bassano,Aurora Battipaglia.

    Anche l’amico Di Vito Leonardo e’un podista di fuori regione,ma mi sembra che e’presente in classifica!!!

  • valentino ristallo pol. Madonnina Modena

    grazie, sig. Francesco Bassano di aver puntualizzato che il podista Di Vito anche se è di fuori regione è presente in classifica. In riferimento alla mia risposta: come etica chi risponde a un quesito bisogna che si firma, ma non è un problema, ma quello che mi chiedo, perchè al momento (mi rivolgo al sig. Osvaldo) dell’iscrizione non mi è stato detto che non potevo gareggiare perchè ero di fuori regione, a questo punto debbo pensare in modo cattivo, vorrà dire che era solo a scopo di pagare 5 euro, e di fare cassa, sinceramente non mi aspettavo una cosa simile …

  • Giovanni Magliano Pod-SanGiovanniaPiro-GolfodiPoli

    Bella gara ,ottima organizzazione,lauto ristoro; ma aumentando i km magari facendo tre giri, forse invoglierebbe più podisti a partecipare sopratutto per chi come noi viene da lontano.
    Saluti

  • carmine babbone – Atl. Sporting Calore

    X Valentino: non credo che Osvaldo non possa rispondere sul sito..comunque credo che per eventuali spiegazioni può parlargli di persona se, come presuppongo, parteciperà al giro del cilento.
    X Giovanni: riguardo i Km della gara..la società ha preso già in considerazione la richiesta che avete già fatto nel dopogara. Ci sono da fare delle considerazioni. Cambiare il percorso significa complicarlo per perndenze e linearità e perdere il confronto con i risultati precedenti. In ogni caso l’ipotesi di fare tre giri può essere un’idea…occorre comunque considerare che a luglio non sempre si hanno giornate ventilate e fresche come quella di di sabato scorso e tre giri potrebbero essere pesanti per molti, in condizioni di giornata afosa. Comunque in seguito la Sporting Calore proporrà un referendum a tutte le società interessate per capire se sarà il caso di prolungare il percorso, in accordo con il comune e le forze dell’ordine (per i maggiori disaggi che potrà comportare un terzo giro) .

  • Marco Cascone

    Ciao a tutti. Prendo spunto da quanto scritto da Carmine e dico subito la mia in merito all’eventuale referendum sul percorso. Condivido il fatto che cambiare sarebbe un non poter più raffrontarsi con sè stessi, rispetto alle precedenti edizioni (e questo già deporrebbe a sfavore di una modifica), in più condivido anche che, visto il tracciato e visto il periodo, fare 12 km sarebbe esageratamente duro, allontanando dalla gara molti atleti (e atlete) giustamente non disposte a correre tanto, in un periodo incompatibile con gare lunghe. In più, ai fini della spettacolarità della gara, fare 3 giri determinerebbe (in ragione dei tempi registrati quest’anno) il doppiaggio di almeno 1/3 dei partecipanti: caotico per giudici, organizzazione e pubblico. E’ stata l’edizione dei record, quindi perchè cambiare??!!

  • silvio scotto pagliara-correre

    Forza Valentino , di sicuro alla transmarathon , ci sarai nella classifica e anche in buona posizione !
    Ad maiora
    ps : il tuo nuovo numero di pettorale ….sarà il N.1 !!!

  • vincenzo risi isaura

    IO CREDO CHE CERTE GARE SONO PARTICOLARI E BELLE PERCHE SONO COME SONO E PER CUI NON VANNO CAMBIATE.

  • silvio scotto pagliara

    Io sono per il classico tracciato e come ha evidenziato Marco , per il periodo che si corre …. 8 km è la classica distanza , per i podisti …..estivi !
    Per l’amico Giovanni , una battuta : allora ,Valentino che viene dal Nord , la gara dovrebbe essere di di oltre 700 KM ?
    Scherzo ! Ciao Giovanni ci vediamo alla Trans marathon di Roberto in Agosto .
    ad maiora !

  • Biagio Pod.San giovanni a piro GdPolicastro

    bella gara,non stò a dibattere sulla lunghezza del tracciato,a me di tutto l’evento la cosa che mi ha dato fastidio è stata la premiazione dell’ultimo arrivato!!
    Di solito in tutti gli sport la premiazione dell’ultimo e solo simbolica e serve solo come sfottò…qui io non l’ho compresa perchè invece piuttosto che all’ultimo,dare il premio al più giovane o al più anziano o magari a colui che ha partecipato a più edizioni della gara??
    (ovviamente quello che ho scritto e da leggersi anche al femminile)

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>