Cronaca — 24 giugno 2011

Si è svolto nei giorni 11/12 giugno il raduno della Nazionale Italiana di Ultratrail, ospitata dalla regione Valle D’Aosta, che precede l’evento dei Mondiali di specialità di Connemara.
Atleti, dirigenti e staff massaggiatori si sono ritrovati a Brusson per tre giorni molto importanti per l’avvicinamento all’appuntamento mondiale del 9 Luglio: presente tutta la squadra femminile e buona parte di quella maschile.
Alcuni atleti arrivati già al venerdì si sono uniti subito a  Pietro Trabucchi per tracciare un percorso Trail molto panoramico di circa 15km che sarebbe servito poi la domenica per un allenamento di gruppo e che riportava alcune caratteristiche tecniche che si troveranno nel percorso del mondiale come, ad esempio, la salita al 38%.
Molto ricca di appuntamenti la giornata di sabato, a cominciare con l’emozionante  consegna della divisa ufficiale della Nazionale italiana agli atleti; a disposizione per tutta la giornata lo staff dei massaggiatori/fisioterapisti, l’equipe del dott. Luca Speciani e Lyda Bottino e Daniele Vietti della Driatec che assieme ai ricercatori del CNR  ha eseguito analisi per il progetto di studio sullo stress ossidativo negli sport di endurance.
Molto importanti anche gli incontri con i tecnici IUTA  sopratutto quello riguardante il percorso e caratteristiche degli avversari presenti alla gara mondiale ed il confronto tra atleti e tecnici per valutare le varie strategie di gara.
Presenti anche Giorgio Aprà della CEP e Corrado Bonizzi della NO-Limits, due aziende che, collaborando a stretto contatto con gli atleti, intendono testare ed ottimizzare i loro materiali tecnici.
Ma eccoci alla domenica: dopo un sabato d’astinenza dalla corsa, è ora di liberare i leoni dalle gabbie! Pronti già di prima mattina per l’allenamento di gruppo atleti  ed alcuni coraggiosi dello staff si sono cimentati sul percorso tracciato appositamente il giorno precedente.
Un ottimo test dove si sono potuti confrontare con i loro compagni d’avventura, percorso molto tecnico e sopratutto panoramico all’insaputa del nostro tecnico Enrico Vedilei che avrebbe preferito un percorso più dolce..
Bello e emozionante correre tutti insieme davanti a scorci di paesaggi incantati: ma sul più bello, mentre stiamo correndo su di una cresta in quota, compare da un’elicottero sopra le nostre teste l’occhio vigile della bravissima cameraman Gabriella “Ela” Monti, che ci segue in ogni momento in questa nostra avventura mondiale.
Un weekend intenso dove spicca sopra tutto lo spirito di gruppo e amicizia che ci porterà con una grande carica all’appuntamento del 9 luglio in Irlanda.

Autore: Marco Zanchi per la Commissione Raduni IUTA

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>