Maratone e altro — 18 giugno 2009

100km Biel


Con l’avanzare della stagione estiva il calendario propone alcune corse in notturna per ovvi motivi climatici, ma anche così non si riesce ad evitare del tutto l’aggressione del caldo, uno dei principali nemici del podista di lunga lena. La “Nachtlauf” di Biel/Bienne, in Svizzera, è una delle corse più antiche e frequentate d’Europa, anche se non fa parte del calendario Iau. Per la verità la scarsa perspicacia politica di questa organizzazione ha fatto in modo che molte delle corse più prestigiose siano uscite dal suo calendario, o che non vi siano mai entrate, a cominciare delle sud-africane Comrades e Two Oceans, ovvero le due maggiori del mondo.


Anche quest’anno la gara svizzera ha contato al traguardo un buon numero di arrivati (1238, più del Passatore) ed un risultato tecnico molto valido. Fra gli uomini ha vinto Walter Jenni in 6:59.15 davanti a Rolf Thallinger (7:28.48) e Jo Koster (7:39.30). Meno valido dello scorso anno il tempo della prima donna, ma pur sempre apprezzabile: Deborah Balz ha infatti vinto in 8:34.51 davanti a Nicole Benning (9:06.45). Naturalmente non vi è alcuna speranza di vedere nessuno di questi atleti all’ormai imminente campionato del mondo, che si preannuncia come il più tecnicamente povero degli ultimi anni.


 


Un’altra 100km in notturna è tradizionalmente quella di Steenwerk, in Francia. Qui, veramente, si organizzano addirittura due corse: una in notturna ed una di giorno, anche se la più amata è quella serale.  I vincitori sono stati Arnaud Martinache (8:32.44) e Laurence Suisse (9:33.41). A Reykjavik si è svolto per la prima volta il campionato nazionale islandese, nonostante che il piccolo Paese nordico abbia una buona tradizione su distanze ultra non convenzionali. Ha vinto Sigujon Sigurbjornsson in 8:23.45, mentre a Pernio si è corso il campionato finlandese, che ha salutato vincitori Jari Tompoo (8:20.52) e Sari Makinen (9:47.23).


 


Jackie Fairweather


Dedichiamo una breve nota all’australiana Jackie Fairweather che recentemente ha vinto il campionato nazionale del suo Paese dei 100km, disputato sulla ormaia classica Gold Coast, la grande zona turistica che richiama migliaia di appassionati di tutte le attività sportive che hanno a che fare con la natura. La forte podista australiana è giunta seconda assoluta ed ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 7:48.51, miglior prestazione mondiale dell’anno. Già lo scorso anno si fece notare con la migliore prestazione sui 50km, coperti in 3:19.12. Per dare un’idea del valore di questo tempo ricordiamo che la recente 50km di Romagna è stata vinta in 3:31.41. Naturalmente neanche questa maratoneta australiana sarà presente al mondiale di Torhout sulla classica distanza dei 100km, impoverendo ulteriormente una manifestazione nata storta a causa delle innumerevoli assenze.


 


6 giorni di Antibes


La distanza un tempo classica dei Sei Giorni è tornata in auge in questi ultimi anni, complici anche le imprese del grande Yiannis Kouros, che proprio con una Sei Giorni (quella di Colac) quattro anni fa ha voluto praticamente concludere la sua carriera ottenendo l’ennesimo primato del mondo.


Quest’anno si è già corso in Arizona il primo dell’anno, poi a Hekpoort in Sud Africa, quindi ad  Atene e a New York, e adesso è la volta di Antibes. Corsa piuttosto “balneare” come suggeriscono la stagione e la località, ma risultato tecnico valido per i migliori, tutti preceduti da Christophe Laborie, che ha percorso 805.490km, davanti a Pierre Michael Micaletti (770.525) e Olivier Chaigne (752.395), tutti dunque ben lontani dai 1036,800 km di Yiannis Kouros. La prima donna è stata Mimi Chevillon con 574.980km. L’ultimo giorno si è svolta anche una 24 ore, con partenza separata, nella quale si è fatto onore il nostro Antonio Tallarita, che è risultato il più bravo nella gara… “sprint” con 204.610. Già a Bergamo si era messo in evidenza, correndo da open. 

Autore: Franco Anichini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>